Tv2000: in un anno ascolti in crescita del 15,15% e raccolta raddoppiata

27 ottobre 2015

Paolo Ruffini

Negli ultimi 12 mesi raggiunti 3 milioni spettatori al giorno. La concessionaria PRS scelta per comunicare al mercato i valori della rete

di Valeria Zonca

Una televisione ‘alternativa’ che ha scelto di stare in mezzo alla gente e di raccontarla, facendo della cultura dell’incontro un asset imprescindibile.

TV2000, che ieri a Milano ha presentato i prossimi palinsesti 2015-16, ha visto crescere del 15,15% gli ascolti in un anno, con un incremento medio giornaliero di quasi 200 mila telespettatori, passando da una media giornaliera di oltre 2 milioni 700 mila utenti nel 2013/2014 ai quasi 3 milioni registrati nel 2014/2015. Prendendo a campione la media giornaliera di tutti i programmi d’informazione, Tv2000 ha registrato quasi un milione di utenti mentre per i grandi programmi-contenitori della mattina e del primo pomeriggio, l’emittente ha raggiunto 600 mila telespettatori.

“Non siamo una nicchia, ma una realtà che cresce – ha spiegato il direttore di rete Paolo Ruffini -. Lo dicono i numeri: fra le ore 17 e le 19, Tv2000 è l’ottava tv per ascolto medio, con quasi il 2% di share, a circa mezzo punto dalla settima posizione. E che fra le ore 7 e le 10 del mattino siamo al nono posto, a 0,6% dalla sesta posizione. Quasi un milione di persone  si informano ogni giorno con i nostri telegiornali, più di mezzo milione di persone riflettono ogni giorno sui fatti della vita attraverso i nostri programmi contenitore Bel tempo si spera e Siamo noi. Ottimi i risultati anche sui social con un boom di visualizzazioni a settembre sul nostro canale YouTube (26 milioni) e di post pubblicati nella nostra fan page su Facebook (8 milioni)”.

“La raccolta nei 9 mesi 2015 è cresciuta del 50% in più rispetto allo stesso periodo del 2014 ma il nostro obiettivo è di crescere ancora di più, ottimizzando il nostro bacino pubblicitario attuale senza infittire l’affollamento (oggi 7% rispetto al 15% max di legge) per dare ancora più valore al prodotto editoriale senza penalizzare quello pubblicitario – ha dichiarato il direttore generale di Tv2000 Lorenzo Serra -. Per questo abbiamo iniziato un nuovo percorso con la concessionaria PRS di Milano. Abbiamo un alto tasso di autoproduzione, produciamo trasmissioni e contenuti con valori importanti per cui significa credere in quello che facciamo”.

Serra auspica, inoltre, l’allargamento del panel di Auditel che, per ora, “non misura molti luoghi in cui la nostra rete è seguita ed è, quindi, un cappotto che ci sta un po’ stretto”.

“Vogliamo accompagnare il canale in una nuova fase e in nuovo posizionamento: nostro compito è di presentare al mercato i molti asset di Tv2000, audience, qualità, attenzione ai valori e alla cultura, intrattenimento, per ottenere un fatturato il più possibile adeguato all’audience – ha commentato Federico Silvestri, ad di PRS -. Abbiamo appena iniziato una ‘cavalcata’ che spero sarà entusiasmante per posizionare Tv2000 alla pari degli altri canali del digitale terrestre. L’offerta, oltre alla tabellare, comprenderà formati speciali, product placement e branded content per la valorizzazione totale dei brand e degli investitori”.

 

Per i palinsesti completi clicca qui