Aol espande la presenza nel mercato italiano per innovare l’offerta e sfida Google e Facebook

2 dicembre 2015

Christina Lundari

Aol sbarca in Italia per dare una scossa al mercato con un impegno ad innovare costantemente l’offerta adv. Dopo l’annuncio dell’accordo strategico decennale tra Aol e Microsoft, l’azienda (acquisita a giugno da Verizon) ha presentato ieri, durante lo Iab Forum, la propria strategia per l’Italia con Lewis Sherlock Head of Enterprise Strategy, Interational Aol e Christina Lundari, Managing Director di Aol per l’Italia, arrivata da poche settimane da Microsoft Advertising. Aol offre nuove opportunità di vendita attraverso una partenership strategica tra la squadra che già gestisce le property online di Microsoft – tra cui Windows, Skype, Outlook.com, Xbox Live, Msn – e il team di Be On, la piattaforma di branded video syndication di Aol.

“Abbiamo l’ambizione di competere con Google e Facebook e di diventare la scelta privilegiata per la monetizzazione delle inventory – spiega Lundari -. Offriamo nuove soluzioni di marketing e comunicazione premium insieme all’acquisto in programmatic, semplificando il modo in cui gli inserzionisti pianificano. Da oggi, inoltre, grazie all’arrivo di alcuni layer della piattaforma One by Aol estendiamo la nostra offerta anche ai publisher che potranno decidere di sfruttarla per raggiungere nuovi pubblici e monettizzando la loro inventory”.

Aol ha in pancia piattaforme di contenuti e soluzioni adv d’avanguardia: HuffPost, TechCrunch, Aol On e Be On; Adap.tv (video in programmatic); One by Aol, piattaforma cross screen (incluse le linear tv); Convertro, e Partner Studio per creare un contenuti branded-content per gli inserzionisti. Inoltre la più recente acquisizione Millennial Media, piattaforma programmatica open market in grado di gestire un sistema di monetizzazione da mobile di oltre 65.000 app, raggiungendo oltre 20 milioni di utenti in Italia.

L’accordo tra Microsoft e Aol crea uno tra i più ampi pubblici globali accessibile via desktop, mobile e video con oltre 512 milioni di visitatori unici al mese, un’audience di oltre 16 milioni di utenti mensili online; una Premium inventory con oltre 500 miliardi di impression mensili a livello mondiale e più di un miliardo e mezzo al mese in Italia. All’ascolto della nuova offerta di Aol ci sono Rai, che già collabora con Rubicon Project e i più grandi editori italiani. A breve sarà annunciata una partnership con GroupM. (F.Ci.)