Blasting News, native e programmatic gli strumenti della piattaforma

26 novembre 2015

Circa 15.000 news al mese in 34 paesi e in 24 lingue, grazie a una community di 500.000 contributori, anche detti ‘blaster’. Superano i 19 milioni i lettori unici al mese europei, solo in Italia se ne contano 12 milioni. Sono questi i numeri di Blasting News, piattaforma tecnologica globale di contenuti nata nel 2013 nel nostro Paese.

“Le nostre news a novembre stanno generando 32 milioni di utenti unici. In Italia nello stesso mese siamo sopra i 12 milioni di utenti unici – ha dichiarato  Andrea Manfredi, founder e ceo di Blasting News -. Fino ad oggi le nostre entrate sono state quasi esclusivamente generate dal programmatic. A fine luglio abbiamo deciso di costituire la nostra concessionaria interna e abbiamo assunto le prime 3 persone. L’obiettivo è di arrivare a 15 persone operanti nella forza vendita a giugno dell’anno prossimo”.

Manfredi ha poi aggiunto: “Il 4 trimestre del 2015 ci ha visto online casino per la prima volta impegnati in Italia sui centri media. In termini di raccolta faremo per 3 ciò che è stato fatto finora dai guadagni del programmatic. Questo perché il nostro prodotto, che abbiamo incominciato a portare in giro e a presentare ai centri media, è piaciuto molto sia per quanto riguarda i prodotti di video display e sia per targeting delle audience”.

Sul programmatic l’azienda ha investito fin dal lancio, così come sul fronte del native, invece, ha sviluppato un prodotto di branded content innovativo realizzando contenuti dedicati. “Cerchiamo di costruire progetti di comunicazione legati allo specifico brand – ha continuato il manager -. Innanzitutto stabiliamo se è più efficace un livello di promozione diretto o indiretto. Una volta presa la scelta con il brand facciamo un beauty contest tra gli opinion leader e gli influencer e andiamo a prendere quelle persone che hanno un livello più alto di visualizzazioni e condivisioni. Selezioniamo poi un panel definito a cui mandiamo il brief per costruire una storia multimediale”.

Blasting News sarà presente allo Iab Forum il prossimo 2 dicembre con un workshop dal titolo ‘Native Marketing Revolution’. “Tra i trend che stanno crescendo molto in Italia posso individuare l’utilizzo dei dati e la partecipazione delle audience – ha proseguito Manfredi – il guaranteed deal, che per il programmatic è un salto quantico molto bello perché reso fluido dalla piattaforma stessa, e il native marketing, che ora sta affermandosi in Europa”.

In riferimento all’entrata in altri mercati Manfredi ha commentato: “Il primo focus è di sviluppare gli Stati Uniti dove abbiamo lanciato l’attività a settembre. Altri due grandi paesi dove stiamo facendo un’analisi sono Cina e india”. L’azienda ha sede in Svizzera e conta oggi 31 persone.