Nasce Widely, il visual storytelling nostrano sul modello anglosassone

6 ottobre 2015

Davide Maggi, già co-founder e ad di Nimai, digital company specializzata nella realizzazione di strategie, contenuti e campagne cross-platform sui new media, insieme a Matteo Riffeser Monti, editore ed ad di Monrif.net, e a Simone Bramante, il talent italiano più riconosciuto a livello internazionale con 650k follower su Instagram hanno dato il via a Widely, una società di visual storytelling strutturata sul modello anglosassone: realizzare strategie di cutting-edge storytelling, includere in portafoglio i migliori talenti internazionali, prediligere sempre la massima qualità di immagine e di narrazione e presentare risultati oggettivi e trasparenti.

Widely nasce già con una dote di case history particolarmente prestigiosa: il lancio internazionale di Scrambler Ducati con produzioni in Europa, Usa, Asia e Sud America, il progetto #lightislife di Philips con l’esposizione del lavoro realizzato al Museo di Eindhoven, le attività di racconto del territorio in Italia per le città di Bologna e Napoli, Unicredit e Cirio Food.

“Abbiamo voluto mettere a disposizione del mercato italiano un’offerta in grado di competere con la qualità, la professionalità e l’innovazione dei mercati anglosassoni, da sempre all’avanguardia in termini di comunicazione”, ha dichiarato Maggi, principale azionista di Widely, che può già contare su un team di 10 professionisti, oltre a collaboratori e influencer in grado di coprire i 5 continenti sulle categorie, tra le altre, di travel, enogastronomia e automotive.