Banzai media propone nel 2016 una soluzione in house di Native Advertising

23 ottobre 2015

Andrea Santagata

di Serena Poerio


“L’ingresso di Pietro Scott Jovane in Banzai Media porta una serie di competenze all’interno dell’azienda – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Andrea Santagata, ad di Banzai a margine dell’evento di Ipg Mediabrands dal titolo ‘Contenuti e dati matrimonio d’amore o convivenza forzata?’ – i cui manager all’interno hanno una componente digitale con una forte propensione all’innovazione. Scott Iovane inoltre ha avuto un’esperienza internazionale con Microsoft e italiana in Rcs”. Banzai conta oltre 500 persone e ha chiuso il 2014 con ricavi pari a 185 milioni di euro.

“Il primo semestre del 2015 Banzai ha registrato una crescita del 25% – ha continuato il manager – e in generale il mercato ha dato un segno di ripresa interessante, evidenziando una ripresa ad agosto dopo un primo semestre flat”. Prossima novità annunciata dal manager:”A inizio 2016 svilupperemo e lanceremo una nostra soluzione Native Advertising, una proposta in house con una forte value proposition”.

Sulla recente acquisizione di AdKaora Santagata ha concluso: “Segue un percorso molto importante sul mobile e sul mondo delle app. Già a oggi abbiamo circa 7 milioni di download delle nostre app (18 in totale). Ci sono due direttrici molto forti sul digitale: il browsing e le app”.