Casta Diva Group e Blue Note: una fusione da 24,7 milioni di euro

1 aprile 2016

Luca Oddo e Andrea De Micheli

Il cda di Blue Note S.p.A., storico brand leader di mercato in Europa nel settore dei concerti jazz, titolare dell’omonimo jazz club e ristorante, quotato al Mercato AIM della Borsa Valori di Milano ha approvato la sottoscrizione di un accordo quadro vincolante per l’integrazione con Casta Diva Group S.r.l.. L’operazione avverrà mediante la fusione per incorporazione di Casta Diva Group in Blue Note. Si prevede che l’operazione sia perfezionata entro il terzo trimestre 2016. La combined entity che assumerà la denominazione sociale di Casta Diva Group S.p.A. determinerà l’integrazione delle attività di Blue Note e Casta Diva Group con lo scopo di sviluppare congiuntamente i propri core business tradizionali, creando sinergie tra le loro attività e condividendo il proprio know how.

“Il percorso di avvicinamento è iniziato circa un anno e mezzo fa – spiegano a Today Pubblicità Italia Andrea De Micheli e Luca Oddo (rispettivamente ceo e presidente di casta Diva Group) – quando abbiamo iniziato a pensare di quotarci all’AIM. Quando abbiamo conosciuto Paolo Alfonso Colucci, presidente di Blue Note, quotata dal 2014, abbiamo cominciato a pensare a un percorso comune”. Fondata nel 2005, Casta Diva Group è cresciuta mediamente da allora del 18% all’anno, raggiungendo nel 2015 un fatturato consolidato 20,2 milioni di euro. Il fatturato consolidato della combined entity sarà pari a 24.774.000 euro. Al fine di supportare i programmi di crescita e di sviluppo congiunto della società risultante dalla business combination è allo studio un aumento di capitale sociale della stessa.

Paolo Colucci, Presidente Blue Note Spa ha dichiarato: “La fusione con Casta Diva Group rappresenta un’eccellente opportunità per Blue Note per continuare a sviluppare ed anzi valorizzare al meglio la propria mission: la produzione di musica live, contenuti ed intrattenimento culturale, di alta qualità. Le due realtà assieme potranno far leva sui reciproci punti di forza e creare sinergie in molti settori, dai contenuti fino agli eventi”.

Oddo e De Micheli aggiungono: “La fusione di due leader di mercato come Casta Diva e Blue Note crea un player di primo piano nel settore dell’entertainment e degli eventi corporate, proprio nel momento in cui anche la comunicazione aziendale si affida sempre più spesso ai produttori di contenuti. La nostra integrazione e le nostre forti sinergie apriranno la strada alla realizzazione di format di comunicazione corporate e consumer innovativi da veicolare anche a livello internazionale”.

Sulla base di quanto previsto dall’Accordo Quadro, la combined entity sarà gestita da un consiglio di amministrazione composto fino a 7 membri. Presidente sarà Luca Oddo, amministratori delegati saranno Andrea De Micheli per l’intera attività del gruppo, mentre Alessandro Cavalla continuerà a rivestire la carica di amministratore delegato per l’attività Blue Note.

Paolo Colucci, socio fondatore di Blue Note, continuerà a fare parte del consiglio di amministrazione della combined entity e proseguirà il suo impegno per Blue Note come in passato, nonchè svolgerà un ruolo attivo ai fini dell’integrazione della stessa con Casta Diva Group. Non sono stati individuati gli altri membri del Consiglio di Amministrazione. (L.B.)