Il nostro tempo monopolizzato dalle app

La ricerca di comScore


I minuti trascorsi sul web da desktop diminuiscono del 21% rispetto al 2015, mentre quelli passati sulle applicazioni per smartphone e tablet crescono fino a rappresentare l’87% del totale del tempo online su mobile. Complessivamente, gli italiani passano più di 46 ore al mese su applicazioni mobile, contro poco più di 7 ore su mobile web.
Per sentire per la prima volta espressioni come “stiamo assistendo ad una sensazionale crescita del digitale”, avremmo bisogno di viaggiare indietro nel tempo di diversi anni. Ma questo tipo di proclami hanno funzionato bene per gli addetti ai lavori per un lasso di tempo considerevole. Per poter approfittare delle aree di crescita del tempo speso sul digitale è importante comprendere l’eterogeneità della popolazione digitale, risultato di un numero sempre crescente di dispositivi e punti di accesso.
Pochi saranno sorpresi dal sapere che la crescita del mercato digitale italiano è guidata dal consumo internet mobile. Ma ciò che è importante notare è l’esplosione delle applicazioni mobile a discapito del desktop, i cui minuti a ottobre 2016 sono in calo del 21% rispetto all’anno precedente.
Dietro la crescita del mobile, si nasconde l’ascesa delle app: secondo i dati provenienti dalle piattaforme MMX Multi-Platform e Mobile Metrix di comScore,  a ottobre i minuti passati sulle applicazioni rappresentano più dell’87% del tempo totale su mobile, e oltre metà del totale dei minuti digitali in Italia. Per riprendere la metafora del viaggio nel tempo sopra menzionata, il totale dei minuti che gli italiani hanno trascorso su app mobile a ottobre ammonta a 49 milioni di giorni, equivalenti a 134.000 anni – il tempo che occorrerebbe per tornare nel Paleolitico, poco dopo la prima apparizione dell’uomo di Neanderthal.

La crescita delle app risulta ancora più evidente quando si guarda il tempo medio online per utente nel mese: gli italiani passano più di 46 ore su applicazioni mobile, contro poco più di 7 ore su mobile web.
La domanda che sorge quindi spontanea è quando le app raggiungeranno il loro picco, se già non l’hanno raggiunto. Mentre appare chiaro che il tempo speso sulle applicazioni continua a crescere, il mercato al tempo stesso sta diventando più competitivo. Il club delle app di successo appare molto esclusivo, e dominato da grandi e affermate aziende quali Google e Facebook – persino le applicazioni gratuite faticano. Infatti, a ottobre 2016 su smartphone Android, oltre il 70% dei minuti trascorsi sulle top-100 app per tempo speso, appartiene alle prime cinque della lista. Un dato che dimostra come i concorrenti debbano fronteggiare una forte concentrazione.
Un altro dato a dimostrazione delle grandi barriere d’entrata al mercato delle app mobile è quello dei download. A ottobre, più del 56% degli italiani non ha scaricato nemmeno una app, e di quelli che lo hanno fatto, più del 57% ne ha scaricate solamente una o due. Solo pochi utenti hanno scaricato più di sei applicazioni durante il mese, e rappresentano meno del 9% dell’audience totale.

La crescita delle audience e l’incremento della quota occupata nel tempo totale online suggeriscono che c’è ancora spazio per il progresso delle app. Allo stesso tempo, è molto importante, riconoscere e capire le sfide che gli editori proprietari di applicazioni si trovano a dover affrontare per acquisire una fetta maggiore di tale opportunità. La storia ci insegna che, nel mercato delle app, la gloria spetta solo ai pochi fortunati vincitori.

Paramount Channel inizia il 2017 con un colpo di fulmine

La programmazione del 31 dicembre e 1 gennaio

 

Paramount Channel, il canale di intrattenimento di Viacom International Media Networks Italia, visibile sul 27 del digitale terrestre e in HD sul canale 127 di Tivusat, presenta gli highlights per trascorrere insieme la notte di sabato 31 dicembre e la serata di domenica 1 gennaio 2017.

Sabato 31 dicembre, a partire dalle 20.15 circa l’appuntamento è con il secondo episodio dell’intramontabile saga che narra le vicende di don Vito Corleone, Il Padrino – Parte II, seguito da un grande classico del cinema anni ‘70 per celebrare l’inizio del 2017 all’insegna della musica dance: La Febbre del Sabato Sera.

Mentre per l’anno nuovo, a partire dalle 21.10, l’appuntamento clou della prima serata del 2017, domenica 1 gennaio, sarà all’insegna dell’amore a prima vista con Serendipity – Quando l’amore è magia, commedia sentimentale del 2001 diretta da Peter Chelsom con John Cusack, Kate Beckinsale e Molly Shannon.

 

A Capodanno il Corriere della Sera regala ‘Buongiorno Italia’

In digital edition e in formato cartaceo con distribuzione straordinaria

 

 

Per il quarto anno, il Corriere della Sera pubblica un’edizione speciale di Capodanno, giorno in cui i giornali non escono. Con il numero straordinario ‘Buongiorno Italia’ il Corriere della Sera dedica il primo giorno del nuovo anno alla lettura e alla condivisione di storie positive, spesso ignorate dai media, che il Corriere invece è impegnato da tempo a mettere in luce.

Non si tratta di buone notizie consolatorie, ma di storie costruttive che hanno come motore la mobilitazione di volontari, associazioni, imprese o semplici cittadini. Un’ampia sezione è dedicata al terremoto nel Centro Italia dove il Corriere è impegnato in prima linea con l’iniziativa Un aiuto subito.

Diverse le storie, dalla Sardegna alla Puglia, di giovani legati alla terra e impegnati nel salvare aree destinate all’abbandono e all’inquinamento e nel recuperare antiche coltivazioni. O strutture iconiche come i trabucchi della costa adriatica.

Il settore sociale abbraccia la disabilità con i dieci anni dell’esperienza di Dynamo Camp, l’incontro tra architettura, arte e nuova psicologia per un progetto che riguarda i bambini malati di tumore, l’organizzazione di un centro di assistenza burocratica in un campo profughi da parte degli stessi emigranti, il laboratorio di liuteria nel carcere di Opera a Milano. Tra i casi di imprese, quella di un’azienda che si occupa di far pulizia nello spazio di satelliti fuori uso.

Tra i personaggi l’unico italiano in lizza per il Global Teacher Prize che premia ogni anno il miglior maestro al mondo esaminando 20 mila docenti provenienti da 179 nazioni. Insomma una panoramica su un’Italia che crea generatività sociale. E proprio su questo punto un intervento finale è affidato alla filosofa Donatella Di Cesare che riflette su come l’etica possa incidere sulla nostra quotidianità.

Per tutti, abbonati e nuovi lettori, l’accesso alla digital edition il primo gennaio sarà totalmente gratuito e contribuirà alla grande donazione del Corriere della Sera a ‘Un aiuto subito’, l’iniziativa solidale di Corriere della Sera e TgLa7 che costituisce un riferimento sicuro per quanti vogliono contribuire a opere di pubblica utilità all’indomani di eventi catastrofici: scaricando la digital edition di Corriere della Sera senza nessun costo, tanti potranno partecipare alla raccolta fondi pro terremotati e cominciare il nuovo anno all’insegna del sorriso e della solidarietà. Il Corriere della Sera devolverà infatti al progetto 50 centesimi per ogni download dello speciale ‘Buongiorno Italia’ del primo gennaio.

‘Buongiorno Italia’ sarà anche disponibile in formato cartaceo, con una distribuzione straordinaria di 400.000 copie. La versione cartacea di ‘Buongiorno Italia’ sarà distribuita in numerosi luoghi di transito: piazze, hotel e punti ristoro delle principali località turistiche montane e nelle città di Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma e Napoli. Tutti i particolare dell’iniziativa e i luoghi dove sarà possibile trovare lo speciale al link corriere.it/buongiornoitalia.

Al progetto di solidarietà è destinato anche il 10% del ricavo pubblicitario del numero speciale, frutto dell’investimento da parte delle numerose aziende che hanno creduto nell’iniziativa.

King Holidays premia i clienti Euronics per il lancio di assassin’s creed

Movie Contest
 

Entrare in un punto vendita Euronics e ritrovarsi in vacanza a Malta: King Holidays, tour operator di successo presente sul mercato italiano da 25 anni, torna ad affiancare il mondo del cinema mettendo in palio il premio del Movie Contest promosso da Euronics in occasione del lancio di Assassin’s Creed, colossal cinematografico che sarà in tutte le sale dal 4 gennaio, distribuito da 20th Century Fox.

Una vacanza nell’arcipelago maltese, alla scoperta delle location utilizzate per girare le scene più spettacolari del film, è il premio offerto da King Holidays, da sempre tour operator di riferimento sulla destinazione. Nello specifico, il pacchetto comprende il volo dall’Italia, i trasferimenti in loco e un soggiorno di 5 notti al Cavalieri Art Hotel di St. Julian’s o al Dolmen Resort di Qawra, tra i migliori 4 stelle di Malta. Inclusa nel soggiorno anche una visita guidata della capitale Valletta.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito del progetto ‘Euronics Movie Contest’, l’attività promozionale targata Euronics per promuovere l’uscita dei grandi blockbuster cinematografici: coinvolge tutti gli oltre 300 punti vendita sul territorio nazionale dal 22 dicembre all’11 gennaio, periodo strategico grazie all’altissimo traffico in-store per gli acquisti di Natale. La meccanica è semplicissima: tutti i clienti che assisteranno al trailer e allo spot promozionale trasmesso dagli schermi a circuito chiuso posizionati nei punti vendita Euronics saranno invitati ad inviare un SMS utilizzando il testo contenuto al termine dello spot e parteciperanno così all’estrazione del viaggio offerto da King Holidays.

Il marchio King Holidays è presente in tutta la campagna legata all’operazione: oltre ai promospot in onda sugli schermi a circuito chiuso dei punti vendita (circa 20 per ogni negozio), la campagna è on air anche su piattaforme digital. Il concorso è infatti comunicato attraverso il sito internet di Euronics, con un banner in homepage e una pagina dedicata e sulla pagina Facebook ufficiale, che sta per raggiungere il milione di fan.

“Ancora una volta il nostro marchio si lega a quello di altre aziende eccellenti – commenta Americo de Sousa, general manager King Holidays – a testimonianza della qualità dei nostri prodotti. In questa occasione è stata selezionata una destinazione che ha riscosso un grande successo nel corso dell’anno in termini di passeggeri”.

King Holidays partecipa all’iniziativa grazie a m&cs, agenzia di marketing e comunicazione di Milano che affianca il tour operator per tutte le attività promozionali e di ufficio stampa. La realizzazione della meccanica promozionale è stata studiata da Wepromo, agenzia specializzata nell’entertainment marketing che ogni mese realizza i progetti promozionali promossi da Euronics.

 

 

 

Gruppo Libera Brand Building: nel 2016 fatturato in crescita a tripla cifra

 

Oltre i 4 milioni di euro i ricavi della società torinese di comunicazione, digital ed eventi

 

Il Gruppo Libera Brand Building, holding di comunicazione presente a Torino e Milano, consolida la propria quota di mercato con un risultato che supera abbondantemente il budget ipotizzato a inizio anno. Come spiega una nota, le previsioni per il 2016 registrano infatti una crescita del 100% rispetto al 2015, con un fatturato che supererà i 4 milioni di euro. I fattori che hanno contribuito al raggiungimento di questo importante risultato sono stati molteplici: diversificazione del business, cross medialità e ricerca del talento.

Nel 2014 il Gruppo ha iniziato una strategia di diversificazione della propria offerta. Libera Brand Building, società di branding, comunicazione e advertising è divenuta Holding creando due nuove aziende: Bebit Srl, la creative digital company del Gruppo, e MagicBox Events Srl, società attiva nel campo degli eventi e della brand activation.

La crossmedialità, continua la nota, è un elemento che ha attratto i  clienti del Gruppo, big player nazionali e multinazionali del calibro di Puma, Ariston Thermo, Diageo (con i brand Guinness e Unicum), Ceres, Coop, Carrefour, UnipolSai, Adecco e tanti altri. Con l’offerta integrata delle tre Società, Libera Brand Building, Bebit e Magic Box, i clienti, spiega il Gruppo, trovano in un unico interlocutore la risposta alle proprie esigenze di comunicazione multicanale. I progetti vengono affrontati da un team di lavoro multidisciplinare: ciò permette di creare delle strategie coerenti e consistenti per tutti i touchpoint del piano di comunicazione: dal branding all’advertising, dal digital agli eventi.

 Un fattore chiave di successo è stato la ricerca e la valorizzazione del talento: in ogni società sono stati selezionati importanti professionisti che hanno contribuito a dare valore all’offerta del Gruppo che, oggi, può contare su un team di oltre 40 specialisti che garantiscono un elevato livello di qualità dei progetti.

 Roberto Botto (nella foto), ceo e founder del Gruppo Libera Brand Building afferma: “Lo spirito di gruppo, l’amore per il nostro lavoro e per i nostri clienti, la ricerca della semplicità e la capacità di amalgamare un numero così elevato di talenti sono gli elementi che hanno contribuito al raggiungimento dei risultati 2016 e a mettere le basi per un 2017 di ulteriore crescita.”

 

Il nuovo assetto aziendale può contare anche su una nuova sede a Torino, un grande Hangar della creatività nello storico Cortile del Maglio che offrirà ai talenti opportunità di espressione e nuove prospettive. E le novità non accennano a fermarsi: sono in fase di sviluppo due nuovi progetti in ambito digital e l’ampliamento della sede di Milano.

Aldo Montano protagonista del nuovo branded content di Ezviz

Creatività di Connexia

 

Cosa fa un campione olimpico di scherma la mattina appena sveglio, prima di andare ad allenarsi? Spegne la sveglia, si alza scattante e prepara un buon caffè; si fa una doccia e poi indossa la sua tuta da allenamento, pronto per la giornata. Tutto abbastanza regolare se non fosse che, ad accompagnare il rituale del mattino di Aldo Montano, in ognuna delle azioni che compie, c’è la sua sciabola, dalla quale non si separa mai, neppure quando fa la doccia. Nel video, infatti, Aldo spegne la sveglia con la sciabola. Zucchera e mescola il caffè con la sciabola. Prende l’accappatoio con la sciabola.

È questo il concept, fortemente ironico, del nuovo branded content di Ezviz, nel quale vediamo in azione il sistema di controllo A1 e la Internet Camera C2mini che, installate in tutte le stanze, riprendono la quotidianità di un atleta olimpico svelandoci con un sorriso il suo rapporto con lo sport a cui si dedica da tutta una vita, la scherma.

Altra protagonista del video è la S5Plus Ezviz, la nuova action cam lanciata dal brand quest’anno. Da bravo vanesio, infatti, Aldo non rinuncia a un selfie mattutino, approfittando della luce naturale. È a questo punto che abbandona, solo per qualche istante, la sciabola a vantaggio di un selfie stick, scattandosi un paio di selfie con la action cam.

La creatività del branded content è stata sviluppata dall’agenzia Connexia, che gestisce per Ezviz le attività di ufficio stampa e la comunicazione sui canali social. “Questo nuovo branded content si integra all’interno di una video strategy in cui Ezviz sta investendo per accrescere la sua brand awareness. Come con Casa Surace, il video si sposa perfettamente con la personalità di Ezviz, giovane, dinamica e innovativa” dichiara Andrea Vanni, Sales Director di Ezviz Italia.

Per Connexia hanno lavorato: Head of Creative, Silvia Cannata; Head of Content, Anna Vasta; Senior Account Manager, Roberta Sciarabba. Produzione di Roma Press, produttori Carlo e Giuseppe Carriere. Produzione esecutiva: Twinkles Pictures. Regia e supervisione artistica: Gian Luca Caruso. Direttore della fotografia: Maurizio di Loreti.

Con Vodafone e Patrick Dempsey ‘Migliore la Rete, migliore la vita’

Parte a gennaio il nuovo format di comunicazione

 

 

 Vodafone Italia presenta il nuovo format di comunicazione e il nuovo protagonista dei prossimi spot: Patrick Dempsey, l’ex dottor Sheperd (soprannominato Stranamore) della serie tv Grey’s Anatomy, che ha recentemente preso parte al terzo capitolo della saga di Bridget Jones.

Al centro degli spot ci saranno i clienti, a cui Vodafone promette di migliorare la vita attraverso i suoi prodotti e servizi. Il claim della nuova campagna è infatti ‘Migliore la Rete, migliore la vita’, che conferma l’obiettivo di Vodafone di continuare a investire sulla superiorità della Rete per portare benefici nella vita delle persone e rendere i momenti di tutti i giorni eccezionali. In ogni episodio farà la sua comparsa Patrick Dempsey che – in modo ironico – rappresenta l’elemento di imprevedibilità su cui Vodafone ‘non garantisce’.

Il primo episodio andrà in onda sulle principali reti televisive a partire dal 2 gennaio. Nello spot si vede un padre di famiglia che è evidentemente orgoglioso del suo nuovo abbonamento IperFibra, perché grazie alla connessione di Vodafone tutta la famiglia può navigare in ogni angolo della casa, scaricare un film HD in 16 secondi e nessuno litiga più per il Wi-Fi. Il momento di autocelebrazione del papà viene però interrotto da Patrick Dempsey, che fa la sua comparsa catalizzando l’attenzione di tutta la famiglia.

La campagna è stata realizzata in diversi formati per televisione e web in collaborazione con Team Red, la struttura WPP responsabile del coordinamento e dell’indirizzo strategico per tutte le agenzie del gruppo.

La regia è stata affidata al regista americano Aaron Stoller, la casa di produzione è Buddy Film, la post produzione è di You_Are mentre la pianificazione media è curata da MEC.

E’ nuova anche la colonna sonora, il brano inedito ‘Per incontrarti ancora’ della boyband spagnola Gemeliers.

La voce narrante del primo episodio è invece dell’attore, doppiatore e comico italiano Mario Zucca.

GRUPPO/input inizia l’anno con 7 gallerie commerciali in più

Novacoop ha scelto GRUPPO/input per le attività di comunicazione on line e off line dei Centri Commerciali: Piazza Paradiso di Collegno; Il Gialdo di Chieri, Ossola Shopping Center di Crevoladossola; Il Castello di Nichelino; Gli Archi di Alessandria; Le Torri di Avigliana; Centro Commerciale Ipercoop di Valenza.

La strategia utilizzata dall’agenzia è stata quella di far emergere nella comunicazione dei sette centri i valori predominanti di Coop e utilizzarli come filo conduttore per le varie realtà. Secondo punto che è stato preso in esame è l’esigenza di voler trasmettere un’immagine il più coordinata possibile lasciando comunque intatta l’unicità di ognuno dei sette Centri Commerciali.La comunicazione presenterà proposte d’impatto, accattivanti, ma nel contempo riconoscibili e semplici da comprendere grazie a format chiari e identificativi, immagini fresche e attuali, headline diretti e sfondi brillanti e luminosi.

I social avranno piani editoriali articolati, con focus mirati alle attività del territorio e con numerosi eventi live.

La campagna di comunicazione sarà attiva da Gennaio 2017.

Su Studio Universal in prima tv arriva Project Greenlight S4

Un concorso per giovani talenti ideato da Matt Damon e Ben Affleck

 

Due amici d’infanzia e un obiettivo in comune: sfondare nel mondo del cinema. Anni di lavoro duro senza successo…poi scrivono una sceneggiatura, vincono un Oscar® e diventano famosi. Un sogno? No, è la storia vera di Matt Damon e Ben Affleck che ha ispirato i 2 attori a realizzare, un concorso per offrire ad aspiranti sceneggiatori la possibilità di approdare ad Hollywood e realizzare un film per la HBO con 3 milione di dollari. È Project Greenlight, che a gennaio torna su Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) con la quarta stagione in Prima TV. L’appuntamento è a partire dal 1 gennaio alle 20.30 e, a seguire gli altri episodi, ogni domenica alle 20.30.

Lanciato per la prima volta in internet nell’autunno del 2000, torna a distanza di tempo con la nuova 4 stagione, dove il vincitore Jason Mann, scelto da Matt Damon e Ben Affleck, dai produttori Peter e Bobby Farrelly, da Len Amato e Effie Brown di HBO e da Jennifer Todd, presidente della società di produzione Pearl Street Films di Damon e Affleck; dovrà dirigere il suo primo lungometraggio.

Natale record per Amazon e Amazon.it: 

Bestseller e curiosità

 

È stata una stagione natalizia da record per Amazon. I clienti in tutto il mondo hanno dimostrato di amare la consegna veloce per i loro regali di Natale, infatti, in questo periodo di festività, comunica una nota, Amazon ha venduto “più di un miliardo di articoli in tutto il mondo con Prime e con la Logistica di Amazon. I clienti in tutto il mondo hanno beneficiato anche dei prezzi bassi e della spedizione senza costi aggiuntivi”.

Tra le curiosità, il Black Friday è stato il giorno con più alto numero di prodotti venduti nella storia della Amazon.it con 1.1M unità ordinate in 24 ore a ritmo di più di 12 articoli al secondo.

Alcuni dei prodotti più venduti su Amazon.it sono stati: il gioco di società Twister Hasbro; il videogioco FIFA 17 per PlayStation 4; PlayStation 4 500 GB Telaio Slim; la Macchina per caffè espresso – Nespresso Essenza EN97.W; o, ancora, Il Mestiere Della Vita, CD di Tiziano Ferro e Harry Potter Collezione Completa – 8 DVD.

La spedizione più veloce durante questa stagione di festa è stato un ordine Prime Now, consegnato a un cliente di Milano in 10 minuti e 53 secondi.

I clienti di Milano hanno utilizzato Prime Now per i regali dell’ultimo minuto. I più venduti su Prime Now sono: Indovina Chi?, il tablet Fire, Diffusore Bluetooth portatile JBL GO JBLGOBLK e il videogioco FIFA 17.

 

QMI per Subito nel film ‘Mamma o papà’

Operazione di branded content

 

Sarà nei cinema a San Valentino ‘Mamma o papà?’ la nuova commedia di Riccardo Milani co-prodotta da Wildside e Medusa Film e distribuita da Medusa Film. I protagonisti Paola Cortellesi e Antonio Albanese, per la prima volta insieme sul grande schermo interpretano un’irreverente coppia di genitori alle prese con tre figli e una separazione politicamente scorretta.

In linea con il tono dissacrante del film, QMI, a cui è affidata la comunicazione integrata e digital, ha realizzato delle pillole natalizie che posizionano la pellicola come uno degli eventi cinematografici più scorretti del 2017. I video – con gli speciali auguri e consigli natalizi a tutti i papà e mamme da parte dei due attori protagonisti – hanno trovato in Subito un partner d’eccezione per lanciare una divertente campagna di promozione.

Paola Cortellesi e Antonio Albanese svelano così alla community Facebook del portale di compravendita leader in Italia il loro personale elenco di regali ‘sbagliati’ da far trovare ai figli sotto l’albero di Natale per far sì che questi decidano di passare le festività con l’altro genitore!

Perché non è vero che a Natale sono tutti più buoni, ma è sempre vero che anche i regali più indesiderati possono essere rivenduti su Subito.

 

 

 

 

 

Triboo Digitale: sale all’80% la partecipazione in E-Site  

La società di spedizioni in forte crescita

 

 

Triboo Digitale, eCommerce company del Gruppo Triboo, ha annunciato di aver incrementato la sua quota di partecipazione nel capitale della già controllata E-Site s.r.l, arrivando così all’80%.L’acquisto dell’ulteriore 20% è avvenuto in data odierna per un controvalore di 308.000 euro. Grazie alla piattaforma proprietaria Spedire.com, E-Site, società di servizi di spedizioni C2C, consente a clienti privati e piccole aziende di spedire prodotti in tutto il mondo e alla miglior tariffa disponibile; questo grazie alla continua contrattazione con i corrieri partner: SDA, UPS, MCZ, DMM o BRT.

Il punto di forza della piattaforma, segnala una nota del Gruppo Triboo, è la sua facilità e rapidità di utilizzo, che consente di calcolare in autonomia il prezzo della spedizione, e la possibilità di tracciare e seguire passo passo le spedizioni.

Con questa operazione, viene confermata la volontà della società di investire nel business delle spedizioni e della logistica, sempre più complementare e strategico per lo sviluppo dell’eCommerce. “Sempre di più le aziende nostre clienti chiedono di avere progetti chiavi in mano, che comprendono anche la gestione della logistica2 – ha spiegato Giulio Corno (nella foto), presidente del Gruppo Triboo -. Partnership strategiche e know how verticale in questo settore sono fondamentali per lo sviluppo del business di Triboo Digitale, che si conferma un partner in grado di soddisfare appieno tutte le esigenze dei clienti che vogliono potenziare o aprire i loro canali di vendita on line”.

 

 

 

 

Per il Calendario Lavazza video strategy ‘d’autore’ firmata Dueb produzioni

Dueb produzioni è stata scelta da Lavazza per la realizzazione di un’operazione di video strategy ‘d’autore’ per il lancio del nuovo Calendario Lavazza 2017, quale terzo capitolo della collaborazione dell’azienda con Slow Food sul tema degli ‘Earth Defenders‘ iniziato con l’edizione del 2015.

‘We Are What We Live’, questo il tema della XXV edizione del Calendario Lavazza, i cui scatti sono affidati a Denis Rouvre, fotografo francese di fama internazionale, che cattura la magia della geografia dei volti dei protagonisti, dall’India al Laos e al Vietnam, dallo Sri Lanka fino all’Indonesia, terminando nel Sud Est Asiatico, declinandoli simbolicamente in ciascuno dei propri territori di appartenenza.

L’operazione di storytelling video mira a restituire il racconto di quel rapporto simbolico tra l’uomo e l’ambiente, conferendo ai 12 scatti una terza dimensione quella del racconto orale. In un gioco di corrispondenze, così come gli scatti di Denis Rouvre, scavano nella profondità dei volti, facendone percepire l’energia e l’amore con la quale ogni giorno difendono l’ambiente in cui vivono, così attraverso le 12 clip video dedicate a ciascuno scatto, viene restituita la storia che la terra stessa e i suoi abitanti custodiscono da generazioni.L’intera produzione della video strategy digital, corporate e che approderà nel 2017 anche in tv, affidata e realizzata da Dueb produzioni di Luna Berlusconi, è visibile in una vera e propria vetrina multimediale composta anche da un cortometraggio riassuntivo dell’intero viaggio, sul sito calendar2017.lavazza.com e sul canale ufficiale You Tube di Lavazza.

Federico Ferri è il nuovo Direttore Responsabile di Sky Sport

 

 Dal 1° gennaio Federico Ferri sarà il nuovo Direttore Responsabile di Sky Sport, a diretto riporto di Jacques Raynaud, Executive Vice President Sky Sport Channels & Sky Media. Come Direttore di Sky Sport avrà l’obiettivo di guidare la testata giornalistica sportiva continuando a promuovere lo sviluppo della multicanalità e della multimedialità, puntando sull’innovazione del linguaggio giornalistico e sul rafforzamento della strategia digitale.

A Federico Ferri riporteranno le strutture: Sky Sport24, Motori, Other Sports, Calcio e Planning. Ferri succede in questo ruolo a Massimo Corcione, che è stato al vertice della testata sportiva di Sky per 12 anni.  Dopo aver contribuito fin dal primo giorno al successo di Sky Sport con straordinaria passione e professionalità, formando una generazione di giornalisti sportivi e dando autorevolezza alla testata, Corcione ha scelto infatti di dedicarsi a una nuova fase della sua vita, lasciando il suo incarico nelle mani del Vicedirettore che lui stesso ha contribuito a far crescere professionalmente. “Massimo Corcione ha dato un contributo fondamentale a Sky fin dagli inizi, con la sua passione, la sua professionalità esemplare e il suo talento nel far crescere le persone  ha commentato Andrea Zappia, ad  di Sky Italia -. Massimo ha profondamente inciso nella creazione di una mentalità orientata all’eccellenza e se Sky Sport oggi è un punto di riferimento, molto è dovuto al suo lavoro. Per questo, e per le sue straordinarie doti umane, voglio ringraziarlo a nome di tutti. Ora la guida di Sky Sport passa a Federico Ferri, che rappresenta un esempio perfetto di quanto Sky creda fortemente nello sviluppo dei suoi talenti. Dopo aver lavorato a lungo in grande sintonia con Massimo ed essersi distinto per la sua capacità di innovare e ideare nuovi format di successo, è la persona giusta per guidare al meglio la nostra redazione sportiva e continuare quella ricerca dell’eccellenza che è nel dna di Sky Sport”.

Federico Ferri, torinese, 39 anni, è entrato in Sky nel 2005 come cronista e inviato e, successivamente, si è focalizzato sempre di più su attività manageriali e di coordinamento editoriale degli eventi calcistici, fino ad assumere nel 2011 la responsabilità editoriale del Calcio. La sua carriera è iniziata nella carta stampata, prima a Il Giornale, poi per le testate Messaggero e Leggo del gruppo Caltagirone, e infine a Tuttosport.

Mediaset, il Tar annulla la multa dell’Antistrust sui diritti tv di Serie A

Con una nota diffusa oggi, Mediaset informa che “la Sezione Prima del Tar del Lazio ha oggi annullato la multa da 51 milioni di euro che l’Antitrust aveva imposto alla società nell’aprile scorso per un presunto
“accordo restrittivo” sui diritti televisivi di Serie A per le stagioni 2015-2018. Il Tar ha accolto senza riserve il ricorso di Mediaset contro un teorema del tutto privo di prove che – per citare testualmente la sentenza odierna -«non può definirsi quale “accordo spartitorio” dato che le parti hanno consentito il perpetuarsi di una concorrenza che altrimenti non ci sarebbe stata».

Secondo il Tar, la soluzione orientata all’attribuzione dei due pacchetti principali a uno solo dei due operatori (Sky, dominante sul mercato della pay tv), come sponsorizzata a posteriori dall’AGCM, «non sembrava certo idonea a consentire una svolta pro-concorrenziale.

Per i giudici del Tribunale Amministrativo Regionale «la “causa” contrattuale alla base della sublicenza per il pacchetto D richiesta dalla Lega e autorizzata dall’AGCM era pienamente lecita, in quanto orientata a evitare contenziosi futuri, “stallo” del mercato e ulteriori inconvenienti per i consumatori, mantenendo la concorrenza effettiva in assenza di nuovi operatori concretamente interessati all’ingresso nel mercato specifico».