Un Giro d’Italia più social per conquistare i giovani

29 gennaio 2016

Enel, Mediolanum, Algida ed Eurospin: i quattro sponsor di maglia scommettono sul territorio 

di Andrea Crocioni

Ieri a Milano, a esattamente 99 giorni dal via della 99esima edizione del Giro d’Italia (quest’anno in partenza dall’Olanda), Gazzetta dello Sport e Rcs Sport hanno svelato le maglie coi rispettivi sponsor e la madrina della manifestazione ciclistica che quest’anno sarà la showgirl Giorgia Palmas.

La principale novità è rappresentata da Enel che si lega per i prossimi tre anni alla Maglia Rosa e che proprio ieri ha fatto ‘esordire’ a un evento pubblico italiano il logo presentato solo pochi giorni fa a Madrid. “E’ il nostro battesimo alla competizione – ha commentato Nicola Lanzetta, Responsabile Mercato Italia del colosso energetico -. Giro è sinonimo di movimento e trovo che si associ benissimo con lo spirito della nostra azienda. Sarà un’occasione straordinaria per far conoscere il nuovo logo ai nostri clienti”.

Partner consolidato, invece, Banca Mediolanum al 14° appuntamento con la gara e ancora una volta sponsor della Maglia Azzurra, dedicata ai migliori scalatori. “Puntiamo a capitalizzare al massimo il nostro modo di fare banca. Per questo ancora una volta coinvolgeremo i nostri clienti e la nostra rete durante le tappe del Giro”, ha detto Luca Lisoni, responsabile Comunicazione e Marketing Clienti dell’istituto.

E’ un ritorno anche quello di Algida che si lega alla Maglia Rossa, indossata dal leader della classifica a punti. “Il nostro obiettivo è portare la felicità dove sono i consumatori – ha sottolineato Maurizio Ruvolo, ‘Io sono Algida’ Country Project Leader per il marchio -. Il primo anno di partnership siamo stati presenti con Winner Taco, nel 2015 abbiamo portato i Classici, quest’anno torneremo con i Classici e con una sorpresa che sarà sostenuta da un’importante campagna di comunicazione”.

Sulle strade del Giro, con la Maglia Bianca dei giovani, torna anche Eurospin. “Siamo un’azienda molto territoriale, presente in Italia con oltre mille punti vendita, direi che con il Giro d’Italia c’è una perfetta sintonia – ha affermato Luca Burgazzoli, direttore Marketing dell’insegna -. Facciamo poca pubblicità, ma ci piace essere vicini ai nostri clienti”.

I quattro simboli del primato nelle classifiche – generale, del gran premio della montagna, a punti e dei giovani – saranno esposte per sette giorni a partire da oggi nelle Librerie Rizzoli di Milano Galleria e di New York oltre che nel Gelderland, da dove il Giro d’Italia prenderà il via venerdì 6 maggio. L’ad di Rcs Sport, Raimondo Zanaboni, ha ricordato il prestigio di una manifestazione che di anno in anno accresce il suo valore a livello nazionale e internazionale.

Un riconoscimento che arriva anche dai partner, in tutto una trentina. Oltre agli sponsor di maglia, si possono citare 3 Italia, sponsor di tappa, Casa.it sponsor dell’ultimo km, Honda auto ufficiale del Giro, e Santini Maglificio Sportivo, partner tecnico che ha realizzato le casacche dei diversi leader di classifica. Quello del 2016 sarà un Giro attento a conquistare il pubblico giovane.

“Sarà una manifestazione molto social – ha confermato Paolo Bellino, direttore Generale di Rcs Sport -. Ci sarà una vera e propria svolta nella comunicazione. Non credo ripeteremo le campagne atl dello scorso anno, ma ci concentreremo su mondo digitale (streaming compreso, ndr) e territorio. I social media servono a raccontare una storia che si sviluppa nell’arco di 365 giorni. A breve lanceremo il nuovo sito del Giro, perfettamente integrato con quello di Gazzetta. Prevediamo di sfruttare le potenzialità degli eventi per parlare della competizione. Con Enel gireremo l’Italia. Da marzo sono previste dieci tappe in cui porteremo il trofeo senza fine e la Maglia Rosa. E’ importante trovare con gli sponsor un comune terreno di dialogo. In questo senso, penso che un’azienda come Enel, ma anche altre realtà, possano essere interessate al nostro sogno di realizzare in futuro un Giro a zero emissioni di CO2. Sarà rinnovata anche la Carovana che diventa anche social in un’operazione che godrà del supporto di un partner radiofonico”.

Sulla raccolta 2016 il manager non rilascia numeri: “Posso dire che siamo soddisfatti e che i risultati sono in linea con i nostri obiettivi”. Per quanto riguarda più in generale le attività di Rcs, uscendo dall’ambito strettamente ciclistico, il direttore generale ha annunciato il recente incarico ricevuto dalla società per l’organizzazione del torneo preolimpico di basket, assegnato all’Italia,  che si terrà a Torino dal 4 al 9 luglio.