MullenLowe Group presenta la nuova brand identity del network globale

25 gennaio 2016

Nuova identità aziendale che consolida la propria immagine di ‘coraggioso’ laboratorio creativo globale

 

Nata a maggio 2015 dalla fusione tra le agenzie Mullen del gruppo americano IPG e la rete creativa globale di Lowe and Partners, MullenLowe Group, ha annunciato i progetti alla base della nuova identità aziendale globale. La nuova identità del marchio è stata studiata per sottolineare il posizionamento sul mercato di MullenLowe Group come laboratorio creativo globale caratterizzato da un approccio grintoso e basato su un modello operativo iper-integrato.

Alex Leikikh, global ceo di MullenLowe Group ha dichiarato: “La nascita di MullenLowe Group ci ha offerto l’opportunità di creare un network di comunicazione globale totalmente inedito, una rete non suddivisa in compartimenti stagni, ma caratterizzata da una pianificazione della comunicazione integrata che fa parte del dna del suo modello operativo. Una rete che ci consentirà di esprimere al meglio la nostra creatività e di sfruttare il nostro talento in modo trasversale tra le diverse discipline, con l’obiettivo di affrontare le sfide proposte dai nostri clienti”.

Da oggi la rete di MullenLowe Group si articolerà in 4 marchi principali: MullenLowe, che fornirà soluzioni di comunicazione integrata di marketing, MullenLowe Profero, network digitale pure-play, MullenLowe Mediahub, che offrirà soluzioni di pianificazione e acquisto dei media, e MullenLowe Open, che si occuperà di shopper marketing e di brand activation incentrata sui comportamenti.

Fedele alla sua logica coraggiosa, MullenLowe Group ha concepito alcune delle idee di comunicazione più efficaci e di alto profilo apparse di recente sul mercato globale, affrontando comportamenti estremamente radicati e superando le aspettative di visibilità dei brand clienti: negli Stati Uniti, caratterizzati da un netto calo di vendite dei biglietti di auguri per la festa della mamma, MullenLowe Group ha rimodellato la percezione del ruolo della madre di un’intera nazione, garantendo ad American Greetings un aumento del fatturato del 30% grazie alla campagna ‘Il lavoro più difficile del mondo’ e vincendo il North American Effie Grand Prix 2015.

In India, MullenLowe Group ha raccolto la sfida apparentemente impossibile di raggiungere milioni di persone in una regione fuori dalla portata dei media, creando per Hindustan Unilever un canale di comunicazione totalmente nuovo per coinvolgere i consumatori attraverso l’intrattenimento. Frutto di questo impegno è stata la campagna ‘Kan Khajura’, al primo posto nella prestigiosa classifica mondiale WARC 100.

In Cina, dove si verifica un incidente stradale ogni 3 minuti, MullenLowe Group è riuscita a scalfire le più radicate abitudini scorrette degli automobilisti locali, raddoppiando l’attenzione per la segnaletica grazie alla campagna ‘Cartelli stradali umani’ condotta per Buick e pluripremiata in Cina lo scorso anno. Per tradurre in immagine la sua nuova identità di marchio, il network ha fatto ricorso ai propri talenti: il logo della ‘piovra pugile’ è stato infatti ideato da MullenLowe Brasil.

José Miguel Sokoloff, presidente del Comitato creativo globale di MullenLowe Group, ha commentato: “Il nuovo logo incarna perfettamente il posizionamento sul mercato di MullenLowe Group come laboratorio creativo animato da un atteggiamento coraggioso e aperto alle sfide, e sottolinea il netto vantaggio competitivo del network basato su un’offerta iper-integrata”.

A partire da gennaio 2016 tutte le 90 agenzie Lowe, sparse in 65 diversi Paesi, diventeranno ufficialmente agenzie MullenLowe.