Epica Awards, 8 metalli all’Italia. Vince il GrandPrix High School Girl? di Watts Tokyo per Shiseido

20 novembre 2015

di Serena Poerio


Si è conclusa ieri con una cerimonia di premiazione a Berlino presso il Kino International Cinema la 29esima edizione degli Epica Awards, l’unico premio dedicato alla creatività internazionale la cui giuria è composta da rappresentanti della stampa di settore (a farne parte anche TVN Media Group). A trionfare nella categoria Film aggiudicandosi il GrandPrix è stato lo spot High School Girl? dell’agenzia Watts di Tokyo per Shiseido. Il GrandPrix Digital è invece andato Taste the Translation di J. Walter Thompson Amsterdam per ElaN.

A guadagnarsi lo scranno più alto nella categoria Press la campagna di John Lewis Southampton realizzata da AdamandeveDDB, UK, mentre in OutDoor ha vinto il GrandPrix Mini Traffic Lights dell’austriaca Demner, Merlicek & Bergman per Mini.

L’Italia in questa competizione si è aggiudicata un totale di 8 metalli. Oltre ai 3 ori conquistati da Leo Burnett con Always BackmeApp per Procter&Gamble nella categoria digital mobile site, McCann Worldgroup con The emotisongs per Coca-Cola nella categoria digital social network, H-57 con Film in Five Seconds per Quercus Editions nella categoria Publications Design (leggi la notizia) il nostro Paese ha raccolto due argenti e tre bronzi.

A vincere un argento nella categoria Prescription and OTC Products il progetto Make the World A Peaceful Place dell’agenzia Dlv Bbdo per Dr Giorgini, il secondo argento è invece stato assegnato nella sezione Media a Ghost di stv DDB per Mediaset Premium. I tre bronzi sono invece andati rispettivamente a Mini Camera ‘Workers’ di J. Walter Thompson Italia per Samsung Electronics Italia nella categoria Personal Electronics & Devices, The Speech di Leo Burnett per Leo Burnett Company in Corporate Image e al progetto The Emotisongs di McCann Worldgroup per Coca-Cola nella categoria Integrated Campaigns.

Quest’anno il premio dedicato alla creatività globale ha registrato 4000 iscrizioni di lavori da parte di 585 agenzie provenienti da 75 Paesi. Questa edizione ha visto il Regno Unito guidare la classifica con 51 premi vinti (incluso un GrandPrix e 16 ori), seguito da Francia, Usa, Svezia e Germania. Tra le migliori performance non europee si registrano il Canada, il Giappone e l’Australia. Durante la cerimonia sono stati assegnati i riconoscimenti Network of the Year a BBDO (43 metalli vinti, tra cui 11 ori) e Agency of the Year a AdamandeveDDB ( in testa al ranking delle agenzie per il secondo anno consecutivo con 11 premi incluso un GrandPrix e 4 ori).