Armando Testa inaugura Sintesi 59 e chiude il 2015 in positivo

28 ottobre 2015

di Serena Poerio


Si chiama Sintesi 59: è il tributo ad Armando Testa, primo monumento a un creativo italiano inaugurato ieri a Torino alla presenza del sindaco della città Piero Fassino. Una sfera e mezza di acciaio nero, di circa 5 metri di altezza – a ricordare lo stile unico di colui che amava definirsi un “povero moderno” come ha ricordato il figlio di Armando, Marco – sorge in piazza XVIII Dicembre, davanti alla nuova stazione di Porta Susa, vicino al grattacielo di Intesa Sanpaolo e la torre Rai.

“Il colore nero ha prevalso sul rosso – ha dichiarato Marco Testa, presidente e ad dell’agenzia Armando Testa –  poiché ci siamo rifatti al disegno originale del ‘59”.

La scultura si ispira infatti a un’opera di Armando Testa, nata in seguito a un viaggio di lavoro a New York, dopo che il pubblicitario artista vide nella vetrina di un negozio una bambola giapponese, composta da due semisfere. Fu questo spunto che, al suo ritorno in Italia, gli fece recuperare un abbozzo pittorico rimasto a lungo chiuso in un cassetto. “Volevo riuscire a rappresentare visivamente una sfera e mezza. Così, eliminando qualsiasi concessione al pittoricismo, disegnai una sfera e mezza aerografata a tutto volume” aveva raccontato Armando Testa per descrivere quel lavoro, divenuto oggi un tributo al suo genio.

Il disegno di Sintesi 59 fu poi utilizzato nella celebre campagna pubblicitaria del liquore Punt e Mes. “Mio padre guardando questo monumento sarebbe stato sorpreso e avrebbe detto in torinese ‘mammamia’ – ha ricordato emozionato Marco -. Abbiamo avuto occasione di fare tante mostre d’arte, ma questa è una cosa del tutto nuova. Sono molto fiero, ma anche un po’ impressionato. Spero che ai torinesi piaccia la storia di questo personaggio e della sua passione per la creatività”.

La sfera e mezza, realizzata con la direzione artistica e il contributo dell’architetto Benedetto Camerana “è un’opera d’avanguardia del moderno che diventa contemporaneo in un posto con edifici dell’ ‘800”, ha spiegato Camerana. In occasione dell’evento di inaugurazione il Gruppo Armando Testa ha lanciato un contest dedicato ai giovani creativi con l’hashtag #sintesi59 (per info armandotesta.it/it). Premio previsto per il vincitore del concorso: un mese a Los Angeles, nel cuore del cinema e dell’entertainment, nei nuovi uffici di Testa Los Angeles.

A proposito dell’apertura della nuova sede americana il presidente ha commentato: “Ci stiamo lavorando da molto tempo. Armando Testa è simbolo del Made in Italy, ma stiamo guardando sempre di più all’estero. A breve presenteremo i risultati del nuovo ufficio. Già a Natale ci saranno campagne per alcuni clienti americani. A New York in Times Square siamo andati in affissione con Chiquita (vedi notizia)”.

In riferimento all’andamento del Gruppo, Testa ha dichiarato: “Chiudiamo il 2015 in positivo, stiamo innovando anche molto sul digital”.