A Warner Music Italia, The Show, Scottecs, Matt&Bise e J0k3r il Gold Play Button di YouTube

Il riconoscimento assegnato ai canali con un milione di iscritti

Una serata all’insegna della creatività, della musica e dello spettacolo per mostrare il meglio del mondo YouTube: è quanto hanno vissuto ieri sera, 27 ottobre, gli ospiti di YouTube Pulse 2016, il più grande evento dedicato a YouTube che Google organizza in Italia. Con l’originale conduzione degli youtuber Willwoosh (Guglielmo Scilla) e DanieleDoesn’tMatter (Daniele Sempitella), affiancati per l’occasione dalla cantante Noemi, le star di YouTube sono salite sul palco di YouTube Pulse 2016 per raccontarsi e raccontare la propria creatività. Durante la serata sono stati assegnati 5 nuovi Gold Play Button, il riconoscimento con cui YouTube premia i canali che hanno raggiunto il milione di iscritti. A ricevere il premio sono stati il canale YouTube di Warner Music Italia, la prima etichetta musicale ad ricevere il Gold Play Button; il duo The Show, all’anagrafe Alessandro Tenace e Alessio Stigliano; il canale di fumetti Scottecs (Sio); il duo Matteo Pelusi e Valentino Bisegna, in arte Matt&Bise; J0k3r, youtuber romano con una grande passione per i videogiochi.  Si allunga così la lista dei canali italiani che hanno raggiunto e superato il milione di iscritti, con i Gold Play Button consegnati nel corso di YouTube Pulse 2016 che si aggiungono a quelli di CutiePieMarzia, Pulcinio Pio, FavijTV, I Pantellas, Frank Matano, il vostrocaro Dexter, St3pny, Cicciogamer89, Anima, SurrealPower e YoTobi.

Alphabet: nel terzo trimestre utili a +27% e ricavi a +20%

A trainare la pubblicità sono il mobile e YouTube

La piattaforma video di YouTube e la ricerca da mobile trainano le ottime performance di Alphabet, la holding di Google.

Nel terzo trimestre Alphabet ha messo a segno utili per 5,06 miliardi di dollari, + 27% rispetto ai 3,98 miliardi dello stesso periodo del 2015. I ricavi sono pari a 22,45 miliardi, in crescita del 20% circa contro i 18,67 miliardi del terzo trimestre del 2015. Il fatturato pubblicitario è cresciuto del 18,1% a quota 19,82 miliardi, arrivando così a rappresentare l’89,1% dei ricavi di Google.

A trainare il business del colosso di Mountain View sono le ricerche attraverso i device mobile (la società controlla il 95% del mercato delle ricerche su smartphone, contro il 78% da pc) e le pianificazioni video su YouTube.

“Le ricerche fatte attraverso dispositivi mobili e i video stanno sostenendo il nostro business pubblicitario core – ha sottolineatoin una nota Ruth Porat, direttore finanziario si Alphabet -. Siamo entusiasti dei progressi delle attività più nuove in Google e in Other Bets”.

I ricavi del segmento Google, che include anche la piattaforma video YouTube, sono stati pari a 22,254 miliardi contro i 18,534 miliardi del periodo luglio-settembre 2015. Le vendite generate da pubblicità sono state di 19,821 miliardi, + 18% annuo.

Il numero di click fatti dagli internauti su siti legati a Google e che hanno generato introiti sono saliti del 42% rispetto al terzo trimestre del 2015. A livello aggregato, il numero di click capaci di generare introiti è salito del 33% annuo e il cost-per-click è sceso dell’11%.

Vogue Bambini partner dell’inaugurazione di Level Kids a Dubai

Level Kids, il nuovo retail store di Dubai interamente dedicato alla moda per bambini, domani 29 ottobre ospiterà il suo grande evento di inaugurazione con la prima sfilata di moda per bambini, organizzata in collaborazione con Vogue Bambini, il bimestrale di Condé Nast Italia diretto da Enrica Ponzellini, e regalando una perfomance esclusiva del famoso Cirque Du Soleil. Questo evento offrirà a molti dei più importanti stilisti la possibilità di far sfilare le proprie collezioni per bambini Autunno/Inverno 2016. Vogue Bambini ha curato la direzione artistica di Fashion Playground, l’evento ispirato al tema del gioco e dell’amicizia. Sulla passerella sfileranno le griffe di moda internazionali, tra cui: Armani, Bonpoint, Burberry, Carolina Herrera, Chloe, Il Gufo, Mimisol, Missoni, Moschino, Simonetta e La Stupenderia. Il retail store Level Kids si trova nella City Walk di Dubai e copre 10.000 metri quadrati di scenografici spazi tematici, disposti su tre piani. Level Kids accoglie oltre 200 brand di moda di alta gamma, organizzati all’interno di diversi e accattivanti mondi tematici, tra cui Acque Cristalline, Deserto in Fiore, per condurvi infine a un Cielo Incantato all’ultimo piano.

EXTRO, ieri una serata evento nippo-brasiliana con molti ospiti

Nuovo restyling a cura di GMC Welonda per EXTRO, hair saloon di punta sempre in evoluzione nel centro storico di Milano che ieri sera ha organizzato una serata evento nippo-brasiliana, con tanto di sushi men gestiti dal mitico Beppe del Bomaki, torta finale, musica e bella movida nel nuovo concept studio di corso Magenta 79.

Spazioso, essenziale e luminoso, nei toni del grigio e bianco con una comfort zone dedicata ai trattamenti estetici e una zona dedicata ai capelli e al relax dove prendersi una pausa, un buon caffè e fare quattro chiacchiere: ecco il nuovo concept space dove, da oltre 18 anni, Davide, Dino e Francesco con Ricky e il loro team, sono gli hair stylist di Vip e della gente comune che si accalca soprattutto il sabato, nel loro salone. Obbligatoria e consigliata la prenotazione !(NB: il martedì e giovedì fa orario continuato dalle h 9 alle h 20).

Con i loro preziosi consigli e le loro tecniche all’avanguardia con le correnti internazionali, ci aiutano a migliorare il nostro look. In questi anni con la loro professionalità e simpatia gli EXTRO sono riusciti a conquistare un vasto pubblico: uomini, donne, bambini e non è difficile vedere incontrare qualche personaggio della moda, musica, sport, arte, cultura o spettacolo. Ieri sera si aggirava tra gli ospiti entusiasti anche la bella e spumeggiante Jo Squillo, che con Tv Moda ha intervistato gli EXTRO davanti a un paravento logato style Hollywood, il fotografo artista Marcello Manca, Daniele Massaro, Milo Infante con la moglie, Veridiana, Matteo e Ludmilla delle Iene e altri personaggi.

Su Super! la nuova edizione di Street of Magic. L’officina dei mostri torna su DeAKids

di Monica Bozzellini


Tra magia e mostruose creature, arriva il weekend di Halloween del network kids del gruppo De Agostini Editore.

Per due giorni, infatti, su DeAKids e DeAJunior (Sky), così come su Super! (canale 47 del Dtt) andranno in onda programmi e serie animate a tema e partiranno le nuove stagioni di due produzioni originali. Su Super! torna, infatti, Street of Magic: il programma dedicato alla street magic sarà in onda ogni lunedì dal 31 ottobre alle ore 20.50 per sette puntate, condotto dal 21enne creator e illusionista Alessandro Parabiaghi, Alex ‘TheNewMagicWizard’, già seguito dai più giovani sia in tv, sia su youtube.

La nuova stagione di Street of Magic, prodotta da Zodiak Active per DeAKids, si aprirà con una puntata girata in Scozia sulle tracce del mostro di Loch Ness. Il programma è anche su www.supertv.it; l’app è disponibile gratuitamente su App Store e Google Play. A supporto del canale è, intanto, on air da questo mese la campagna  #sonosuper; l’obiettivo è rendere protagonisti i telespettatori invitandoli a far vedere il loro lato super rappresentato anche da piccoli gesti quotidiani.

Protagonisti della comunicazione sono i volti del canale (da Fiore Manni ad  Alessandro Parabiaghi fino  ai protagonisti di Kung fu Panda), che inviteranno i ragazzi a mostrare il loro lato super. Tra i partecipanti alla call to action  verrà scelto il vincitore che potrà passare un weekend a Courmayeur nella struttura SuperG e andare in onda su Super!.

La creatività della campagna è dell’agenzia Yes I am!; la pianificazione, del valore di circa 1,5 milioni di euro, prevede out of home nelle principali città italiane, stampa periodica kids e di settore, televisione su canali DeAgostini e Paramount Channel, siti e social del network DeA.

Tornando alla programmazione prevista dal palinsesto, su DeAKids, a partire dal 30 ottobre, torna per sei domeniche alle 20 la quarta edizione del programma L’Officina dei Mostri, il ‘mostruoso’ laboratorio creativo che vede insieme il disegnatore Matteo Cremona e il modellatore Marco Falatti.

 Matteo Cremona

Matteo Cremona

Il programma è una produzione DeAKids con Feedback Audiovideo. Su tutto il network De Agostini, inoltre, per tutto il weekend andranno in onda serie animate, produzioni tv e telefilm a tema Halloween. Su Super! le puntate a tema di iCarly, Sam&Cat, Nicky, Ricky, Dicky and Dawn, Henry Danger, Victorious, Ned, I Thunderman e Spongebob.

Su DeAKidsarrivano  i più ‘paurosi’ appuntamenti con Robin Hood-Alla conquista di Sherwoord, I Dalton, Oggy e i maledetti scarafaggi, Winx e Home. Infine, anche il canale prescolare DeAJunior manderà in onda le puntate a tema delle serie La squadra della Fattoria, Super Wings, Angelina Ballerina e di Masha e Orso.

Elena di Avalor debutta su Disney Channel. Dario Rodino: “Aspettative alte”

di Laura Buraschi


Sabato 5 novembre alle ore 14 appuntamento su Disney Channel (disponibile in esclusiva solo su Sky Canale 613) per il debutto di Elena di Avalor, la nuova serie tv animata Disney.

Temeraria e avventurosa, Elena è una principessa di 16 anni che salva il suo regno da una malvagia strega e si prepara a diventare regina di Avalor. Un regno da favola con costumi, storie e musica ispirati alle tradizioni latino americane.

La serie composta da 26 episodi della durata di 22 minuti ciascuno, ruota intorno ai temi universali dell’amicizia e della famiglia. Creata e prodotta da Craig Gerber, vincitore di un Emmy Award, Elena di Avalor trasporterà i telespettatori in un mondo fantastico caratterizzato dalla tradizione e dalla mitologia della cultura ispanica e latino americana. Anche la musica svolge un ruolo importante nella serie, e ogni episodio presenta almeno un nuovo brano originale.

Tony Morales, nominato all’Emmy Award è il compositore della serie; John Kavanaugh, vincitore di un Emmy Award, è il direttore musicale e compositore, mentre Rene Camacho è consulente della musica latino americana. Gaby Moreno, vincitrice di un Latin Grammy Award, canta il brano principale della serie nella sua versione originale.

“La serie è in onda da giugno negli Stati Uniti – sottolinea Gerber – con ottimi risultati: è subito salita al primo posto tra i programmi dei canali kids sul target 6-11 anni. In Francia ha preso il via da poco e non sono ancora disponibili i dati mentre in Sud America partirà nella prima metà di novembre”.

Dato il successo ottenuto negli Usa, il team Disney è già al lavoro sulla seconda stagione. Per quanto riguarda il nostro Paese, le aspettative sono alte.

Dario Rodino, vice president e general manager tv Channels & Head of Disney Interactive, The Walt Disney Company Italia, spiega a Today Pubblicità Italia: “Ci aspettiamo che nel giro di qualche mese questa serie diventi una delle serie di punta di Disney Channel. Era da un po’ di anni che non si vedeva animazione su Disney Channel, per le ragazzine sarà una novità. A sostegno del lancio di Elena di Avalor è prevista un’intensa di comunicazione – aggiunge il manager – che ha preso il via già dal 23 ottobre su diversi mezzi”.

In particolare, la campagna è declinata in tv, su reti kids ed emittenti generaliste per 3 settimane con spot da 15” e 30”; online con il coinvolgendo desktop e mobile, profilato su kids, gaming e genitori con pre roll 15” per 3 settimane; sui social attraverso l’utilizzo di formati interattivi  come il Canvas di Facebook e il Carosello su Instagram, oltre a teaser di appuntamento della serie; in OOH per quattro settimane,  con spot da 15” su postazioni video in 37 centri commerciali di tutta Italia; al cinema nel circuito Uci dal 27 ottobre al 2 novembre e infine su stampa, con pagine adv a novembre  su alcuni magazine Disney (Sofia, DJ, Principesse e Topolino).

Inoltre, dal 24 novembre nei Disney Store e dal 17 novembre online su disneystore.it saranno disponibili alcuni prodotti dedicati alla nuova principessa tra cui bambole, capi di abbigliamento e accessori.

Zerbinati per la prima volta on air con una campagna affissione

Partirà da lunedì 31 ottobre la prima importante campagna affissione Zerbinati, azienda italiana specializzata nel mercato nella produzione di verdure fresche pronte al consumo (IV gamma) e di piatti pronti freschi (zuppe, creme, contorni e burger vegetali).

La campagna campeggerà in posizioni strategiche nelle principali province e città italiane, individuate secondo la pianificazione della distribuzione dei prodotti dell’azienda.  L’obiettivo attraverso il claim ‘Dal 1970, le buone idee nascono in casa’ è quello di comunicare la storicità del marchio e i suoi valori, accrescendone così la brand awareness: Zerbinati dal 1970 è sinonimo di azienda 100% italiana, che ha mantenuto inalterate le proprie radici distinguendosi dalla concorrenza e puntando su aspetti che la rendono unica quali la tradizione, la continua ricerca della qualità, l’attenzione alle nuove tendenze alimentari e la continua innovazione.

È quindi l’intera gamma di prodotti Zerbinati, abbracciando così tutte le referenze dalle zuppe 2 porzioni alle monoporzioni sino ad arrivare alle referenze BIO, ai Burger’Z e alle insalate di IV gamma, ad essere protagonista della campagna corporate che identifica a pieno l’azienda e che sarà protagonista di questo autunno.

Prosegue così la strategia di comunicazione Zerbinati, che punta ad uscire dagli scaffali e a entrare nelle case degli italiani grazie a prodotti pratici, freschi, sicuri e gustosi. Una sicurezza e una qualità garantite dalla massima attenzione alla trasparenza che consente di portare ogni giorno sulla tavola dei consumatori ricette sfiziose sempre in grado di esaltare la bontà di ogni prodotto.

“Per l’azienda questo è un investimento di risorse importante a conclusione di un anno che racchiuso in tre parole per la Zerbinati ha significato innovazione, nuovi segmenti e nuovi mercati, proseguiremo in questa direzione, la comunicazione diventa quindi leva strategica e questa che sta iniziando rappresenta la prima campagna che suggella l’inizio di una serie. Manterremo sempre saldi i nostri valori di tradizione e innovazione, con un occhio sempre attento ai nuovi trend di consumo e alla bontà dalle materie prime al prodotto finito” ha dichiarato Simone Zerbinati, direttore generale della Zerbinati.

affissione-zerbinati-6x3

Zenith, nel 2017 il 75% dell’utilizzo di internet avverrà da dispositivi mobili

I dispositivi mobile peseranno per il 75% sull’utilizzo globale di internet l’anno prossimo. A prevederlo è il Mobile Advertising Forecasts di Zenith, il nuovo report dell’agenzia media pubblicato ieri. Il peso del mobile nell’utilizzo di internet è aumentato rapidamente nel corso degli anni, dal 40% del 2012 al 68% del 2016:  Zenith prevede che raggiungerà il 79% nel 2018. Questa prima edizione del rapporto prende in analisi il mobile advertising e le tecnologie mobile in 60 paesi-chiave di tutto il mondo, includendo nelle proprie previsioni l’aumento del tempo speso dai consumatori nell’utilizzo di internet in mobilità, la diffusione di smartphone e tablet, come anche la crescita della spesa pubblicitaria legata al mobile.

“I dispositivi in mobilità sono già la fonte primaria d’accesso a internet in tutto il mondo – commenta Jonathan Barnard, Head of Forecasting di Zenith -. I paesi di Europa occidentale, Asia e Nord America stanno guidando la transizione, ma la tecnologia mobile si sta diffondendo rapidamente ovunque. A questo si aggiunge, infine, che l’anno prossimo i dispositivi in mobilità diventeranno la modalità principale in cui sarà veicolato l’internet advertising”.

Come già dichiarato da Zenith negli Advertising Expenditure Forecasts di settembre 2016, il mobile advertising supererà il desktop advertising nel 2017, aumentando la propria quota sulla pubblicità globale internet dal 44% di quest’anno al 52% per il 2017.

Per il 2018, invece, Zenith si attende che il mobile adv varrà il 60% di tutto l’internet advertising. In quell’anno la spesa in mobile advertising totalizzerà 134 miliardi di dollari Usa, più di quanto verrà speso in quotidiani, periodici, cinema e affissione messi insieme. I paesi con i più alti livelli di consumo di internet in mobilità sono sparsi fra Europa occidentale, Asia e America del nord: in Spagna il mobile internet ha il maggior peso rispetto all’utilizzo totale di internet e per questo paese Zenith stima che l’internet in mobilità varrà l’85% della fruizione internet nel 2016.

slide-zenith-01

 

Hong Kong si classifica al secondo posto, con il 79% dell’internet fruito tramite mobile, precedendo Cina (76%) e Stati Uniti (74%). Italia e India occupano il quinto posto a pari merito, con una proporzione del 73% in entrambi i paesi. Zenith si attende anche che entro il 2018 Hong Kong avrà il più alto tasso d’utilizzo di mobile internet, che peserà per l’89% dell’utilizzo internet complessivo. La Cina sarà seconda con l’87% e la Spagna terza con l’86%, seguite da Stati Uniti e Italia (83% in entrambi i casi) e dall’India con l’82%. L’aumento nell’utilizzo di internet in mobilità è guidato dalla rapida crescita nella penetrazione dei dispositivi mobile.

Nel 2012 solo il 23% delle persone nei 60 mercati di riferimento possedeva uno smartphone e il 4% aveva un tablet. Ora la penetrazione degli smartphone ha raggiunto quota 56% ed è cresciuta di 2,4 volte in 4 anni: Zenith prevede che raggiungerà il 63% nel 2018. I tablet, invece, si comportano più come un oggetto di lusso e non si sono affatto diffusi in maniera così ampia: al momento il 15% delle persone nei 60 mercati analizzati possiede un tablet e l’agenzia si attende che la penetrazione raggiungerà il 17% nel 2018. I livelli più alti nella penetrazione di smartphone si concentrano in Europa occidentale e Asia.

slide-zenith2

 

Zenith stima che sarà l’Irlanda ad avere la più alta penetrazione di smartphone (92%), seguita da Singapore (91%), Spagna (88%), Norvegia (86%) e Corea del Sud (84%). Secondo le previsioni l’Irlanda rimarrà al primo posto nel 2018, con una penetrazione del 94%, seguita da Svizzera e Singapore (92% per entrambe le nazioni) e Norvegia accompagnata da Taiwan (91% per entrambi i paesi).

La penetrazione dei tablet varia in modo estremamente significativo di mercato in mercato. In 10 dei 60 mercato analizzati da Zenith, i tablet hanno livelli di penetrazione al di sopra del 50%, mentre in altri 10 hanno una quota di penetrazione al di sotto del 10%. Solo il 3% degli individui in Cina possiede un tablet, ad esempio, dato che trascina la media verso il basso in modo sostanziale, dato che la Cina vale il 27% della popolazione nei 60 mercati in esame. In India, analogamente, la popolazione pesa per il 26% sul totale dei mercati analizzati e il tasso di penetrazione è solo del 6%. Il livello più alto di penetrazione dei tablet, invece, è detenuto da Singapore (75%) e il più basso dalla Cina e dalla Tailandia (3%).

Secondo Zenith, gli inserzionisti devono pensare alla mobilità del consumatore e costruire esperienze di marca che siano coerenti di schermo in schermo e di dispositivo in dispositivo, considerando l’ecosistema mobile nella sua interezza quando pianificano le proprie comunicazioni, comprendo gli smartwatch, i dispositivi per il tracciamento delle attività e gli altri smart device.

E3 apre ai fan di Peugeot Italia le porte di X Factor 2016

E3, la digital agency specializzata nel marketing esperienziale e acquisita a luglio 2015 dal Gruppo DigiTouch (società quotata sul mercato AIM Italia), ha realizzato per Peugeot Italia un progetto di social engagement volto a valorizzare la sponsorizzazione di X Factor 2016 da parte della casa del leone e a offrire ai propri fan l’opportunità di partecipare al noto programma televisivo, in onda ogni giovedì su Sky Uno HD.

Con questo obiettivo E3 ha realizzato il concorso ‘Vinci X Factor con Peugeot’, partito il 23 ottobre e attivo fino al 15 dicembre 2016. Basato su più estrazioni a premi, il concorso offre ai fan la possibilità di aggiudicarsi i biglietti per seguire dal vivo una puntata di X Factor 2016.

Per partecipare i fan hanno ben tre modalità, che spaziano dal semplice commento su Facebook, all’inseguimento sul territorio della Peugeot 108 Secret Car, fino a una sfida 100% social tra i gruppi di ascolto del programma televisivo sul blog del brand. I fan che lasceranno il proprio commento al post dedicato all’iniziativa sulla pagina Fb di Peugeot Italia potranno tentare la fortuna nelle 8 date di estrazione, ciascuna delle quali assegna due biglietti a un vincitore.

Coloro i quali vorranno invece lanciarsi all’inseguimento della Secret Car dovranno registrarsi sulla tab ‘Secret Car’ della pagina Fb di Peugeot Italia (fbapps-peugeot.it/secretcar) e, ogni giovedì, collegarsi alla tab per rilevare sulla mappa della città di Milano dove si trova l’auto e inseguirla. I primi due candidati che la raggiungeranno, verranno accolti a bordo dalla YouTuber Cleo Toms, la quale li accompagnerà direttamente ad assistere alla puntata live.

La terza modalità di partecipazione è stata ideata pensando alla tipologia di fruizione televisiva di X Factor: una sfida 100% social sul blog di Peugeot Italia, a ritmo di post con hashtag #leoniconlxfactor su blog.peugeot.it/leoniconlxfactor. Il miglior gruppo di ascolto sarà selezionato per partecipare alla puntata finale di X Factor 2016.

“Come recita il nostro pay-off ‘Motion & Emotion’ la nostra missione è offrire al nostro target mobilità ed emozioni. Con la sponsorizzazione di X Factor 2016 Peugeot Italia intende associare al proprio brand la carica emozionale di questo programma televisivo e del suo pubblico affiatato” dichiara Carlo Leoni, Responsabile Comunicazione di Peugeot Italia.

“Per alimentare la carica emotiva dei fan di Peugeot abbiamo pensato a delle dinamiche concorsuali alternative: la Secret Car è una sorta di caccia al tesoro in chiave rivisitata e la sfida tra gruppi di ascolto può essere vista come una forma di engagement ‘native’ perché declinata nello spirito del programma – commenta Federico Ceccarelli, Direttore Clienti di E3 -. Queste tipologie di coinvolgimento, oltre ad avere un forte impatto  emotivo per i fan, offrono al brand la possibilità di fare lead generation, che per un brand è un’attività sempre di valore aggiunto”.

Hanno lavorato al progetto l’Account Supervisor Ilaria Milanino, l’Account executive Federico Faverio, la Social media manager Lorena Pellegrino, la Digital Pr manager Chiara Laudani. Le grafiche sono state realizzate dal Creative Supervisor Francesco Fiaschi e dalla UX Designer Roberta Fanciulli mentre lo sviluppo è stato realizzato dal Senior Software Engineer Gabriele Tamburini.

Contenuti editoriali via Facebook: la fotografia di Audiweb

Audiweb rende disponibili i nuovi dati della survey sull’audience dei contenuti editoriali fruiti all’interno dell’applicazione mobile di Facebook mediante browsing e/o Instant Articles.

La nuova survey, realizzata in collaborazione con Nielsen, consente di attribuire correttamente i dati di consumo dei contenuti editoriali visti in queste due modalità di fruizione e che sono comunque già rilevati tramite la metodologia standard di Audiweb, ma non attribuiti all’editore che ne è titolare.

I nuovi dati sono riferiti alla rilevazione del mese di settembre 2016 per ciascuno dei brand/siti iscritti dagli editori che hanno aderito al servizio.

Nel mese di settembre hanno aderito alla survey i seguenti editori associati ad Audiweb: 21st Century Fox, Caltagirone Editore, Ciaopeople, Gruppo De Agostini, Gruppo Espresso, Libero Quotidiano, Mediaset e Mondadori.

Per i dati completi clicca qui

Daikin ‘rilancia’ la presenza sui social con Hub09

Daikin, multinazionale giapponese leader mondiale nei sistemi di climatizzazione e riscaldamento per applicazioni residenziali, commerciali e industriali, si affida ancora una volta ad Hub09 per le nuove attività sui canali social del marchio.

Per la prima volta il brand presenterà anche l’offerta legata al riscaldamento e sarà FISI Official Sponsor della Nazionale Femminile Sci Alpino e delle Nazionali di Sci di Fondo per la stagione 2016/2017.

L’agenzia si occuperà dello storytelling social, seguendo lo storico payoff ‘Il clima per la vita’ e declinandolo ai prodotti invernali del marchio. Alla pagina Facebook  e al canale YouTube si è aggiunto da poco il canale Instagram  utile per seguire da vicino le avventure invernali del marchio sulle piste da sci e le imprese degli atleti sostenuti da Daikin durante il loro impegnativo percorso per la conquista della Coppa del Mondo.

Il brand ha inoltre affidato all’agenzia torinese la gestione del media legata alle sponsorizzazioni social con l’obiettivo di acquisire nuovi fan e fare crescere l’awareness del marchio per i prodotti legati al riscaldamento.

Ha commentato Maurizio Cisi, direttore generale di Hub09: “Un nuovo consenso per il nostro reparto di media e analisi, dopo le recenti vittorie di Hub09 in questo ambito. Siamo orgogliosi che una realtà così strutturata come Daikin, abbia scelto la nostra agenzia non solo per l’animazione social, ma anche per gli investimenti media per questo settore di comunicazione. Una conferma del fatto che l’expertise per la sponsorizzazione di contenuti social è diversa da quella di un classico centro media”.

PepsiCo avvia una gara digital europea

PepsiCo, la multinazionale del beverage a cui fanno capo, tra gli altri, i marchi Pepsi e Gatorade, sta rivedendo il business digitale in tutta Europa.

L’obiettivo sarebbe quello, secondo quanto riporta la stampa estera, di consolidare il roster di agenzie di cui fanno parte Tribe Communication e Shaman nel nostro Paese e We Are Social, Abbott Mead Vickers BBDO, Jaywing in UK.

In Italia il digital è un mezzo decisamente in linea con il target di Pepsi e nel piano media ormai ha conquistato una quota del 30% accanto ai media classici.

Nel mercato Usa l’agenzia Firstborn è stata scelta per le attività di comunicazioni digitali, mentre i social media sono gestiti direttamente in house dalla sede di Manhattan di Pepsi.

La revisione, sottolinea Campaign, non influenzerà il rapporto creativo con il partner AMV BBDO.

Nasce Radiofreccia, all’insegna del claim ‘Libera come noi’

Lorenzo Suraci, presidente di Rtl 102.5, lancia una nuova idea di radio pronta a fare rivivere l’indimenticabile stagione delle radio libere degli anni ’70: Radiofreccia, ispirata alla programmazione delle prime radio americane dove i disc jockey erano anche registi dei propri programmi.

“Rtl 102.5 – si legge in una nota – è pronta a far rivivere tutto questo, creando una radio senza precedenti, un luogo dove riconnettersi alle origini e alla libertà più profonda che caratterizzava l’esperienza degli anni ‘70: per questo il claim di Radiofreccia è ‘Libera come noi’. Un vivaio, un laboratorio per rilanciare nuove idee, un’accademia del mezzo per poterlo rifondare con nuove energie e nuove idee, per portare on air oggi nel 2016 quella stessa indimenticabile esperienza”.

Il nome Radiofreccia è un omaggio al film di Luciano Ligabue che più di ogni altro ha raccontato questa stagione d’oro del mezzo.

Lorenzo Suraci

Lorenzo Suraci

“Ho deciso di dare vita a Radiofreccia – commenta Suraci – perché avevo voglia di rock e di una radio con uno spirito libero come me e che assomigliasse alla radio di una volta. Questo entusiasmo mi ha portato a investire nel progetto con energia, tempo, passione e l’aiuto di tanti amici che hanno fatto la storia della radio libera e che continuano a farla e a crederci ancora oggi”.

Radiofreccia si ascolta su radiofreccia.net, sul DAB e sul canale 258 del digitale terrestre e dalla prossima settimana sarà anche in Fm.

Sky Uno, da oggi X Factor è Live. Mara Maionchi e Elio i giudici di Strafactor

Per la prima volta la finale del 15 dicembre sarà in diretta su Radio Deejay 

di Fiorella Cipolletta

Da oggi X Factor diventa Live e solo per gli abbonati. Da stasera alle 21.15 prende il via su Sky Uno Hd il talent show, giunto alla decima edizione. La novità di quest’anno è nel nuovo XTra Factor completamente rinnovato, con Mara Maionchi ed Elio alla guida di Strafactor, una gara nella gara alla ricerca del talento più ‘alternativo’.

Solo dodici concorrenti potranno accedere ai live di Strafactor e sottoporsi al giudizio del pubblico a casa (con l’app di X Factor 2016 e il sito xfactor.sky.it). Con un meccanismo di eliminazioni verrà decretato il vincitori che, nella puntata finale di X Factor 2016, si potrà esibire sul palco del Mediolanum Forum di Assago il 15 dicembre.

Il talent, che andrà in onda dopo X Factor, in seconda serata, ha tutte le potenzialità “per andare in onda anche in prima serata” come ha sottolineato Nils Hartmann, direttore delle produzioni originali di Sky Italia.

“Quella dello Strafactor è una gara vera – ha commentato Elio -, voglio ringraziare Sky per questa possibilità. Lo vivo come il momento più alto della mia carriera televisiva. Ci accompagneranno dei giudici che sceglieremo volta per volta”.

Nella prima puntata sono attesi Jake La Furia e Marco Travaglio. X Factor 10 si rafforza anche con la partecipazione di Edicola Fiore: ogni eliminato dal talent sarà portato a Roma per partecipare all’alba nel programma di Fiorello in diretta dal bar di viale Flaminia.

Inoltre quest’anno per la prima volta la finale del 15 dicembre sarà in diretta su Radio Deejay, media partner di X Factor. Debutta in questa edizione come main sponsor Banca Intesa Sanpaolo.

Quest’anno gli sponsor ufficiali sono Peugeot, Zadig & Voltaire, Fonzies, Max Factor, Yamaha. Il talent show targato Sky e prodotto da FremantleMedia Italia, che quest’anno vede in giuria Fedez, Arisa, Alvaro Soler e Manuel Agnelli, guidati dal ritmo di Alessandro Cattelan, ha debuttato quest’anno con numeri in crescita rispetto alle scorse stagioni.

Le prime 6 puntate di selezioni sono infatti state viste in media su Sky Uno e Sky On Demand da 1.350.000 spettatori medi, +12% vs X Factor 2015, con un record per la seconda puntata di Audizioni vista in media da quasi 1.500.000 di spettatori.

Anche per quanto riguarda l’ascolto nei 7 giorni, l’edizione 2016 di X Factor ha registrato oltre 4.150.000 spettatori medi per la prima puntata di Audizioni. Sul fronte social le prime 6 puntate di XF10 hanno generato oltre 1.5 milioni di interazioni su Fb e Twitter (fonte Nielsen Social).

“Nessuno di noi pensava che al decimo anno di X Factor ci fosse un automatismo di crescita quest’anno – ha commentato Lorenzo Mieli, ad di FremantleMedia Italia -. La giuria è stata una scommessa. Abbiamo fatto il 15% in più di ascolti. L’ultima puntata degli Home Visit è stata la più vista di sempre. Ora inizia il live, è un’altra storia”.

Gruppo L’Espresso, calano utile e ricavi (-3,5%) nei nove mesi. Pubblicità a -2,1%

Si è riunito ieri a Roma, presieduto da Carlo De Benedetti, il Consiglio di amministrazione di Gruppo Editoriale L’Espresso che ha approvato i risultati consolidati al 30 settembre 2016 presentati dall’amministratore delegato Monica Mondardini.

Come spiega una nota inviata ieri, il gruppo ha chiuso i primi nove mesi del 2016 con un risultato netto positivo pari a 14 milioni di euro. I ricavi consolidati, pari a 424,3 milioni di euro, hanno registrato un calo del 3,5% rispetto ai primi nove mesi del 2015 (439,6 milioni di euro), con una attenuazione della flessione rispetto a quanto riportato negli esercizi precedenti.

I ricavi diffusionali (inclusi i diversi), pari a 184,5 milioni di euro, sono scesi del 5,2% rispetto al corrispondente periodo dell’esercizio precedente (194,7 milioni di euro), in un mercato che ha continuato a registrare una significativa riduzione delle vendite dei quotidiani. I ricavi pubblicitari sono diminuiti del 2,1%, tenuto conto dell’andamento generale della pubblicità su stampa. La raccolta su radio è stata in linea con il corrispondente periodo dell’esercizio precedente, mentre stampa e internet hanno risentito dell’andamento critico del mercato. I costi sono scesi del 2,4%. Il margine operativo lordo consolidato è ammontato a 37 milioni di euro, rispetto a 40,9 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015. Il  risultato operativo consolidato è stato pari a 25,8 milioni di euro (29,9 milioni di euro nel corrispondente periodo dell’esercizio precedente).

Il risultato netto consolidato delle attività destinate a continuare ha riportato un utile di 13,1 milioni di euro, contro  15,2 milioni di euro nei primi nove mesi del 2015. Il risultato netto consolidato, incluse le attività dismesse, è ammontato a 14 milioni di euro, a fronte di 24,6 milioni di euro del corrispondente periodo del 2015. La posizione finanziaria netta a fine settembre 2016 era positiva per 37,2 milioni di euro, essendosi registrato nel periodo un avanzo finanziario di 47,9 milioni di euro. Rispetto al 30 settembre 2015 il miglioramento della posizione finanziaria netta è stato pari a 45,3 milioni di euro.

L’andamento del terzo trimestre conferma le linee di tendenza riscontrate già nel corso del primo semestre. I ricavi netti consolidati sono diminuiti dell’1,9%, con i ricavi diffusionali in flessione del 6,7% e la raccolta pubblicitaria in crescita del 2,5%. Il risultato operativo consolidato è pari a 5,9 milioni di euro a fronte dei 6,3 milioni di euro del terzo trimestre del 2015; il risultato netto consolidato ammonta a  1,9 milioni di euro.

L’1 agosto 2016 il Gruppo Espresso e ITEDI, dando seguito al memorandum d’intesa sottoscritto lo scorso 2 marzo,   hanno firmato l’accordo quadro avente a oggetto l’integrazione delle due società finalizzata alla creazione del gruppo leader editoriale italiano nonché uno dei principali gruppi europei nel settore dell’informazione quotidiana e digitale.

L’operazione consentirà di unire la forza di testate storiche autorevoli quali la Repubblica, La Stampa, Il Secolo XIX e i numerosi giornali locali del Gruppo Espresso, che nel 2015 hanno raggiunto nel loro insieme circa 5,8 milioni di lettori e oltre 2,5 milioni di utenti unici giornalieri sui loro siti d’informazione. Il  perfezionamento  dell’operazione,  che  è  soggetta  all’autorizzazione  delle  competenti autorità e al verificarsi delle condizioni sospensive tipiche per operazioni di tale tipologia (quali l’ottenimento delle necessarie autorizzazioni societarie), è previsto per il primo trimestre del 2017.

Nell’ambito del piano di deconsolidamento teso a garantire il rispetto delle soglie di tiratura previste dalla normativa in vigore, nella prospettiva della futura integrazione con la Stampa e Il Secolo XIX, in data 7 settembre 2016 il Gruppo Espresso ha definito gli accordi per la cessione dei quotidiani il Centro e la Città di Salerno e del centro stampa di Pescara. Il passaggio avrà efficacia dall’1 novembre 2016. In data 12 ottobre 2016 il Gruppo Espresso ha raggiunto l’accordo per la cessione, da parte di Finegil, dell’intera partecipazione, pari al 71%, nella Seta SpA, editrice di Alto Adige e Il Trentino.

La cessione avrà efficacia da domani. Quanto alla prevedibile evoluzione della gestione, si può ragionevolmente ritenere che il gruppo possa conseguire un risultato netto, escluse le componenti non ricorrenti, in linea con quello dell’esercizio precedente.