Tim parla alla ‘smart population’ con Peninsula Talks

5 ottobre 2015

di Andrea Crocioni


Venerdì scorso è stata presentata a Milano, presso lo spazio TIM4Expo della Triennale, Peninsula Talks, la rivista multimediale interattiva pensata per raccogliere e raccontare le storie di persone capaci di reinventare il Made in Italy: dai giovani startupper, ai professionisti, artigiani e pensatori che sono riusciti a emergere ridisegnando il concetto di creatività italiana. L’operazione, promossa da Tim, nasce da un’idea dei giornalisti Serena Danna e Andrea Marinelli, e della fotografa e fondatrice di Humboldt Books Giovanna Silva con la collaborazione di Stefania Scarpini, ed è sviluppata dall’agenzia Accurat per la parte di information design.

“Noi investiamo tantissimo in due direzioni – ha spiegato Paolo Priolo, responsabile Brand Development Projects Telecom Italia -. Da un lato sulla banda ultralarga, con il nostro  piano triennale, dall’altro in pubblicità sui media nazionali con un budget annuale che si avvicina ai 100 milioni di euro e che ci posiziona fra i 10 top spender italiani. I touchpoint sono cambiati, ci troviamo a intercettare un pubblico sempre più segmentato: così ci è piaciuta l’idea di investire su un progetto che ci consentisse di sperimentare, posizionando il nostro brand accanto a un’iniziativa editoriale molto innovativa”.

In Peninsula Talks testi, video e data journalism si fondono con l’obiettivo di valorizzare nuove iniziative, professioni, start up, eccellenze italiane, attraverso un programma di 20 interviste pubblicate sul sito www.peninsulatalks.it. La piattaforma web è in grado di integrare storytelling e data visualization e favorisce anche una fruizione trasversale dei video – per temi specifici – che consente la creazione di contenuti del tutto personalizzati.

“Sono storie che raccontano l’impegno imprenditoriale italiano. A queste prime venti se ne aggiungeranno altre – ha proseguito il manager -. Alcune delle start-up a cui viene dato spazio sono nate proprio in seno agli acceleratori di TIM #Wcap”. Siamo di fronte a una raffinata operazione di branded content che il gruppo di tlc ha messo a punto per parlare alla ‘smart population’. Ma Tim non si fermerà qui.

“Iniziative come questa servono a stabilire un legame forte con il pubblico – ha sottolineato Priolo -. Per il 2016 vorremmo fare qualcosa sul fronte televisivo in questo senso. Intanto per Peninsula Talks abbiamo stretto una partnership con Rcs che riprenderà le interviste sul sito di Corriere Tv, ciò ci consentirà di ampliare gli orizzonti del progetto”.