Ringo Mobile ‘conquista’ il target etnico. Incrementato il budget media

28 ottobre 2015

di Andrea Crocioni


Dopo l’annucio dell’avvio delle attività lo scorso settembre, l’operatore telefonico Ringo Mobile si è presentato ieri ufficialmente alla stampa nella sede del flagship store di Sesto San Giovanni (Mi). La società, specializzata in servizi mobili innovativi, in poche settimane ha già raggiunto un ‘parco clienti’ di 18 mila utenze puntando in particolare sulla clientela etnica.

“I cittadini stranieri hanno una spesa telefonica media che è 3 o 4 volte quella degli italiani. Ma per noi è solo l’inizio – ha spiegato l’ad Luca Bignone -. Con un’offerta molto elastica che permette a ognuno di pagare quello che usa, accompagnata dall’eccellenza del servizio, possiamo guardare con interesse a un bacino molto più ampio”.

L’obiettivo è portare a 160mila il numero dei clienti nel giro di un anno. Al momento il presidio del mercato da parte della società di tlc (controllata dalla holding lussemburghese ICS) è garantito da una rete di 480 punti vendita, oltre che dalle ricevitorie Sisal (dove sarà possibile effettuare le ricariche) e dai flagship store che dovrebbero diventare una ventina a regime.

L’Italia rappresenta una country strategica per Ringo Mobile che ha già avviato attività di comunicazione nel nostro Paese. La società ha allocato un budget di circa un milione di euro per farsi conoscere nella Penisola. Una cifra che ora è stata ulteriormente incrementata di 300mila euro in attività di marketing per il 2016 che saranno destinate al presidio del territorio e in particolare alla personalizzazione dei mezzi pubblici. Già nei mesi di agosto e settembre l’azienda era stata on air con una campagna dinamica a Milano e su stampa. La brand identity è dello Studio Albino Vescovi che ha elaborato il naming, ha studiato il logo e ne ha curato le sue declinazioni nei punti vendita.

“Per la creatività delle campagne, così come per la pianificazione gestiamo tutto internamente. In futuro potremmo valutare, a seconda delle necessità, di avvalerci di un partner esterno, ma al momento è prematuro”, ha chiarito Bignone. Guardando ai prossimi mesi Ringo si prepara a lanciare la sua App che permetterà di chiamare utilizzando la rete dati (VoIP) tutti i Paesi del mondo e l’attivazione del servizio ‘Credit Transfer’ che consentirà ai clienti di regalare credito telefonico a livello internazionale, anche per chi utilizza altri operatori.