Google lancia Analytics 360 Suite in un’unica piattaforma intuitiva

16 marzo 2016

di Fiorella Cipolletta


Nella settimana in corso che vede in atto la sfida uomo-computer tra Lee Sedol, il campione mondiale giocatore di Go, e AlphaGo, il software di intelligenza artificiale di Google, Mountain View lancia a livello globale Google Analytics 360 Suite, capace di fare il lavoro pesante, e rendere più intuitiva la comprensione dei dati. GA360 è un set di prodotti per l’analisi e per il marketing pronto a soddisfare le esigenze delle aziende.

Google Analytics 360 Suite è costituito da sei elementi: due già esistenti e quattro nuovi. La suite è stata costruita a partire dai due strumenti esistenti Google Analytics Premium e Adometry – che ora prendono il nome rispettivo di Google Analytics 360 e Attribution 360 – e sono stati completamente rivoluzionati per funzionare efficacemente in un mondo orientato al mobile e ricco di informazioni che provengono da numerose fonti, spesso difficili da elaborare.

Con Google Analytics 360 Suite aggiunge ai prodotti esistenti, Analytics Premium e Adometry, un insieme di strumenti: Google Audience Center 360, Google Optimize 360, Google Data Studio 360 e Google Tag Manager 360 che permettono di tradurre questi dati in insight utili per migliorare il marketing mix. Nel mare magnum dei Big data diventa primario non solo raccogliere un numero maggiore di dati, ma dare un senso a quelli di cui un brand è già in possesso, in modo da costruire una strategia coerente con il panorama digitale contemporaneo.

Il mobile ha rivoluzionato radicalmente lo scenario digitale. Le persone si rivolgono al proprio smartphone numerose volte al giorno, per micro-momenti che diventano fondamentali per comprendere le intenzioni di acquisto. I brand si trovano a dover gestire un incremento esponenziale di dati e numerosi strumenti di misurazione sul mercato. Per dare un senso ai dati, sono infatti necessari algoritmi efficaci, conoscenza tecnica e grande potenza di calcolo. Per comprendere il percorso di acquisto degli utenti è fondamentale interpretare in modo semplice e veloce le informazioni che arrivano da numerosi dispositivi e diversi canali come sito, app, social, negozi.

La filosofia che guida Google Analytics 360 Suite è quella di garantire “semplicità d’uso, integrazione e heavy lifting” sottolinea alla nostra testata Arnaud Monnier, Head of Google Analytics 360 nella regione Emea -. L’obiettivo è facilitare l’utente attraverso un’interfaccia sempre più comprensibile e completa; facile da usare come un motore di ricerca per mettere a disposizione dei marketer e dei brand le capacità e le potenzialità del machine learning”.

Google Analytics 360 Suite è costituito da sei elementi: due già esistenti e quattro nuovi. È stato costruito a partire dai due strumenti esistenti Google Analytics Premium e Adometry – che da oggi prendono il nome rispettivo di Google Analytics 360 e Attribution 360 – e sono stati completamente rivoluzionati per funzionare efficacemente in un mondo orientato al mobile e ricco di informazioni che provengono da numerose fonti, spesso difficili da elaborare.

I quattro prodotti che si collegano a Google Analytics 360, che resta al centro della suite, sono Audience Center 360 ovvero una Data Management Platform che permette una comprensione approfondita delle audience e la loro gestione, capace di offrire un’integrazione nativa con Google e DoubleClick, è aperta ai provider di terze parti, a piattaforme per la domanda e l’offerta, e non solo. Tag Manager 360 per la gestione delle tag per il monitoraggio sulle diverse properties; Optimize 360 per implementare e testare modifiche creative alle pagine web (test A/B) come per esempio il titolo di un articolo o la posizione di un’immagine cliccabile; Data Studio 360 per realizzare grafici e diagrammi facilmente condivisibili e di chiara comprensione.

Google Attribution 360, precedentemente noto come Adometry, è stato riprogettato da cima a fondo per aiutare gli inserzionisti a valutare i loro investimenti e allocare il budget con maggiore sicurezza. L’analisi della performance su tutti i canali, i dispositivi e i sistemi permette di ottenere il marketing mix più efficace. Il nuovo prodotto a pagamento, sul mercato da ieri, è a disposizione, in fase beta, di aziende di grandi dimensioni che hanno l’esigenza di integrare e utilizzare dati provenienti da numerose fonti, proprietarie e di terze parti, che comunemente non comunicano tra loro. I

l vantaggio è quello di poter trovare su un’unica piattaforma tutte le informazioni necessarie, e poter compiere azioni restando all’interno della dashboard. Chi già utilizza Google Analytics Premium troverà molto semplice e rapido il passaggio a GA360, e potrà scegliere se e quali ulteriori strumenti implementare: i diversi tool sono infatti modulari. In Italia sono numerose le aziende che possono trarre vantaggio da GA360 – dal settore automotive al GDO alle banche/assicurazioni al mondo della moda – tutti i brand che usano diversi canali per il marketing e hanno l’esigenza di interpretare coerentemente il grande volume di dati di cui sono in possesso.