Public-Ideas lancia la piattaforma di programmatic advertising

30 settembre 2015

Francesca Pinzone

di Fiorella Cipolletta


Public-Ideas festeggia 10 anni di attività e una sede nuova in via Savarè a Milano lanciando una piattaforma di programmtic advertising. Il player europeo impegnato con successo da un anno nello sviluppo di strategie di data-driven performance marketing, amplia la propria offerta annunciando una nuova soluzione per il programmatic adv. “Dopo anni di attività, con un fatturato globale di 34 milioni di euro, in crescita del 15% anche per quest’anno, spiega la country manager Francesca Pinzoni – abbiamo deciso di ampliare l’offerta con una nuova linea di business dedicata al programmatic attiva da luglio”.

Alla strategia data-driven performance marketing viene affiancata una soluzione per il programmatic “potenziando così l’offerta dei servizi che da oggi coprono l’intera catena dell’advertising: tracking, analisi dei dati, gestione pagamenti, consulenza, innovazione e customizzazione, potenziamento del network dei publisher. Il dato è al centro del programmatic e della strategia performance. E Public-Ideas occupa una posizione unica nel flusso dei dati tra editori e inserzionisti. La nostra piattaforma sfrutta in modo ottimale i dati raccolti per metterli al servizio dei propri interlocutori e presiedere alle fasi di collecting, segmenting e delivering in un approccio omni-channel coprendo (web, mobile, video e social). Due divisioni di business, performance e programmatic, con le quali siamo in grado di rispondere a obiettivi diversi  in un ottica di strategia integrata: performance per acquisizione, engagement ed e-commerce e la nuova piattaforma di programmatic per esigenze di branding, prospection e retargeting”.

Sbarcata nel nostro paese nel 2012, Public-Ideas – brand internazionale della società francese Public-Idées – in pochi anni è riuscita a posizionarsi, velocemente e definitivamente, come player di rilievo nel mondo dell’affiliazione grazie ad un approccio profondamente nuovo. In Italia, che dopo la Francia è secondo paese strategico per il network, la società gestisce circa 100 programmi/campagne al mese. Con questa integrazione nella propria offerta, Public-Ideas si propone di offrire servizi a 360° attraverso piattaforme di programmatic e performance fornendo una soluzione in grado di coprire l’intero percorso digitale: dalla strategia all’implementazione, dal monitoraggio all’ottimizzazione.

“Il nostro trading desk, attivo sull’internazionale – spiega Francesca Pinzone, country manager di Public-Ideas in Italia  – supporta la società con prodotti e condivisione di dati è in grado di intercettare la giusta audience attraverso tecnologie e soluzioni proprietarie”.

La nuova programmtic marketing platform di Public Ideas ha come peculiarità: intercettazione della giusta audience tramite segmentazioni mirate; media activation su profili di audience simili a quelli dell’Inserzionista. Oltre ad un approccio Multi-channel: RTB display, social, mobile e video con una visione globale unificata; supporto nella comprensione del funzionamento del programmatic; accesso a Premium Inventory tramite acquisti garantiti e investimenti con partner tecnologici in grado di ottimizzare la delivery.

Inoltre la piattaforma garantisce  una copertura dell’intera catena dal bidding, all’adserving, dalla gestione ed elaborazione dei dati di prime e terze parti ai banner intelligenti, al video, senza tralasciare il prospecting & retargeting.

I servizi a valore aggiunto prevedono attività di Branding: per la copertura del target, con formati e canali innovativi ed efficaci, strumenti di misurazione di impatto e ricordo della campagna, inventory premium, acquisto garantito e ambiente brand safe; Prospection: metodologia che comprende strumenti per il raggiungimento mirato del target (uso di 1st & 3rd party data/Cluster Edit/Look Alike), DCO (banner dinamici contestuali, di prodotto, di rendimento), misurazione e analisi, pacchetti tematici (AdViewability, brand safety, white listing); CRM Onboarding: segmentazione dell’audience adatta per l’inserzionista per rispondere ad esigenze di acquisizione nuovi clienti, riattivazione clienti inattivi, upselling di prodotto, conversione utenti offline verso online; tecnologia ‘cluster-edit’ che permette la creazione di segmenti di audience praticamente infiniti (categorie di pagine visitate, abitudini di navigazione, tipo di contenuto editoriale visitato, tipo di contenuto grafico delle pagine, interazione utente – inserzionista); sviluppo della dimensione social in RTB tramite Facebook Exchange per reach addizionale.

“La nostra piattaforma realizza e rende concreto un grande progresso per l’intera industria basandosi su 3 tipi di competenze e 3 punti chiave – continua  Pinzone -: strategic planning, per una profonda comprensione del target, data scientist per l’analisi dei dati rilevanti, e media trader per una configurazione di acquisti automatici secondo il giusto value target”.

Per il mercato della pubblicità su internet si stima un 2015 di crescita, con un trend pari a circa un +10% secondo i dati dell’Osservatorio New Media & New Internet del Politecnico di Milano. In particolare la compravendita attraverso piattaforme automatizzate di programmatic, crescerà quest’anno del 90% circa, passando dal 10% a quasi il 20% del Display Advertising. “Per Public Ideas – conclude Pinzone – nel 2016 stimiamo che il programmtic inciderà del 40% sul fatturato della società”.