Acquario di Genova si rigenera con Filmmaster Events

24 marzo 2016

di Andrea Crocioni


Filmmaster Events, sotto la direzione artistica di Alfredo Accatino, ha sviluppato l’intero processo di rigenerazione dell’Acquario di Genova, il più grande d’Europa, creando un nuovo format di intrattenimento esperienziale. L’intervento, che ha previsto un investimento di circa 1,1 milione di euro, è stato presentato ieri alla presenza della stampa e dei vertici di Costa Edutainment.

“Per noi  – ha detto Roberto Foresti, direttore generale di Costa Edutainment – questo è il giorno della rigenerazione. Una celebrazione che è anche una ripartenza, solo l’inizio di un percorso che si svilupperà nei prossimi 24 mesi (vedi notizia)”.
Partendo dal concept ‘L’acquario è una nave che attraversa tutti i mari del mondo’, l’agenzia che quest’anno produrrà le Cerimonie Olimpiche di Rio 2016, è intervenuta sui contenuti di tutto il percorso, creando un’esperienza immersiva e focalizzata all’edutainment. Hanno preso vita così nuove installazioni interattive, riformulato il progetto di sound & light design, riviste le scenografie e rivisto il naming delle vasche. “Un elemento che vince sempre è l’emozione che in questo caso abbiamo unito alla scientificità del progetto – ha spiegato Accatino -. Abbiamo lavorato sulle luci, sui suoni, sulla formazione del personale, tutto per regalare al pubblico l’esperienza che noi stessi avremmo voluto vivere”.

Numerosi gli interventi, come nella Sala Blu, il primo ambiente in cui il visitatore verrà accolto, dove Filmmaster Events ha predisposto uno spettacolare video mapping immersivo che anticiperà l’intero percorso all’interno dell’acquario attraverso un coinvolgente storytelling. Ma anche nel Cilindro delle Murene, nell’Area dei Pinguini, nelle vasche delle Meduse. E’ inoltre previsto un upgrade per la parte hi-tech dell’acquario, saranno presenti delle postazioni interattive dedicate e per l’occasione verrà lanciata la nuova App sviluppata creativamente da Filmmaster Events. A margine dell’evento di presentazione Andrea Francisi, direttore generale di Filmmaster Events, ha illustrato le strategie della società.

“Con questa operazione – ha dichiarato – rafforziamo il nostro posizionamento nell’area dell’entertainment, un settore che abbiamo iniziato a presidiare nel 2014 con la creazione dello spettacolo ‘Enigma’ all’interno del parco Cinecittà World di Roma. Questo segmento di business ha contribuito nell’ultimo triennio a generare il 15% del nostro fatturato”.

Per Filmmaster Events il 2015 è stato un anno fondamentale. “Ci siamo impegnati in una strategia improntata all’allargamento del perimetro del business – ha sottolineato Francisi -. Nell’area dei parchi tematici ci muoviamo a livello europeo e in particolare abbiamo contatti ben avviati per progetti in Francia e in Germania. L’entertainment ci interessa molto perché garantisce rapporti lunghi e una maggiore stabilità. L’obiettivo sarebbe quello di raddoppiarne il valore di fatturato, arrivando a stabilizzarci su una quota attorno al 25% dei ricavi complessivi. Un altro fronte su cui vogliamo muoverci è quello dei format proprietari”. Per quanto riguarda i numeri del 2015, Filmmaster Events ha raggiunto un fatturato di 22 milioni di euro.

“E’ un dato in linea con il 2014. Per noi è stato positivamente legato all’esperienza di Expo. L’anno in corso penso che sarà più complesso. Il mercato è partito a rilento, c’è un sorta di effetto post Expo: sarà quindi un lento risveglio. In ogni caso, nel 2016 la nostra società sarà protagonista di importanti eventi, tra cui la Cerimonia di apertura della Finale di Champions League a Milano e ci saranno presto altre novità sempre in ambito calcistico, mentre in estate si apre la sfida olimpica con la Cerimonia di apertura di Rio 2016. Proprio in questo momento stiamo preparando il piano 2017-2019 della società che ridisegnerà i nostri prossimi tre anni”.