Nasce Animation Italia, creatività italiana e sguardo internazionale

di Monica Bozzellini


L’obiettivo è quello di sviluppare il settore rappresentando l’intera filiera, spingendo sulla creatività italiana, con grande attenzione al mercato e guardando all’internazionalizzazione.

Con queste premesse è nata Animation Italia, Associazione che rappresenta le imprese indipendenti della produzione audiovisiva e multimediale: “Appena nati e già maggiorenni – racconta in conferenza stampa il presidente Giorgio Scorza -: 18 aziende  si sono unite a noi ed è un buonissimo inizio. In Italia, non mancano competenze creative e produttive, quello che vogliamo fare è lavorare per eliminare gli ostacoli istituzionali, politici e fiscali che oggi impediscono una crescita della nostra industria”.

In uno scenario internazionale in cui il cinema e l’audiovisivo di animazione sono in costante crescita grazie a una progettualità mirata, pubblica e privata, Animation Italia si propone come fulcro di sviluppo di un nuovo sistema associativo-imprenditoriale che ha l’obiettivo di costruire una nuova prospettiva in termini economici e creativi.

Per questo ha costruito un calendario di attività che coinvolgono a vari livelli istituzioni politiche e culturali e ha siglato una Convenzione biennale con Asseprim-Confcommercio Imprese per l’Italia, Federazione presieduta da Umberto Bellini.

Serrato il programma di attività per il 2016, a partire dal prossimo 31 marzo quando le due realtà saranno insieme in un convegno a Roma, per parlare del Ddl del Governo in materia di cinema audiovisivo, Ddl che l’associazione accoglie con  grande favore perché rispondente alle istanze dei produttori indipendenti: consolidamento dell’industria audiovisiva, politiche incentivanti delle coproduzioni internazionali, regole chiare, ottimizzazione nella gestione dei diritti e nella  distribuzione multimediale e internazionale, formazione professionale, definizione di un mercato efficacemente concorrenziale e centralità del merito.

“Una grande opportunità”, che necessita di dialogo tra le parti. In questa direzione, in che chiave va letta la nascita di Animation Italia in un settore che già vede la presenza di un’altra associazione di categoria come Cartoon Italia? “Ci interessa stare concentrati sulle regole del mercato, sulla forza di tutta la filiera e non su un percorso obbligatorio e un po’ stantio – risponde Scorza -.  Vogliamo dare a tutti la possibilità di farcela”.

“Non è un segreto che diverse aziende associate in Cartoon Italia si siano unite a noi, ma non alziamo muri, costruiamo ponti – aggiunge Umberto Bellini -. Il settore non è stato sostenuto come si poteva e doveva fare, mentre per la prima volta, con Animation Italia, si è accreditato in Parlamento il che non può che essere di giovamento all’intero comparto”.

In un mercato audiovisivo che oggi in Italia “vale nel complesso 16 miliardi e mezzo di euro e occupa 65 mila persone – sottolinea il vice presidente di Animation Italia Riccardo Trigona -, un sostegno modulato potrebbe permettere in due anni una crescita del settore animazione pari a un terzo del fatturato”. Intanto, Animation Italia spinge l’acceleratore: con uno stand a Bologna Comics  e come partner ufficiale di Cartoons on the Bay ad aprile, o, ancora, annunciando per il 2017 l’arrivo a Milano di Cartoon Business.

Acqua Group si aggiudica la gara a tre per il rilancio di BigMat

BigMat, gruppo di materiali per costruire, ristrutturare e rinnovare la casa presente in Italia e in Europa, affida il suo rilancio in comunicazione a Key Adv e Acqua Loyalty, rispettivamente agenzia creativa e di fidelizzazione di Acqua Group. L’agenzia di comunicazione integrata guidata da Davide Arduini e Andrea Cimenti si è aggiudicata l’incarico dopo una gara che ha visto coinvolte tre agenzie.

La campagna tv, una multi-soggetto declinata in 6 spot che trattano aspetti diversi della ristrutturazione abitativa, dal bagno alla stanza da letto, dall’isolamento al pavimento, si svolge nell’appartamento di una giovane coppia. La donna si rivolge al marito dicendo che la casa avrebbe bisogno di una ristrutturazione. Appena termina la frase la parete della stanza si ‘dissolve’ e al di là si vede un punto vendita BigMat dal quale, in modo sorprendente, entra nella stanza della coppia un esperto BigMat pronto a offrire una soluzione al desiderio di ristrutturazione della giovane donna.

Professionalità, vicinanza e disponibilità degli esperti BigMat sono, infatti, i plus che fanno la differenza nello scegliere i Punti Vendita BigMat come partner per costruire, ristrutturare e rinnovare la propria casa.  Oltre alla campagna tv, on air a partire dal 28 febbraio sulle reti Mediaset e Sky, Key Adv ha ideato e realizzato la campagna stampa, i materiali punto vendita, il digital e la nuova operazione loyalty. Acqua Loyalty, infatti, ha realizzato per BigMat il nuovo programma di fidelizzazione ‘BigMat ti premia’, che si avvale di un sistema informatico che prevede la gestione in remoto, attraverso collegamento alla rete Ethernet o via GSM e di terminali Pos.

‘BigMat ti premia’ è un catalogo a punti che prevede la distribuzione di prestigiosi premi a tutti i clienti (titolari di partita IVA e non) dei 190 punti vendita BigMat. L’attività è partita il 15 febbraio e durerà complessivamente un anno. Per partecipare si deve semplicemente sottoscrivere la Big Card nei punti vendita aderenti e utilizzarla per ogni acquisto.

Per Key Adv firmano la campagna Davide Stelitano (art) e Veronica Maggi (copy) sotto la direzione creativa di Luca Negretti e Massimo Del Monaco, e la regia di Riccardo Denaro per la casa di produzione Areastream. La fotografia è di Maurizio Mazzucchi. Per Acqua Loyalty l’operation manager del progetto è Deborah Marchi, capo progetto Andrea Lazzarini (Acqua Group). Il media è gestito da Blue 449 di ZenithOptimedia.

Amadori ora trova ispirazione nelle emozioni della vita quotidiana con Y&R e Filmmaster

Un bambino seduto su uno scalino di pietra, il pallone in mano, lo sguardo di attesa puntato sul cancello del cortile, un padre che finalmente torna da una lunga giornata di lavoro, un abbraccio di felicità e uno sguardo intenso tra i due, un tenero ma appassionato abbraccio, e la serenità di una cena insieme.

Amadori mette in scena le emozioni della vita quotidiana nei due nuovissimi spot, in onda da ieri fino al 9 aprile sui principali canali tv e sul web.  La nuova campagna, dal titolo ‘Ci siamo ispirati a voi’,  firmata da Y&R che si è aggiudicata la gara indetta dal brand, segna un cambiamento importante nello stile comunicativo dell’azienda, che sposa un mood emozionale dove gli affetti e la passione nella vita di tutti i giorni si intrecciano con la bontà e la qualità dei prodotti Amadori.

È così che un abbraccio tra padre e figlio si fonde con il legame tra panatura croccante e filetto di pollo nelle Birbe che gustano insieme, il bacio passionale tra due innamorati richiama la tenerezza delle Polpettine, morbide e gustose, sulle note emozionanti della canzone ‘Feeling good’. E la ‘Parola di Francesco Amadori’, claim che per oltre 15 anni ha siglato con successo gli spot che vedevano protagonista il patron dell’azienda, diventa ora iconico, affermandosi nel linguaggio comune, incarnando quei valori di fiducia e qualità che l’azienda ha saputo costruire e mantenere in questi anni e che i consumatori continuano a riconoscere al brand Amadori.

“Abbiamo scelto una strategia di comunicazione che si identifica con i nuovi trend di consumo e nella quale la qualità Amadori riveste un ruolo fondamentale – commenta Massimo Romani, amministratore delegato Amadori -. Gli spot danno infatti centralità al prodotto, raccontano storie di vita quotidiana di cui Amadori si fa portavoce. In questo modo, abbiamo intrapreso una via innovativa rispetto al passato, dando massimo risalto alle emozioni, agli affetti personali, alla bellezza, anche estetica, del prodotto”.

“Nei nuovi spot ribadiamo quei valori che da sempre caratterizzano la nostra azienda, ovvero l’italianità, la ricerca della qualità, la scelta delle materie prime. Valori racchiusi nello slogan ‘Parola di Francesco Amadori’, che negli anni ha saputo conquistare la fiducia dei consumatori” dichiara Francesca Amadori, responsabile Corporate Communication Amadori. A seguito del lancio dei nuovi spot, verranno promosse una serie di iniziative digitali di forte impatto coerenti con il nuovo stile di comunicazione per promuovere la nuova campagna in modo integrato.

Gli spot, nei formati 30, 15 e 10 secondi e in versione 45 secondi per il sito e gli altri canali digitali sono stati prodotti da Filmmaster Productions, con la regia di Igor Borghi (parte live) e Cigo (parte food) e la post produzione Postatomic. A firmare per Y&R sotto la supervisione del chief creative officer Vicky Gitto, i deputy creative director Marco Panareo (art) e Mary Apone (copy). Gli spot, pianificati da Mec, sono on air su Rai, Mediaset, Digitalia, Sky, Fox, Discovery, Cairo.

Rai Pubblicità prepara il ritorno de ‘Il Commissario Montalbano’ per gli inserzionisti

Torna la serie di Rai1 ispirata ai racconti di Andrea Camilleri e interpretata dal carismatico Luca Zingaretti.

Rai Fiction presenta due episodi inediti de Il commissario Montalbano che andranno in onda in prime time questa sera e il 7 marzo sulla rete ammiraglia della tv di Stato. Due puntate da 120’ ciascuna, due nuovi appassionanti gialli per il celebre commissario che si troverà ad indagare su un caso sospetto di pedofilia e sulla morte di una giovane donna che scuoterà l’intero mondo dell’edilizia.

Al suo fianco, grande novità di quest’anno, l’attrice Sonia Bergamasco che interpreta la sua storica fidanzata. Una fiction evento che nel corso della stagione degli ultimi inediti trasmessi nel 2013 ha registrato ascolti record con una media di 10.100.000 telespettatori e uno share del 36% sul target individui. Un successo di pubblico dimostrato anche da gli oltre 16.400.000 telespettatori unici a serata  (Fonte Auditel/Nielsen TAM; dati aprile-maggio stagione 2013).

Rai Pubblicità ha messo a disposizione degli inserzionisti un’offerta ampia, composta da spot da 15’’ a inizitive speciali  come il billboard e l’invito all’ascolto in apertura e chiusura di programma, per colpire un target pregiato caratterizzato da elevati indici di concentrazione su laureati, adulti value, donne e responsabili di acquisti.

 

Instagram: in Italia sono 9 milioni gli utenti mensili

Più di 400 milioni di persone usano Instagram in tutto il mondo ogni mese, il 25% negli Stati Uniti e 75% nel resto del mondo. Su Instagram la community condivide più di 80 milioni di foto e video ogni giorno – e per la prima volta viene comunicato che Instagram in Italia viene usato da più di 9 milioni di utenti mensili. A dare il dato è l’amministratore delegato e co-fondatore di Instagram Kevin Systrom in occasione del suo primo viaggio a Milano.

“E’ un momento molto importante per Instagram in Italia – ha dichiarato Luca Colombo, Country Manager Facebook Italia – la community sta crescendo, così come il nostro business. Abbiamo visto risultati promettenti da quando, a settembre, abbiamo aperto alle aziende la possibilità di pianificare Ads. In Italia, i risultati confermano una performance di 3.5 volte superiore rispetto alla media Nielsen per l’advertising online”.

Da quando le Ads su Instagram sono state rese disponibili in Italia, sono numerosi i brand che hanno pianificato campagne sulla piattaforma, tra cui Audi Italia, Carrera, Chupa Chups, Ford Italia, Illycaffè, Mercedes-Benz Italia, Samsung Italia, Toyota Motor Italia, Warner Bros Italia, yoox.com.

“Questa è un’occasione importante per le aziende di connettersi alla community quando ha voglia di scoprire e lasciarsi ispirare delle immagini dei brand – ha commentato Amy Cole, Brand Development EMEA di Instagram -. Poiché molte persone si stanno aggiungendo alla community in Italia, esiste un’interessante opportunità per le aziende, piccole e grandi, di mettersi in contatto con i consumatori”.

Netcomm, Roberto Liscia rieletto presidente del consorzio dell’eCommerce italiano

Si amplia e rinnova il Consiglio di Amministrazione di Netcomm, il Consorzio del Commercio Elettronico Italiano che raccoglie i principali operatori dell’ecosistema eCommerce del nostro Paese. Durante le elezioni tenutesi lo scorso mercoledì 24 febbraio, Roberto Liscia è stato confermato nuovamente nella sua carica di presidente: a lui il compito di guidare il Consorzio per i prossimi tre anni.

Le elezioni hanno portato alla nomina di nuovi membri del Cda che fanno per la prima volta ingresso all’interno del Consiglio: Angelo Ghigliano, country director Italy Odigeo/eDreams, Andreas Schmeidler, country manager Italia di vente-privee, Eugenio Trombetta Panigadi, amministratore delegato di Ibs.it, e Valentina Visconti, country manager Privalia Italia.

“Negli ultimi anni il valore dell’eCommerce in Italia ha continuato a crescere a doppia cifra anno dopo anno, raggiungendo nel 2015 16,6 miliardi di euro, un incremento del 16% rispetto al 2014 con oltre 17 milioni di italiani che ormai considerano abituale l’online per i loro acquisti – ha dichiarato Liscia -. In qualità di presidente del Consorzio il mio compito sarà quello di continuare a favorire tale crescita insieme ad un Esecutivo che oggi conta 13 membri. Novità di quest’anno è, inoltre, la presenza di tre Permanent Invited Board Member, invitati per la loro rilevanza nel settore come membri permanenti a contribuire allo sviluppo del Consorzio”.

Gli altri consiglieri sono: Francesca Benati, amministratore delegato e direttore generale per l’Italia di Amadeus, Lucio Carli, direttore Mediterranea, Walter Devenuto, managing director Bakker Italia, Edoardo Giorgetti, managing director e-commerce Banzai, Benedetto Lavino, ad e managing director di Bottega Verde, Edoardo Loewenthal, presidente e amministratore delegato 6Sicuro.it, Karen Nahum, digital director di De Agostini Editore, Riccardo Porta, general manager Connexity Italia. I permanent Invited Board Members sono Nicola Gasperini, ceo di HSE24, Andrea Panconesi, founder & ceo di Luisa Viaroma.com e Giuseppe Tamola, head of Italy and Spain di Zalando AG.

Il calciatori della Roma lanciano l’Unexpected Bet con Sisal Matchpoint

Sono stati i giocatori della AS Roma Florenzi, Rudiger, Nainggolan, Pjanic e Szczesny, i protagonisti delle sfide #UnexpectedBet, targate Sisal Matchpoint, Top sponsor della società giallorossa.

A Trigoria, tra risate e prese in giro, i calciatori giallorossi si sono impegnati in sfide fuori dagli schemi, alle prese con un olfatto da campioni, palloncini fatti con il chewingum, un pianoforte suonato con i guanti da portiere e l’effetto Paperino della voce modificata dall’elio, mostrando ai tifosi un’atmosfera da spogliatoio del tutto inedita. I giocatori hanno fatto la loro parte, ora tocca ai tifosi.

A tirarli in ballo ci ha pensato Florenzi che, prima di accettare la sua Unexpected Bet, ha passato la palla proprio a loro, sfidandoli a girare un video in cui gridano un coro per la Roma in un luogo pubblico. E’ da qui che prende il via il contest ‘Unexpected Bet’ lanciato da Sisal Matchpoint: fino all’11 marzo, tutti i tifosi potranno partecipare semplicemente girando un video in cui urlano pubblicamente il loro amore per la squadra giallorossa.

Basta collegarsi al sito www.theunexpectedbet.it, registrarsi e caricare il proprio video, per provare a vincere una giornata difficile da dimenticare in occasione del match Roma-Inter del 19 marzo, alla scoperta dei luoghi più segreti dello stadio, quelli che tutti i tifosi sognano di visitare. I vincitori saranno infatti i protagonisti del walkabout all’interno dell’Olimpico che si concluderà poi in Tribuna d’Onore, dove si potrà assistere al match da una posizione unica. Nel post partita è prevista una la sessione di foto e autografi nella mixed zone. L’operazione è curata in collaborazione con Publicis Italia.

Facebook lancia Canvas, l’advertising fullscreen su misura per lo smartphone

Coca-Cola, Asus, L’Occitane, Burberry e Lowe’s i primi inserzionisti 

Con oltre 1 miliardo di utenti che accedono a Facebook esclusivamente da mobile, Mark Zuckerberg è sempre più impegnato a rendere unica l’esperienza su smartphone aprendo così nuove possibilità creative per gli inserzionisti. La nuova rivoluzione per l’adv mobile, lanciato da Menlo Park il 25 febbraio a livello internazionale, si chiama Canvas e promette di essere “un’esperienza adv full-screen su mobile nuova e coinvolgente, visualizzabile quasi istantaneamente quando si clicca su un annuncio pubblicitario presente nel News Feed”.

Facebook ha sviluppato Canvas in collaborazione con brand e agenzie, offrendo uno spazio interamente personalizzabile sul quale costruire storie multimediali. Gli inserzionisti possono usare un mix di video, immagini statiche, testi e call-to-action per costruire efficaci e innovative esperienze su mobile. Il nuovo strumento è stato creato all’interno di Facebook, pertanto si carica 10 volte più velocemente rispetto al mobile web standard. Gli inserzionisti possono realizzare annunci pubblicitari usando un mix di video, immagini, testi e call-to-action. E grazie alla sua semplicità permette di essere utilizzato senza la necessità di codici o software sia per Android che per iOS.

“La comunità creativa è stata la priorità nella definizione e realizzazione di Canvas. E’ il risultato del nostro impegno nel campo della creatività e nell’offerta della miglior esperienza mobile possibile per le aziende e le persone” ha dichiarato Chris Jones, Head of Creative Technology, Facebook Creative Shop. All’interno di Canvas, le persone si  muovono agilmente tra storie digitali. Possono visualizzare una sequenza di immagini, panorami e zoomare per vederli nel dettaglio, rendendo l’esperienza immersiva e coinvolgente in maniera più efficace rispetto ai siti mobile.

Inoltre, Canvas utilizza la stessa tecnologia che consente di velocizzare il caricamento di foto e video su Facebook, fino a 10 volte più rapidamente rispetto allo standard del mobile web. I primi brand a cogliere al volo l’opportunità di farsi notare a tutto schermo sono stati Coca-Cola, Asus, L’Occitane, Burberry e Lowe’s. Lo strumento Canvas Builder semplifica la creazione di Canvas. Il tool è disponibile per gli inserzionisti sia su Power Editor che su tab Publishing Tools sulla Pagina. Impara di più su Canvas o crea il tuo Canvas ora.

 

La 60ª edizione dei David di Donatello sbarca in prime time su Sky

La cerimonia di assegnazione delle 60esima edizione dei Premi David di Donatello 2016 sarà per la prima volta prodotta e trasmessa, in prima serata, da Sky. Sky riporterà in prima serata su Sky Cinema e su Tv8 (canale 8 dtt) la cerimonia di premiazione dei David in programma il prossimo 18 aprile, con una produzione di livello internazionale, realizzata per Sky da Magnolia, nella quale il rinnovamento della formula televisiva e dell’estetica dello show si coniugheranno con l’attenzione e il rispetto per l’unicità e la specificità del cinema italiano.

“Siamo  orgogliosi di essere il partner dell’Accademia del Cinema Italiano per i David di Donatello in occasione del suo sessantesimo anniversario – ha dichiarato Andrea Scrosati, executive vice president Programming di Sky Italia -. Si tratta di un nuovo importante tassello di quel percorso di partnership con il cinema italiano che abbiamo costruito con convinzione in questi anni. La nostra sfida sarà quella di contribuire a rendere questo evento la più grande celebrazione del talento e dell’eccellenza del cinema italiano, un patrimonio unico per l’industria culturale del Paese riconosciuto in tutto il mondo”.

I David su Sky saranno un’operazione editoriale a 360°: la cerimonia di premiazione sarà preceduta, accompagnata e seguita da produzioni speciali, approfondimenti e una programmazione dedicata allo storico premio. Un’occasione per ripercorrerne la storia, i film, le curiosità. Un vero e proprio viaggio all’interno della celebre manifestazione targato Sky.

“L’accordo tra l’Accademia del Cinema Italiano e Sky – ha dichiarato il presidente Gian Luigi Rondi – prevede, oltre alla serata di premiazione del prossimo 18 aprile, una serie di manifestazioni celebrative che avranno l’obiettivo di fare il punto sul cinema italiano di oggi, in modo da diffonderne tutti gli aspetti creativi e produttivi e per avvicinarlo sempre più favorevolmente alle attese del suo pubblico. A nome dell’Accademia ringrazio la Rai per la lunga, costruttiva collaborazione di tutti questi anni”.

Europei di Calcio per la prima volta su Sky Sport HD

Copertura anche sul canale all news Sky Sport24 HD. Al Tg sportivo si aggiungerà l’informazione del sito skysporthd.it e la community social di Sky

Sky ha annunciato lo scorso 26 febbraio di aver acquisito gli Europei di Calcio 2016 che si svolgeranno in Francia dal 10 giugno al 10 luglio. Sky Sport HD trasmetterà, quindi, per la prima volta gli Europei: tutti i 51 match di Francia 2016, di cui 24 in esclusiva, saranno live e in HD solo su Sky. Da quest’edizione saranno 24, e non più 16, le squadre che parteciperanno alla fase finale del torneo: più partite live, più ore di diretta, più gol, più campioni, più spettacolo.

Un mese ricco di partite, con in campo le nazionali più vincenti e i giocatori più forti del calcio di oggi. Tutto su Sky Sport HD, che garantirà una copertura totale dell’evento, con Diretta Gol per non perdersi neanche un match, con la qualità della miglior tecnologia e dell’Alta Definizione, con ampi studi pre e post partita e con la possibilità di seguire le partite in mobilità grazie a Sky Go e Sky Online. Sky, inoltre, metterà in campo come sempre la migliore squadra di commentatori.

News, aggiornamenti e interviste anche sul canale all news  Sky Sport24 HD. Al Tg sportivo si aggiungerà l’informazione del sito skysporthd.it e la grande community social di Sky. Su Sky Sport HD, poi, si ripartirà subito a inizio agosto con la Premier League, che torna in esclusiva per i prossimi tre anni. A seguire, il via anche della Serie A, con tutte le 380 partite solo su Sky, della Serie B in esclusiva (compresi playoff e playout) e dei campionati esteri di Fox Sports HD (Liga, Bundesliga, Eredivisie e Copa Libertadores).

Senza dimenticare su Sky Sport HD l’esclusiva fino al 2018 dell’Europa League, oltre alle Qualificazioni europee e sudamericane ai prossimi Mondiali di Russia 2018. I più forti calciatori del mondo giocano sempre e solo su Sky.

L’estate di grande calcio in esclusiva su Sky inizierà ancora prima degli Europei: dal 3 al 26 giugno, infatti, in programma la Copa America Centenario, l’edizione speciale che si svolgerà negli Stati Uniti. Oltre 20 giorni di competizione, 32 match in onda solo su Sky con in campo alcune tra le Nazionali più vincenti del mondo e grandi stelle come Higuain, Messi, Neymar, Suarez, Vidal e Bacca.

Enfants Terribles festeggia 20 anni in evoluzione

La struttura, guidata da Maurizio Ratti, Riccardo Quartesan e Valerio Franco, chiude un 2015 in positivo e guarda con interesse ai mercati esteri 

di Andrea Crocioni


Oggi gli Enfants Terribles riportano le lancette dell’orologio indietro di 20 anni. Il 29 febbraio del 1996, Maurizio Ratti e Riccardo Quartesan davano vita alla loro agenzia, una realtà molto diversa da quella attuale.

Per celebrare questo importante anniversario i ‘ragazzi terribili’ hanno deciso di riproporre per una giornata il loro sito di due decadi fa (enfantsterribles.net). E’ passato solo un ventennio, ma per il mondo della comunicazione sembra un’era geologica: si navigava con il modem 56K, gli smartphone non esistevano (il termine apparve solo l’anno seguente quando la Ericsson definì in questo modo il suo GS 88 ‘Penelope’) e anche i cellulari in Italia erano un oggetto per pochi.

“Abbiamo iniziato come freelance – racconta Maurizio Ratti -. Con grande incoscienza abbiamo deciso di lasciare la vita d’agenzia per provare una strada diversa, spinti dalla voglia di lavorare su campagne importanti. La svolta è arrivata un anno più tardi quando Maurizio D’Adda, allora in Young & Rubicam,  ci ha coinvolti per lavorare su Simmenthal. Da quel momento abbiamo cominciato a essere chiamati da tutto il circuito delle grandi agenzie. Un boom inatteso. In quel momento, invece di rifiutare i lavori, abbiamo deciso di iniziare a prendere persone e un ufficio”. Così  Enfants Terribles dalla formazione a due si è traformata in un gruppo creativo indipendente.

“I nostri principali clienti erano le agenzie – continua Ratti -. Fino al 2000 abbiamo continuato a operare come un reparto creativo in outsourcing. Avevamo così tanto lavoro che c’eravamo inventati dei cartoni, sul modello di quelli per la pizza a domicilio, per la consegna dei layout”. Poi c’è il passaggio da subappaltatori a fornitori diretti, con Swatch come primo cliente. “Ci posizionavamo come agenzia senza account”, spiega il fondatore dell’agenzia. Nel 2005 una nuova svolta.

Foto-1-FUMETTO-ET1997“Sentivamo l’esigenza di strutturarci e con l’ingresso di Valerio Franco come terzo partner abbiamo cambiato passo”, spiega Ratti. “Nel 2006 – prosegue – ci siamo innamorati della comunicazione non convenzionale. Abbiamo lanciato il sito ebolaindustries per raccogliere i migliori esempi internazionali di video virali. Un sito che ben presto si è trasformato in un brand e in un’opportunità per fare new business. Ci ha dato nuovo lavoro: le multinazionali erano molto curiose, era una cosa totalmente nuova nel nostro Paese. Piano piano abbiamo cambiato di nuovo pelle, l’evoluzione è nel dna di questa agenzia. Siamo stati fra i primi a sperimentare in Italia l’ambient marketing, i flash mob pubblicitari, i viral”.

Fortunatissima fu l’operazione savetheaccount.org, primo progetto firmato ebolaindustries e straordinaria iniziativa autopromozionale dell’agenzia. Ma cos’è diventata Enfants Terribles in questi due decenni? “Oggi siamo un’agenzia medio piccola con un team di 15 persone, tutte assunte”, risponde Ratti.

E aggiunge: “Siamo strutturati per supportare le grandi aziende. Fra i nostri clienti abbiamo Procter & Gamble, di cui siamo l’unico partner italiano indipendente, Deutsche Bank, Illy, Goodyear, Edison (per i progetti speciali), Tenderly…”.

I numeri sono positivi. “Il 2015 – dice il creativo – abbiamo chiuso con un fatturato intorno a 1,5 milioni di euro, con dell’utile. Siamo una realtà solida, a riprova di ciò il lancio di una startup come Hallelujah, che abbiamo avviato proprio lo scorso anno”.

Le sfide per il futuro? “Abbiamo 20 anni di energia alle spalle. Siamo sempre stati l’agenzia del cambiamento. Sono convinto che i prossimi saranno gli anni della differenza creativa. Il nostro obiettivo deve essere quello di tornare a fare campagne di alto livello qualitativo e con una personalità spiccata. Un’altra sfida, complessa, ma nelle nostre corde, è l’internazionalizzazione. Da qualche anno stiamo accarezzando l’idea, deve arrivare l’occasione giusta per partire al meglio”, conclude Ratti.

Adci, è Vicky Gitto il successore di Guastini

Nessuna sorpresa: Vicky Gitto è il nuovo presidente dell’Art Directors Club Italiano per il prossimo trienno. A decretarlo l’Assemblea dei Soci che si è tenuta a Milano nella giornata di oggi per il rinnovo delle cariche sociali del Consiglio Direttivo e il resoconto delle attività svolte nel 2015. Dopo il breve interim di Nicola Lampugnani, dunque, il presidente e Chief creative officer del Gruppo Y&R/VML succede a Massimo Guastini, restato alla guida dell’Adci nell’ultimo lustro (mai nessuno prima di lui aveva mantenuto l’incarico così a lungo) e dimessosi all’inizio dell’anno.

Dal suo predecessore Gitto ‘eredita’ anche il Consiglio, a cui i soci hanno rinnovato la fiducia. Come Vice Presidente è confermato Lampugnani. I consiglieri sono:
Massimiliano Maria Longo, Matteo Maggiore, Gabriele Cucinella, Karim Bartoletti, Mauro Manieri e la new entry Stefania Siani che subentra a Francesco Guerrera.
Segretario è Caroline Yvonne Schaper. Sono stati selezionati come probiviri:
Massimo Guastini, Roberto Scotti e Gianguido Saveri. Proboviro Supplente è Valerio Le Moli.

Kellogg’s avvia gara media e digital per l’Europa

Kellogg’s ha avviato una revisione per la strategia di media planning e buying e per le attività digitali in Europa. Le agenzie di Dentsu Aegis Carat, iProspect e Isobar, che attualmente gestiscono il business del brand, sono state invitate al pitch supervisionato da Chris Nolan, EMEA director of media and digital di Kellogg’s.

I futuri compagni di comunicazione saranno operativi dall’inizio del prossimo anno. Un portavoce di Kellogg ha dichiarato: “E abitudine di Kellogg’s rivedere periodicamente tutti i rapporti con le agenzie”.

Carat dopo aver battuto Mindshare, dal 2008 gestisce il media del marchio. Isobar ha vinto il business digitale nel 2010, quando era conosciuta come Glue Isobar. Kellogg’s, la multinazionale statunitense che produce cibo per la prima colazione, snacks, biscotti, e crackers, quest’anno è sponsor del Team GB alle Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Per il Gruppo Havas anno da ‘record’. Ricavi a 2.188 mln di euro (+17,5%)

Ottimo 2015 per il Gruppo Havas a livello globale. I ricavi hanno raggiunto i 2.188 milioni di euro, registrando una crescita per l’intero esercizio del 17,5% e una crescita organica del 5,1%. Gli effetti dei tassi di cambio hanno avuto un impatto positivo di 155 milioni di euro, a differenza degli anni precedenti. A cambi costanti, la crescita è stata dell’8,3%.

Yannick Bolloré, ceo di Havas, ha commentato: “Il 2015 è stato un altro anno record per il Gruppo, che ancora una volta ha registrato una delle migliori performance del settore. Abbiamo conseguito una crescita in tutte le nostre regioni,  la nostra redditività ha avuto un incremento di 30 punti base salendo al 14,4% e la nostra struttura finanziaria rimane sana e forte per sostenere la crescita futura”. Il new business netto vinto nel corso dello scorso anno ammonta a 1.668 milioni di euro in termini di billing.

Facendo una panoramica dell’andamento del Gruppo nelle diverse aree, si può rilevare che in Europa la crescita è stata generalizzata. Nell’ultimo quarto dell’anno in Francia la crescità organica è stata del 6,6%, il Regno Unito ha chiuso il 2015 con una crescita organica del 4,4%. Anche il resto del continente ha ottenuto ottimi risultati: Spagna, Germania, Italia, Repubblica Ceca, Svizzera, Ungheria e Irlanda hanno tutte registrato un incremento a doppia cifra. Buone notizie anche dal Nord America che ha chiuso i dodici mesi con un +6,4%.

Molto dinamica l’area Asia Pacifico con una crescita organica del 7% nell’anno e un +8,3% nell’ultimo trimestre. Meno brillante l’America Latina che però, nonostante la frenata del 2015, ha ottenuto comunque una crescita organica dell’1,3% per l’intero esercizio.

Amnesty International lancia #Here’s to you con Saatchi & Saatchi e Think Cattleya

In occasione della pubblicazione del suo Rapporto 2015-2016, Amnesty International lancia con Saatchi & Saatchi e Roberto Saviano un appello affinché sempre più persone si uniscano alla lotta contro le ingiustizie.

Saviano, l’autore di Gomorra e Zero zero zero che denuncia da anni le violenze dello stato e del crimine organizzato, inviterà tutti a far sentire la propria voce e cantare ‘Here’s to you’, canzone che Joan Baez ed Ennio Morricone hanno dedicato a Sacco e Vanzetti e che è diventata un simbolo della lotta per i diritti umani.

Sono passati quasi 90 anni da quando i due anarchici italiani sono stati ingiustamente messi a morte a Boston, ma ancora oggi i diritti umani vengono costantemente violati in tutto il mondo, Italia inclusa. Tornare a cantare quella canzone significa mostrare che la lotta non è finita e che tutti i Sacco e Vanzetti del mondo non sono soli.

Il video-appello di Saviano è stato realizzato in collaborazione con Think Cattleya, per la regia di Bosi & Sironi. Le persone che risponderanno all’appello avranno la possibilità di registrare o caricare un video della canzone attraverso il sito dell’operazione herestoyou.it.

Con i contributi raccolti sarà realizzato un unico videoclip della canzone da diffondere e mostrare al mondo, per far sentire che la lotta non è finita e convincere sempre più persone a sostenere Amnesty International, firmare le petizioni e dare il loro contributo in favore dei diritti umani.