Iab Forum 2015, l’evento sul digitale in formula spettacolare

13 novembre 2015

Daniele Sesini

di Serena Poerio


Promette di essere spettacolare e coinvolgente la XIII edizione di Iab Forum, la manifestazione che chiama a raccolta il mondo della comunicazione digitale i prossimi 1 e 2 dicembre al MiCo Milano Congressi. Dati, tendenze, ospiti di prestigio e intrattenimento. La formula dell’appuntamento rivolto al settore conferma e ribadisce attenzione allo show business.

“Abbiamo deciso di abbinare alla prima giornata – racconta a Today Pubblicità Italia Daniele Sesini, direttore generale di Iab Italia -, dedicata ai temi più tecnici e ai trend che si stanno evidenziando nel comparto, dati alla mano, una seconda giornata con contenuti più aspirazionali e coinvolgenti”.

La scelta strategica di strutturare l’evento in due momenti diversi è dettata dalla volontà “di far sì che i partecipanti si arricchiscano anche in termini di orientamento sulla consapevolezza di quello che può significare per qualunque azienda l’utilizzo degli strumenti del digitale”.

Quest’anno all’evento sono attesi “personaggi – ha continuato il manager – che possono aprire la mente, far sognare, ispirare, con un contributo importante di spettacolo, perché crediamo che la capacità di intrattenere il pubblico sia importante”.

“Il primo giorno insieme all’Osservatorio Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano forniremo i dati sugli investimenti pubblicitari e commenteremo i segmenti di mercato – ha dichiarato Sesini -. Insieme ad Audiweb parleremo della fruizione degli scenari digitali e dei possibili interventi legati al nostro mercato. La seconda giornata sarà più spettacolarizzata nei contenuti grazie anche agli ospiti, tra questi il regista Oliver Stone e il rivoluzionario ingegnere co-fondatore di Tesla Motors, Martin Eberhard (vedi notizia). Sarà un momento interessante anche per un pubblico più allargato”.

Proprio sulle presenze attese – l’anno scorso si è raggiunto il traguardo delle 12.000 persone – il direttore generale di Iab Italia ha sottolineato: “Ci aspettiamo una partecipazione imponente. Puntiamo a superare la partecipazione dello scorso anno soprattutto grazie a un’agenda ampia e interessante”. Tra gli argomenti che il manager segnala:   mobile, video e programmatic, ambiti in forte crescita. Inoltre “l’anno scorso l’adv online raggiungeva i 2 miliardi di euro. Era la prima volta che si evidenziava un dato cosi importante, anche perché era la prima volta che sono state mappate tutte le componenti del mondo digitale. Anche quest’anno manterremo la misurazione complessiva a perimetro totale, stimando anche la porzione web non monitorata”.

Il claim scelto per lo Iab Forum 2015 è ‘Learn, Do, Become’: “Partendo dal ‘learn’ e dalla volontà di apprendere si arriva al ‘do’, per appropriarsi delle nuove piattaforme e capacità del digitale, e delle nuove potenzialità per il ‘become’ e per fare di più”. E’ proprio l’apprendimento, e dunque la formazione, un tema importante per lab Italia, come confermato dal direttore generale: “E’ un aspetto che stiamo sviluppando, ci sarà un processo costante e continuo di arricchimento di contenuti. Sono numerose le registrazioni e i nuovi percorsi formativi che stiamo realizzando con gli associati  di Iab. Ricopriremo sempre di più gli ambiti più importanti della filiera del digitale”.

Sul comparto, inserito all’interno di un’economia italiana in ripresa, Sesini ha commentato: “Elementi di recupero lento ma progressivo ci sono. Sicuramente nel rilancio del sistema Paese il mercato digitale, pervasivo in ogni azienda, ha un ruolo e un peso molto importante”. In particolare, in riferimento al digitale, il manager ha concluso: “C’è sicuramente necessità di un migliore accesso alle infrastrutture e alla banda larga, ma abbiamo colmato il gap: siamo un mercato maturo e abbiamo la capacità di utilizzare tutti gli strumenti offerti dal digitale”.