Mario Attalla è partner di Lorenzo Marini Group

7 ottobre 2015

Mario Attalla

Il manager: “Oggi c’è spazio per una realtà indipendente e non condizionata dalle logiche della finanza straniera”

Mario Attalla approda in Lorenzo Marini Group con il ruolo di partner per l’area della strategia e dello sviluppo dopo un semestre di consulenze marketing.

Attalla ha costruito una carriera multidisciplinare iniziata in McCann dove co-fondò la McCann Direct a metà degli anni ’80 per poi passare alla McCann e da lì in TBWA, poi in Conquest e in Millward Brown, dove ha conosciuto il mondo della ricerca quali-quantitativa, e infine tornare in agenzia guidando la Arnold Worldwide e infine la Grey. Quasi trent’anni di lavoro al servizio di aziende locali e multinazionali, all’insegna del focus sul risultato.

“Ho sempre lavorato da manager in agenzie e gruppi multinazionali ma con un approccio imprenditoriale. Oggi finalmente lavoro con un imprenditore vero e per di più creativo. Credo nell’intesa con Lorenzo perché penso che oggi ci sia spazio per una realtà indipendente e non condizionata dalle logiche della finanza straniera, creativa e capace di cogliere quasi in tempo reale le opportunità che i clienti mettono sul tavolo. Io porto in dote il mio background multidisciplinare e il pensiero strategico al servizio del gruppo e di Lorenzo che ritengo il solo vero creativo Italiano con una reputazione indiscutibile in quanto a capacità ideativa. Il sistema LMG è in grado di offrire servizi a 360° con efficienze di gestione che ci consentono di essere competitivi sul piano economico. Il nostro lavoro è finalizzato a produrre idee potenti e intense. Se c’è un’idea diventa più facile articolarla e canalizzarla nei diversi media per realizzare campagne integrate. Lo strapotere dei centri media, affermatosi negli ultimi 15 anni, ha spostato l’attenzione del marketing dalla potenza della creatività all’efficienza del piano media, un grave errore di cui siamo tutti responsabili. La gente reagisce a idee, emozioni e stimoli. Noi produciamo idee e lavoriamo con onestà e dedizione, divertendoci. Il profitto è il risultato del nostro lavoro e non il principale obiettivo”.