Nespresso cerca ‘un’idea di straordinario’ con Userfarm

10 marzo 2016

Dopo l’annuncio del primo Nespresso Talents 2016 alla 66eisma Berlinale, dal 7 marzo al 10 aprile 2016 il concorso è ufficialmente aperto ed è possibile inviare i propri lavori a Nespresso.com/talents e al sito web del partner Userfarm.com, di recente acquisita da IEN con Filmmaster Productions. La sfida lanciata ai film-makers è di realizzare e condividere uno spot di 3 minuti in formato verticale che mostri la propria ‘idea di straordinario’.

L’obiettivo del contest è trovare nuovi film-makers da ogni parte del mondo su un’unica piattaforma su cui condividere e rendere omaggio al loro talento. Nespresso ha scelto come partner Userfarm, uno dei modelli di video crowdsourcing tecnologicamente più avanzati e leader in Europa con all’attivo 170.000 film maker, per la ricerca di nuove personalità. Con questa iniziativa vuole sostenere sia gli eventi pubblicitari destinati ai nuovi talenti e all’innovazione, sia le piattaforme che premiano le migliori creatività, tra cui il Festival di Cannes, “La Semaine de la Critique” della Berlinale e il Berlinale Talents.

Il contest che si sviluppa sul tema ‘Esplora il tuo Straordinario’ rimanda a uno dei messaggi chiave di Nespresso: ogni momento del nostro quotidiano può essere trasformato in qualcosa di straordinario. I film maker potranno interpretare il tema in qualsiasi modo, attraverso il linguaggio e il genere che si preferisce, ma dovranno girare in formato verticale (9:16). La giuria, scelta con l’aiuto di Berlinale Talents e La Semaine de la Critique, è stata appositamente creata per Nespresso Talents 2016 e sarà composta da tre film-makers di grande talento e da Alfonso Gonzalez, Head of International Marketing and Strategy di Nespresso. L’elezione del vincitore si svolgerà con una cerimonia dedicata durante il Festival di Cannes.

La richiesta di girare lo spot in verticale va controcorrente alle canoniche riprese orizzontali, ma si tratta di un forte rimando al modo in cui il pubblico usufruisce della maggior parte dei contenuti, con il cellulare e con il tablet: guardare spot verticali permette sia al pubblico che ai film-maker di vedere i contenuti da una prospettiva nuova e sviluppare nuovi metodi per raccontare una storia in modo creativo.