DS Automobiles lancia la Nuova DS4 con Publicis La Maison

4 novembre 2015

Un frame con Joël Dicker

da Parigi Valeria Zonca


È con l’obiettivo di creare una community che nasce la comunicazione ‘The DS Writer’ che accompagna il lancio della Nuova DS4 e di DS4 Crossback: presentate all’ultimo Salone di Francoforte, le due vetture debuttano ora sul mercato.

La campagna pubblicitaria di DS Automobiles, presentata ieri al DS World di Parigi è stata realizzata dall’agenzia Publicis La Maison (direttori creativi Anne de Maupeou, Dimitri Guerassimov e Fabien Teichner, direttore creativo digital Lionel Bui) e vivrà prevalentemente sul web attraverso una serie che parte da un racconto scritto in esclusiva per DS dal giovane autore svizzero Joël Dicker che ha raggiunto la notorietà con ‘La verità sul caso Harry Quebert’ tradotto in 40 lingue e disponibile in 60 Paesi con 3 milioni di copie vendute. Il racconto di Dicker, concepito come un thriller, è stato poi tradotto in immagini con la regia del duo inglese D.A.R.Y.L. per la casa di produzione Standard.

I cinque episodi raccontano la storia di Dicker che, per superare il blocco della prima pagina bianca, decide di cercare l’ispirazione al volante della Nuova DS4. Un viaggio da Parigi alla Foresta Nera, utilizzando la funzione Apple CarPlay che gli consente di prendere appunti sulle nuove idee e di fare ricerche in tutta sicurezza.

“Il target a cui si best online casino rivolge Nuova DS4 è quello di giovani curiosi che leggono e che amano le immagini, consumando molto digitale – ha spiegato a margine della presentazione Arnaud Ribault, vp sales and marketing di DS -. Volevamo trovare un’idea originale che creasse engagement: ci interessano tutti i meccanismi che si potranno innescare”.

La campagna, partita oggi in Francia, arriverà negli altri Paesi il 9 novembre, compresa l’Italia,  dove sarà creato il sito ad hoc nuovaDS4.it. La pianificazione, che nel nostro Paese è gestita da OMD, comprenderà anche una campagna adv su web (su siti generalisti, automotive e lifestyle), la stampa generalista e di settore e i social.

“Altri marchi mi avevano proposto di fare da testimonial ma ho rifiutato spesso – ha dichiarato Dicker -. Ho detto sì a DS perché mi ha permesso di realizzare un sogno nel cassetto: quello di recitare. Inoltre per un autore è fantastico poter condividere con il pubblico il momento in cui trova l’ispirazione”.

Le due berline compatte puntano su design innovativo, raffinatezza, cura del dettaglio, tecnologie e comfort. Creato nel giugno 2014, il marchio indipendente DS può contare su un’eredità decennale (la leggendaria DS19 è nata proprio 60 anni fa) ma è proiettata al futuro. La scelta di diventare un brand è stata supportata dai volumi di vendita significativi (oltre 580mila vetture in 4 anni, dal 2010) e dal voler offrire una gamma tailor made che spaziasse dal segmento D con la DS5 al premium con la DS4 e al B con la DS3.

“Il nostro slogan ‘Spirit of Avant-garde’ definisce l’identità del marchio – ha precisato Ribault -. Ci vorrà del tempo per imporci, almeno 15 anni, ma entro il 2020 la nostra mission è quella di lanciare 5 nuovi modelli a livello mondiale”.