Siglata una data partnership fra ComScore e Italiaonline

19 novembre 2015

Gabriele Mirra

ComScore, società leader a livello mondiale nel campo del digital media analytics, e Italiaonline, prima Internet company italiana che ha tra i suoi asset la mail più diffusa del Paese e i portali Libero e Virgilio, hanno annunciato ieri la loro  data  partnership per la misurazione dell”efficacia della pubblicità digitale in Italia.  Grazie a questo accordo Italiaonline fornirà a comScore i dati demografici per il mercato italiano potenziando  la  misurazione dell”erogazione alla target audience sia di comScore Validated Campaign  Essentials (vCE), sia di Validated Media Essentials (vME), permettendo così  una ancora più precisa  valutazione delle cam pagne pubblicitarie online.

Il sistema vCE fornisce a Italiaonline e ai suoi clienti una verifica completa sulle campagne, misurandone audience, viewability, brand safety, area geografica di delivery (erogazione geolocalizzata), engagement  e traffico non umano. In contemporanea all’annuncio di questa partnership, Italiaonline propone al mercato la sua nuova  offerta di advertising video targettizzato su propri dati demografici.

“Essere tra i primi publisher in Italia a diventare partner di comScore in questo progetto di certificazione  dei dati – ha affermato casino Gabriele Mirra, coo di Italiaonline – è per noi estremamente importante, perché ribadisce un punto centrale della nostra strategia commerciale, che è vendere prodotti pubblicitari su dati qualificati, veri e certificati e non semplicemente inferiti, come fa la quasi totalità dei nostri competitor”.

Ha poi aggiunto Gabriele Mirra: “Siamo convinti che la nostra offerta video targettizzata, grazie a un bacino di oltre 100 milioni di video views al mese, possa essere tra le più competitive del mercato”.

Fabrizio Angelini, ceo di Sensemakers che rappresenta comScore in esclusiva per l’Italia ha aggiunto:“Siamo veramente felici di poter annunciare questa partnership con Italiaonline che dimostra l’efficacia  del nostro modello aperto alla collaborazione degli editori nella definizione di standard condivisi e qualitativamente elevati nella misurazione delle audience. Il fatto che il primo editore italiano online  abbia deciso di fornire i propri dati di profilazione per ottimizzare i sistemi di valutazione delle  campagne di comScore testimonia la nostra attenzione al coinvolgimento degli attori più importanti e alle specificità e ai bisogni del mercato Italiano”.