Fastweb ‘corre’ con Usain Bolt. Firma Take

11 gennaio 2016

Fastweb, società che operanelle connessioni Internet a banda ultralarga di rete fissa, inaugura il 2016 con uno spot istituzionale dedicato alla velocità, stabilità e potenza della propria fibra ottica. Protagonista del nuovo spot è Usain Bolt, l’atleta giamaicano considerato il più grande velocista di tutti i tempi.

Undici volte campione del mondo, sei volte oro Olimpico, Usain Bolt detiene ben tre primati del mondo nei 100 metri, nei 200 metri e nella staffetta 4×100. Nato e cresciuto in un remoto villaggio della Giamaica, Bolt rappresenta l’impegno e la passione, la velocità e la potenza,  ed è solo grazie alla sua fibra interiore che il ‘Fulmine’ è diventato l’uomo più veloce del mondo.

“Correre è sempre stata la mia passione, ma il fisico non basta. Per ottenere un record bisogna lavorare, allenarsi, impegnarsi, lottare per superare i propri limiti. Ho accettato di diventare testimonial di Fastweb perché è una società giovane che punta a migliorarsi continuamente”, ha dichiarato Bolt.

“Fastweb è stato il primo operatore a portare la fibra in Italia nel 2000, nel 2010 è stato il primo a offrire collegamenti a 100 Mbps. Quest’anno raggiungerà con la banda ultralarga 7 milioni di famiglie e imprese. Come Bolt puntiamo sulla velocità, ma anche sulla qualità e affidabilità della nostra rete e del nostro servizio – ha dichiarato Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb -. Usain Bolt incarna i valori distintivi della nostra azienda, condividendo con noi la passione e la determinazione nell’affrontare nuove sfide. Fastweb, proprio come il leggendario Bolt, vuole continuare a essere sempre un passo avanti”.

La creatività è stata ideata da Take con la direzione creativa di Arturo Massari. La casa di produzione è BRW Filmland e la regia dei Sämen. La pianificazione è curata da Vizeum. La musica è ‘Run boy run’ di Woodkid. A partire dal 9 gennaio la campagna è veicolata in tv, su Rai, Mediaset e La7, sui canali satellitari di Sky, sui canali del digitale terrestre, sulle principali emittenti radiofoniche e su Internet attraverso attività di video, display e keywords.