Con Veesible focus su Mobile, Video e Native Adv

1 dicembre 2015

Massimo Crotti

Veesible è la concessionaria pubblicitaria digital del Gruppo Tiscali. La sua offerta di servizi creativi e personalizzati è in grado di soddisfare l’esigenza di ‘visibilità’ degli investitori, vincendo la grande sfida della complessità del mercato digitale grazie all’alta specializzazione. Tre i suoi asset strategici: Mobile, Video e Native Adv. “Il lavoro di quest’anno ci ha premiato molto soprattutto nel primo semestre dell’anno, in cui abbiamo registrato crescite significative sul mobile, area nella quale si registra un incremento dei ricavi rispetto allo stesso periodo 2014 e con una crescita mensile su tutto il primo semestre 2015 – spiega l’amministratore delegato Massimo Crotti -. Nel 2016 continueremo il nostro focus sui tre temi Mobile, Video e Native”.

Proprio sul fronte del native advertising, sottolinea Crotti, “grazie alla partnership con Upstory siamo riusciti ad arricchire il nostro casino know-how, potenziando in particolare le possibilità di distribuzione del messaggio all’interno di un grande e qualificato network di piccoli editori verificati. Attraverso il nostro approccio consulenziale riusciamo a offrire al cliente un completo supporto per lo sviluppo della loro content & native strategy: sviluppo di branded content originali e di qualità (punta di diamante lo storymaking di prodotto che sviluppiamo per i clienti grazie alla partnership con ‘netnoc – joint venture tra Giunti Editore e Art Attack Adv) e distribuzione dei contenuti in ottica native attraverso tutti gli strumenti, social media compresi”.

Ma anche Programmatic e Big Data sono uno dei punti di forza della concessionaria: “Sul Programmatic – conclude l’ad – è da diverso tempo che ci siamo strutturati internamente con una divisione ad hoc con competenze e know-how specifici, capace di rispondere in maniera mirata alle esigenze di questo mercato e a quei budget che transitano tramite queste piattaforme tecnologiche automatizzate. Relativamente ai Big Data, ci piace ricordare che a febbraio siamo stati tra i primi a lanciare la nostra DMP. Un tool che abbiamo sviluppato in collaborazione con DotAndMedia, nostro partner tecnologico, e con il contributo di Giacomo Aletti, Professore di Statistica del Dipartimento di Matematica dell’Università Statale di Milano”.