Arcaplanet si riposiziona con 4 mln di euro e il nuovo pay-off ‘Da pet store a pet stories’

9 ottobre 2015

Michele Foppiani

di Valeria Zonca


Nuovo pay-off, nuovo spot in approvazione, un budget marketing importante su un fatturato in crescita: sono questi i principali asset di comunicazione annunciati ieri durante la conferenza stampa organizzata da Arcaplanet, la catena leader in Italia di supermercati per animali e al 5° posto in Europa per dimensione, che quest’anno compie 20 anni.

“Sarà lanciato a inizio 2016 il nuovo pay-off ‘Da pet store a pet stories’ che vuole sancire il passaggio verso un maggiore ascolto del rapporto padrone-animale – ha spiegato a Today Pubblicità Italia Ludovica Diale, responsabile marketing di Arcaplanet -. Sempre a inizio anno ci sarà un nuovo spot di brand, che sarà centrato sul nuovo obiettivo della catena. La creatività realizzata da Ineditha, unit di Italia Brand Group, è in fase di approvazione in questi giorni. Il piano media è in fase di definizione ma coinvolgerà anche stampa  e radio locali e il web. Il centro media è, da febbraio 2015, InMediaTo”.

La previsione di chiusura di fatturato 2015 è pari a 135 milioni di euro (+20%), con 147 pet store di proprietà (+24%) in 13 regioni con oltre 700 addetti (+20%). Sempre a fine 2015 gli investimenti saranno pari a 12,5 milioni di euro di cui 8,5 strutturali per le varie aperture dei punti vendita (20 quest’anno) e 4 in marketing e comunicazione, suddivisi in “tre milioni per l’adv nazionale e uno per i lanci locali dei punti vendita – ha proseguito Diale -. Anche per il 2016 è stato stanziato un budget pari all’7-8% del fatturato – ha proseguito Diale -. Oltre a ciò, a gennaio 2015 Arcaplanet ha lanciato il sito e-commerce Arcaplanet.it per la vendita on line delle circa 10.000 referenze che compongono l’offerta della catena. La comunicazione del progetto, con un extra budget ad hoc, è stata sviluppata da FCB Milan”.

Il settore pet care oggi vale, in Italia, 1,8 miliardi di euro. Nel 2017, Arcaplanet stima di superare i 200 punti vendita nel nostro Paese, con un fatturato di 210 milioni di euro e oltre 1.000 addetti. Nello stesso anno è previsto anche lo sbarco della catena in altri Paesi europei.

“Siamo soddisfatti della crescita che Arcaplanet ha compiuto in questi anni – ha affermato Michele Foppiani, fondatore e ad della società – non solo sotto l’aspetto quantitativo ma anche per la qualità dell’offerta costantemente aggiornata e che nei prossimi mesi consentirà ai nostri clienti di usufruire di pet store sempre più spaziosi, con lay out innovativi e servizi tecnologici e di consulenza all’avanguardia. La sfida è quella di arrivare da qui a 5 anni a essere il terzo gruppo in Europa per dimensione con una connotazione made in Italy sia nell’offerta sia nel rapporto con la clientela basato su lay out distintivo, ampiezza di gamma, sempre più professionalità e preparazione dei nostri addetti”.

Nel corso dell’incontro stampa è stato presentato anche l’ultimo pet store Arcaplanet di nuova concezione per alcune soluzioni tecnologiche e servizi integrati che aiutano la clientela a orientarsi e ad avere consulenza sia per l’acquisto dei migliori prodotti per i loro pet sia per avere informazioni in tempo reale e un canale diretto con i veterinari. Il punto vendita di Milano in viale Cassala aprirà al pubblico domani, contemporaneamente con quelli di Trieste e di Roma Casal Bertone: altre 8 aperture in altrettante città italiane sono previste entro l’anno in corso.