Il seno delle donne censurato su Instagram: al via #TouchThem contro il cancro

8 marzo 2016

Justine Mattera

Durante il mese di marzo, la censura diventa un nuovo e potentissimo media per parlare di prevenzione del tumore alla mammella. Per la prima volta, la censura su Instagram diventa protagonista di una campagna educational dedicata a questo tema. Nello specifico, si parla di autopalpazione, strumento utile per sensibilizzare le donne alla prevenzione.

Per l’occasione, l’emoji a forma di mano diventa il simbolo della campagna: tutte le donne sono invitate ad utilizzarla per le proprie foto su Instagram, censurando il seno e condividendo le immagini con l’hashtag #touchthem. Su Instagram, infatti, è vietato pubblicare immagini di nudo e, con questa iniziativa, una forma di censura diviene, paradossalmente, protagonista e portavoce di un messaggio.

Per aderire, è sufficiente visitare il mini-sito censorshipforcancer.com, dove è attiva una sezione che, attraverso un tool, permette a chiunque di fotografarsi, censurarsi e pubblicare la propria foto su Instagram. Sul sito inoltre è presente un video tutorial dedicato alla corretta autopalpazione, il primo passo di un percorso di prevenzione che deve prevedere anche controlli clinici specialistici e strumentali, quali mammografia ed ecografia.

Importanti fotografi come Richard Kern, Emanuele Ferrari, Andrea Olivo, Settimio Benedusi, Ale Casagrande, Larsen Sotelo, Andrew Kuykendall e instagrammer/celebrity come Sita Abellan, Justine Mattera, Valentina Giorgia Pegorer, Caterina Di Sciascio, Margot Ovani hanno già aderito all’operazione, pubblicando le foto ‘censurate’, accompagnate dall’hashtag della campagna Censorship For Cancer.

L’iniziativa è stata ideata dall’agenzia pubblicitaria J. Walter Thompson Italy con la consulenza scientifica di Fondazione ANT Italia Onlus, primario attore sulla scena nazionale nel campo della prevenzione oncologica e dell’assistenza specialistica domiciliare e gratuita ai malati di tumore.