Teads è il nuovo native video advertising provider di Mashable

15 gennaio 2016

Fabio Zoboli

Teads, la company guidata in Italia da Michele Marzan, è stata scelta come native video advertising provider da Mashable. Il sito web statunitense dedicato all’attualità e realizzato in forma di blog, che vanta 45 milioni di visitatori unici al mese, potrà in particolare monetizzare ulteriormente i propri contenuti attraverso l’InRead, il formato di video advertising proprietario di Teads. Gli inserzionisti pagheranno solo quando sarà raggiunto un determinato livello di viewability.

“Gli utenti non vogliono essere interrotti da annunci pubblicitari video intrusivi quando stanno leggendo contenuti di loro interesse online – ha commentato Jim Daily, presidente Teads Usa e Canada -. Con InRead, Mashable riuscirà a massimizzare la sua inventory rispettando al contempo l’esperienza del suo pubblico di riferimento”. Mashable va ad aggiungersi al gruppo di editori partner di Teads tra cui si annoverano The Guardian, Forbes, Reuters e La Repubblica.

“La partnership con un brand importante come Mashable rispecchia pienamente la strategia di Teads, una strategia incentrata sui pilastri della qualità e dell’innovazione costante”, spiega a Today Pubblicità Italia Fabio Zoboli, Publisher director di Teads Italia.

“Teads, con i formati proprietari outstream, si pone come società di riferimento globale per tutti i brand che consapevoli dell’importanza del video nella propria strategia di pianificazione pubblicitaria non possono che riconoscere la bontà di un posizionamento viewable by design e inserito in contesti editoriali di certa qualità. Questo comporta concreti ed immediati benefici per tutti gli editori che investono importanti risorse per garantire quei contenuti all’interno dei quali i formati video native di Teads trovano la loro naturale collocazione. Ed è a questo connubio tra un’inventory premium e formati che rispettano l’esperienza utente che i brand rivolgono la propria attenzione e investimenti, generando nuovi flussi di revenue per gli editori”.

“Teads – conclude Zoboli – punta sul mercato italiano con l’obiettivo di porsi come partner privilegiato dei principali gruppi editoriali, sostenendoli nello sviluppo della loro strategia video e creando il più alto valore aggiunto, guardando ora ai primi mesi del 2016 pronti ad annunciare nuove ed importanti iniziative”.