TBWA\ Worldwide investe sulla leadership al femminile con Take the Lead 20/20

8 marzo 2016

Nicoletta Levi

Aumentare la leadership delle donne nel network del 20% entro il 2020. È l’obiettivo di Take the Lead 20/20, il nuovo progetto lanciato da TBWA\Worldwide. Ad accogliere la sfida, lanciata a settembre 2015 dal presidente e ceo di TBWA\Worldwide Troy Ruhanen, anche la filiale italiana dell’agenzia, che coinvolgerà le sedi di Milano e Roma. Qualificare e aumentare la presenza delle donne nella vita organizzativa e nei centri decisionali dell’azienda, attraverso la valorizzazione di alcune caratteristiche peculiari femminili e la presa di coscienza degli atteggiamenti che ostacolano la leadership il fine ultimo dell’iniziativa.

“Siamo stati molto contenti della sfida che ci ha lanciato Troy anche perché in Italia siamo già sulla buona strada nel riconoscere alle donne le capacità e i ruoli che si meritano. Siamo infatti già, sotto questo profilo, tra le 5 migliori agenzie del network ma faremo ancora meglio”, dichiara Marco Fanfani, ceo e group country manager TBWA\Italia.

Le donne che lavorano in comunicazione sono molto numerose ma poche riescono a raggiungere ruoli chiave. TBWA\ ha riconosciuto il problema e vuole lavorare insieme alle sue risorse per promuovere la loro ambizione e guidare il cambiamento. La volontà è quella di portare consapevolezza, stimolare conversazioni e fare concreti passi avanti per luoghi di lavoro più bilanciati in termini di leadership.

“Take the Lead 20/20 è un progetto concreto” esordisce Nicoletta Levi, direttore generale di TBWA\Italia, che ieri ha presentato l’iniziativa presso la sede milanese dell’agenzia in un evento che ha raccolto il contributo di tre manager al femminile: Elisabetta Magistretti, consigliere indipendente di Smeg, Manuela Soffientini, AD divisione commerciale di Electrolux e Paola Profeta, professore associato Scienza delle Finanze Università Bocconi e coordinatrice di ‘Dondena Gender Initiative’.

“La leadership  – spiega Levi – è un concetto non ancora chiaro, viene interpretato in maniera distorta anche dalle donne stesse che pensano di dover mascolinizzarsi per assumere ruoli decisionali in azienda. Non è così. C’è una differenza di genere, ma questo non vuol dire rinunciare a caratteristiche tipicamente femminili in favore di un atteggiamento maschile. Concretezza, sensibilità, multitasking, intuizione sono qualità proprie delle donne che anzi possono aiutare a ricoprire ruoli decisionali e che soprattutto nel nostro lavoro pagano. Bravura e capacità sono l’unica discriminante per raggiungere posizioni di leadership”.

Ma qual è lo stato delle “quote rose” in TBWA\Italia? “Non siamo messi male. Sono donne la maggior parte delle nostre client service director e abbiamo diversi direttori creativi – risponde Levi -. Non voglio però che il concetto di leadership al femminile rimanga confinato in posizioni apicali”. Coerente con questo pensiero, il coinvolgimento di tutte le professioniste di TBWA\Italia nel percorso di formazione che intende essere il primo step di Take the Lead 20/20 in Italia.

“Con il supporto di docenti esterni abbiamo in programma nei prossimi mesi quattro seminari sulla leadership indirizzati a tutte le donne dell’agenzia che operano in diversi ruoli e livelli, nella sede di Milano e Roma. È il primissimo passo del percorso quinquennale Take the Lead 20/20”.  (C.P.)