School Bonus, la Presidenza del Consiglio dei Ministri cerca agenzia per ‘raccontarlo’

18 gennaio 2016

di Andrea Crocioni


L’approvazione della legge sulla Buona Scuola ha portato numerose riforme e cambiamenti radicali in ambito scolastico. Tra questi lo School Bonus, ovvero un credito d’imposta per tutte le erogazioni liberali a favore degli istituti scolastici. Tale bonus, legato alle donazioni di privati che potranno essere utilizzate per riqualificare le scuole, porterà agevolazioni fiscali nella misura del 65% nel  2016 e del 50% nel 2017.

Lo School Bonus viene calcolato su un’erogazione liberale annuale massima di 100.000 euro. Per comunicare questa importante novità, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha avviato una procedura di affidamento in economia del servizio di ideazione di una campagna integrata. Le agenzie coinvolte dovranno sviluppare la creatività, la strategia e occuparsi anche della produzione della stessa. La richiesta è di realizzare uno spot, nei tagli da 30” e 15”.

A questo di affiancano un radiocomunicato, due format banner, un kit btl, lo sviluppo di contenuti di carattere ‘virale’ e attività social. In più, le strutture coinvolte dovranno avanzare proposte creative, da valutare, per stampa e outdoor (è richiesta la produzione di layout grafici). Le proposte dovranno essere presentate entro il 25 gennaio.

La nota dolente? Il budget risibile. In palio solo 35 mila euro (Iva esclusa), a fronte di creatività e produzione dei contenuti, e la ‘competizione’ si gioca al ribasso.