Discovery Italia, la priorità è lavorare sull’innovazione dei contenuti

24 marzo 2016

Laura Carafoli

Intervista a Laura Carafoli, Senior Vice President Programming & Content: “Siamo il 3° editore italiano e raggiungiamo 45 milioni di persone al mese”

di Valeria Zonca

Parte domenica 27 marzo alle 21:15 sul canale NOVE la nuova stagione di Cucine da incubo per la prima volta su un canale Discovery Italia, con due episodi condotti da Antonino Cannavacciuolo (vedi notizia sul lancio adv).

“La sfida è quella di riuscire a conquistare pubblico più generalista con il canale NOVE: costruire un canale con diversi generi che non abbia un target di riferimento preciso è un’operazione più complicata – spiega a Today Pubblicità Italia Laura Carafoli, Senior Vice President Programming & Content Discovery Italia -. Siamo contenti che il canale oggi abbia raggiunto l’1% di share e quindi diventa ancora più importante trovare programmi innovativi, sperimentare più linguaggi e anticipare le aspettative di quel pubblico che proviene dai primi 7 canali: intercettarlo e offrirgli un contenuto ampio è un must. Cucine da incubo è una delle risposte, con un format facile e di accesso diretto. La priorità rimane quella di lavorare sull’innovazione e sulla creazione di contenuti attraenti per il pubblico. Lo facciamo anche sui nostri canali che hanno un target di riferimento definito, maschile per DMax e femminile per Real Time, introducendo delle novità per allargarci a un pubblico più ampio. Per esempio su Real Time stiamo coprendo molto bene una fascia non semplice come l’access prime time con il programma di dating in onda da gennaio Take me out con Gabriele Corsi”.

Le tre anime di Discovery Italia – tematica, generalista e pay – si esprimono quindi in una proposta editoriale all’insegna della sperimentazione di nuovi linguaggi e della ricerca costante di innovazione. Tanti i prossimi highlights su cui punta il gruppo. Sempre su NOVE in primavera partiranno i nuovi episodi del programma evento Undressed, in onda in seconda serata.

“Si tratta di un format che rimette la chimica al centro dei rapporti interpersonali tra uomo e donna: è la nostra risposta al mondo virtuale che ha preso il sopravvento tra i giovani. Questa produzione originale, sviluppata con Zodiak per l’Italia, sarà realizzata anche in altri paesi di Discovery fra cui UK, Polonia e Olanda”, precisa Carafoli, che lancia l’arrivo su Real Time per il 3 aprile alle 23:05 della “nuova serie Anime in ballo, che racconta la storia degli MNAI’S, una compagnia di ballo di italiani di seconda generazione che raccontano attraverso la passione per la danza il loro riscatto. Un programma che si allinea allo spirito con cui sono nati Italiani made in China e I colori dell’amore – prosegue la manager -. Su DMax arriverà a maggio la nuova produzione originale Caccia all’oro bianco, cioè il tartufo. Quando si apre la stagione, in certe parti di Italia si apre una vera e propria ‘guerra’ e quindi il programma descrive, attraverso uno stile di narrazione un po’ western, la storia di questi ‘eroi’ che non sono i personaggi tipici del canale ma che hanno caratteristiche, per coraggio e astuzia, molto italiane”.

Forte di un ampio portafoglio di canali con 7 reti free e 6 pay, Discovery Italia “raggiunge oltre 45 milioni di individui al mese, un pubblico ben profilato con target commerciali interessanti – continua Carafoli -. Siamo il 3° editore per share in Italia, abbiamo chiuso il 2015 con una media del 6,4% sul totale individui e stiamo superando l’8,4% sul target commerciale 25-54. Siamo inoltre il broadcaster che, sempre nel 2015, ha avuto la crescita maggiore anno su anno in termini di share (+9% vs 2014). Inoltre siamo attivi sul mondo social, con oltre 3 milioni di fan su Facebook tra Real Time e DMax”.

Per completare le novità dei palinsesti, su Focus è in arrivo, sempre domenica 27 marzo alle 21:15, la prima produzione internazionale nata da Discovery Italia, Il Vangelo secondo Maria, anche questa già acquistata in altri paesi. Per quanto riguarda il mondo pay, dall’1 maggio sbarcherà su Discovery Channel la prima tv in 6 puntate della serie factual crime Killing Fields, la storia di un detective in pensione che riapre un cold case sull’omicidio di una ragazzina che ne nasconde altri.

Eurosport punta sull’offerta dei principali sport: dai campionati di calcio Usa della Major League al grande tennis del torneo Roland Garros di Parigi, passando per il ciclismo con il Giro d’Italia, il Tour de France, la Vuelta spagnola in esclusiva e le principali grandi classiche.

“Eurosport, inoltre, ha nel portafoglio i diritti tv delle Olimpiadi dal 2018 al 2024 ed è un brand su cui ci saranno investimenti importanti anche a livello locale. Riguardo al nostro business pay cerchiamo di rafforzare costantemente la relazione con Sky. Il documentario Sherpa, la storia di un gruppo di sherpa colpiti due anni fa da una valanga sull’Everest, è davvero pregevole ed è un perfetto esempio di cosa significhi offrire un contenuto premium”, conclude Carafoli.