GroupM, crescita del 2,2% per il mercato italiano nel 2016. Digital a +8,5%

11 dicembre 2015

Luca Vergani

Le stime prevedono la tv a +2%. Radio e ooh meno performanti rispetto al 2015. In calo stampa e cinema

di Valeria Zonca

Dopo le proiezioni di Magna Global e di ZenithOptimedia, anche GroupM ha definito le stime relative all’anno 2016, prevedendo una chiusura del mercato italiano con una crescita a +2,2%.

A rivelare le cifre è stato il ceo di Mec Luca Vergani, a margine della presentazione di VDA per la misurazione del valore dell’advertising online (vedi notizia).

Per quanto riguarda i singoli mezzi, il gruppo che fa capo a Wpp, ha previsto la televisione a +2%, la radio a -2,5% (dopo l’ottima performance nel 2015), la stampa a -4,5%, l’out of home in parità, il digital a +8,5% e il cinema a -5%. Il ceo di Mec ha inoltre annunciato che la sigla da lui guidata ha acquisito recentemente il budget media di Deliveroo, il servizio di food delivery sbarcato in Italia nel mese di novembre, con l’apporto del general manager Matteo Sarzana (precedentemente in Zooppa, in Y&R e alla guida di VML Milano, ndr).

Nata a Londra nel 2013, Deliveroo è ora presente in 8 Paesi (Inghilterra, Francia, Germania, Olanda, Spagna, Belgio, Irlanda e Italia), che diventeranno 12 entro la fine dell’anno. La società aveva avviato una gara per la gestione del media in Italia a cui hanno partecipato la sigla di GroupM e Talon, sigla indipendente del Regno Unito, specialista della comunicazione ooh.

“Si tratta di un lancio rifinanziato con 100 milioni di dollari (70 milioni di dollari per il proprio percorso di sviluppo: un investimento che segue un round effettuato a inizio anno di ulteriori 25 milioni di dollari, ndr). Il cliente è già on air a Milano con affissione dinamica sui tram e con la statica sul cubo della Darsena, ma il piano media sarà integrato”, ha aggiunto Vergani. Il lancio sarà sostenuto da una forte attività di marketing con attività di field marketing, pr, partnership, atl ed eventi oltre all’attivazione dei principali social media.