Rocket Fuel: ‘persone non device’ al centro della sfida digital

1 dicembre 2015

Enrico Quaroni

‘Persone non device’ è il tema del workshop che oggi alle 15 vedrà protagonista Rocket Fuel. A parlarne sarà il managing director Italy Enrico Quaroni, che affronterà l’argomento illustrando anche lo strumento Cross Device Optimization.

“Finora era difficile mettere insieme i dati della misurazione del programmatic su mobile e su desktop – spiega Quaroni – ma grazie a questo strumento siamo in grado di riconoscere lo stesso utente che si collega da device diversi. Il Cross Device Optimization è certificato da Nielsen e ci consente di identificare la stessa persona su qualunque device nel 97,4% dei casi”.

Con il Cross Device Optimization, presente in Italia dall’ultimo trimestre del 2015, la misurazione può essere certificata anche da terze parti. “La misurazione è sempre un tema fondamentale online casino – sottolinea Quaroni – perché permette di avere maggior controllo e di conteggiare nel dettaglio il budget media che va sui diversi mezzi. Questo si traduce anche in un aumento del roi delle campagne pubblicitarie”.

Il futuro, insomma, è di chi riuscirà a fare ulteriori passi avanti sulla strada dell’innovazione. “I primi che svilupperanno buoni prodotti per il mercato potranno sfruttare in maniera più efficace e puntuale i propri canali digitali: è quello che noi facciamo con le nostre soluzioni DMP  – prosegue Quaroni -. Oggi infatti è possibile ricevere i dati, inserirli nei DMP e misurare in maniera molto più precisa l’impatto per la propria azienda. Con un evidente vantaggio per le aziende”.

Nel frattempo, Rocket Fuel si avvia verso una chiusura d’anno che confermerà, “se non addirittura migliorerà i risultati del primo semestre: a livello italiano c’è stata una crescita clamorosa con 186 % di fatturato, 135% di clienti, 120% di staff e le campagne attive sono tutte cresciute per una media del 123%. Considerando che il  mercato si orienta sempre di più al programmatic – conclude il managing director – possiamo prevedere un 2016 altrettanto brillante”.