Publicis Media svela la nuova organizzazione. Bonori Global Brand President di Zenith

10 marzo 2016

Vittorio Bonori

Publicis Media ha presentato ieri la nuova organizzazione delle sue sigle globali che operano nel campo del media planning & buying, come annunciato dal ceo Steve King.

“Publicis Media è una nuova opportunità per semplificare la nostra organizzazione, inventare approcci più moderni per ottenere efficienza, introdurre strutture per una maggiore collaborazione ed efficacia, e raggiungere nuovi livelli di valore per il cliente”, ha detto King. “Una struttura più snella e più semplice che porterà più valore ai nostri clienti e la volontà di accelerare ulteriormente la nostra crescita”, ha aggiunto Maurice Lévy, chairman e ceo di Publicis Groupe.

La struttura di Publicis Media coprirà i primi 20 mercati globali, organizzati su tre regioni e guidate rispettivamente da Tim Jones, ceo regionale per le Americhe, Iain Jacob, ceo regionale per l’area Emea, e Gerry Boyle, ceo regionale per Apac. A livello globale, Adrian Sayliss diverrà cfo, Séverine Charbon diventerà il Chief Talent Officer e John Sheehy supervisionerà clienti globali. Publicis Media consoliderà i suoi sei marchi globali (Starcom, Mediavest, Spark, Zenith, Optimedia e Blue 449) in quattro marchi globali: Starcom e Zenith, che continueranno a operare come global agency brand, e i nuovi Mediavest | Spark e Optimedia | Blue 449.

Ogni sigla sarà guidata da un Global Brand President, con Lisa Donohue che lo sarà di Starcom, Vittorio Bonori di Zenith, Brian Terkelsen di Mediavest | Spark e Andras Vigh di Optimedia | Blue 449. Ci saranno inoltre, quattro ceo negli Stati Uniti: Chris Boothe di Mediavest | Spark, Dave Ehlers di Optimedia | Blue449, Lou Rossi di Zenith e Lisa Donohue che manterrà la carica di ceo di Starcom.

Tutti riporteranno a Tim Jones, ceo America. In questa ristrutturazione, i nomi dei network Starcom Mediavest Group e ZenithOptimedia sono ‘andati in pensione’ per la costruzione di una struttura più lineare. Publicis Media sarà in grado di fornire più valore ai clienti attraverso le competenze delle singole centrali media. VivaKi sarà integrata nel modello Publicis Media’s Global Practice, mentre Performics rimarrà un’agenzia globale di performance marketing e opererà trasversalmente tra tutte le sigle.