Digital Magics rafforza l’offerta di Open Innovation

1 ottobre 2015

Enrico Gasperini

Digital Magics, venture incubator quotato su AIM Italia, ha approvato nella serata di martedì il piano dei nuovi servizi alle imprese e la relazione semestrale al 30 giugno 2015. Il nuovo piano potenzia la piattaforma di Open Innovation – Digital Made in Italy – nata grazie alla partnership con Talent Garden (TAG) e Tamburi Investment Partners (TIP), che ha l’obiettivo di realizzare il più grande hub di innovazione italiano per lo sviluppo e l’accelerazione di startup digitali e la trasformazione digitale delle imprese eccellenti del Paese.

In particolare Digital Magics intende rafforzare l’offerta di Open Innovation per le aziende fornendo: servizi di informazione, consulenza strategica e formazione per il top management aziendale, finalizzati all’innovazione digitale e alla collaborazione con l’ecosistema degli innovatori, servizi di supporto agli investimenti delle imprese nel digitale, come analisi di scenario, scouting di talenti e tecnologie, supporto a programmi di corporate venture capital e di accelerazione di spinoff, servizi di indirizzo per la realizzazione di applicazioni tecnologiche innovative realizzate dalle startup.

I servizi dell’incubatore saranno integrati con quelli di Talent Garden – partecipata di Digital Magics e principale network europeo di co-working focalizzato sul digitale – che offre informazione e formazione per executive manager e team di startup, comunicazione, produzione di eventi di innovazione, progettazione di spazi di lavoro innovativi e ospitalità nei campus. Verranno inoltre rafforzati i servizi di incubazione e accelerazione di Digital Magics per startup e scaleup.

Un ruolo centrale sarà ricoperto dal nuovo campus TAG Milano Calabiana, recentemente annunciato, uno spazio di oltre 8.500 metri quadri che mira a essere il punto di aggregazione per gli imprenditori digitali e i creativi europei in Italia. Il campus, fra i più grandi d’Europa, ospiterà oltre 400 professionisti fornendo numerosi servizi per l’innovazione delle imprese.  Il piano prevede la crescita organica dei servizi ed eventuali acquisizioni, con una previsione per il 2016 che vede il raddoppio del fatturato attuale. Per quanto riguarda i numeri del primo semestre 2015, i ricavi da servizi di consulenza e di incubazione sono stati pari a 1,18 milioni di euro, rispetto a 1,13 milioni di euro nello stesso periodo del 2014 (+4%). Il valore della produzione cresce da 1,14 milioni di euro a giugno 2014 a 1,28 milioni di euro a giugno 2015 (+12,4%).

L’EBITDA è ulteriormente migliorato e risulta positivo per 150 mila euro (+75% rispetto a giugno 2014). Il risultato di periodo presenta una perdita pari a 173 mila euro (era negativo per 175 mila euro a giugno 2014). Alle 41 società partecipate (direttamente o attraverso 56CUBE) al 31 dicembre 2014, si sono aggiunti nel primo semestre 2015 sei nuovi investimenti e una cessione, portando a 46 il numero delle partecipazioni in startup digitali, di cui 25 risultano iscritte nel Registro delle Startup Innovative.

Gli investimenti nel primo semestre 2015 nelle partecipazioni ammontano complessivamente a 1,64 milioni di euro, a cui si sono affiancati investimenti per circa 3 milioni di euro da parte di terzi. L’investimento complessivo al 30 giugno 2015 da Digital Magics ammonta a 18,2 milioni di euro, a cui si sono affiancati investimenti per 7,8 milioni di euro da parte di terzi.