Rai Pubblicità, raccolta radiofonica a +16% nel terzo trimestre. Settembre a +27%

30 settembre 2015

Fabrizio Piscopo

Ottobre positivo, buone le prospettive per la chiusura d’anno che vede la concessionaria proiettata verso un complessivo segno più

di Claudia Cassino

Radio Rai in vetrina a Expo Milano 2015, tra presente e futuro. Dopo una giornata tutta in diretta dal Padiglione Italia, i canali radiofonici del servizio pubblico e RaiPubblicità hanno presentato ieri sera le novità della prossima stagione e la nuova offerta commerciale presso lo studio Rai all’interno dell’esposizione universale.

“La nostra politica commerciale parte dai contenuti, sempre più di qualità”, spiega a Today Pubblicità Italia FrancescoBarbarani, vice president sales Radio e Web di Rai Pubblicità.

“Nel secondo semestre abbiamo affinato le 7 aree tematiche in cui è suddivisa la nostra offerta, puntando su crossmedialità, eventi ed iniziative speciali. Queste ultime stanno dando risultati ottimi: basti pensare che su Radio1, con il girone d’andata del campionato di calcio di serie A e serie B, abbiamo già registrato l’overbooking”.

Molto positivo anche l’andamento della raccolta pubblicitaria di Radio1, Radio2 e Radio3: nel trimestre luglio-settembre 2015, le radio Rai hanno messo a segno una crescita della raccolta del 16% rispetto allo stesso periodo del 2014, con un exploit a settembre (+27%).

“Anche ottobre sta registrando un trend positivo, il che lascia ben sperare sulla chiusura d’anno”, continua Barbarani. Significativo anche il dato del new business: dall’inizio del 2015 a oggi sono 150 i nuovi clienti che hanno scelto di pianificare sulle reti radiofoniche del servizio pubblico.

La crescita della raccolta pubblicitaria va di pari passo con quella delle audience: “Nel secondo trimestre del 2015 abbiamo registrato un incremento del 14% rispetto al terzo trimestre del 2014 – aggiunge FabrizioSerri, vice president sales commercial centri media Radio e Web -. Nel drive time, dalle 6 alle 9 di mattina, le nostre reti hanno una share complessiva del 26%. In particolare, nel periodo in oggetto, l’audience di Radio1 è cresciuta del 12%, quella di Radio del 18% e quella di Radio3 del 15%”.

Positivo anche il digital a settembre e ottobre. Tra le novità della concessionaria, la costituzione di una rete vendita dedicata alle centrali media per il mezzo radio, così come già accaduto per il cinema. Intanto la struttura di cui è amministratore delegato FabrizioPiscopo si proietta, nel complesso, verso una chiusura 2015 in pari rispetto al 2014 (al netto dei Mondiali di Calcio l’incremento potrebbe essere superiore, intorno al +3%, ndr).

“La radio – ha sottolineato Piscopo durante la presentazione ai centri media – è un punto di forza per la concessionaria: un mezzo dinamico, in continuo rinnovamento e naturalmente cross mediale. Grazie anche alle nostre nuove iniziative speciali nel terzo trimestre segniamo un più 16% dopo uno strepitoso settembre a più 27%. La radio si sposa molto bene con l’offerta web e digital anche grazie agli eventi live sul territorio come il Caterraduno, il Lucca Summer Festival, il Festival del Cinema di Roma”.


Fabrizio Piscopo: “La crisi è finita. Raccolta tv a ottobre in crescita del 15%”

Non cresce solo la raccolta radiofonica gestita da Rai Pubblicità, ma anche quella televisiva (che ne rappresenta ovviamente la parte più importante) mette a segno un deciso balzo in avanti. Con un’escalation positiva dal risultato di agosto (+9%) all’incremento a doppia cifra registrato a settembre (+17%) e previsto per ottobre (+15%). Confortato da questi numeri, l’amministratore delegato della concessionaria, Fabrizio Piscopo, annuncia senza timore che “la crisi è definitivamente finita. Ho fiducia nel futuro, mi aspetto cose bellissime”.

L’intervento di Piscopo, arrivato quasi al termine della presentazione della nuova offerta radiofonica, è molto conciso ma denso di significato per la platea degli investitori e dei centri media invitati ieri sera all’Expo dalla Rai. Lo sguardo è rivolto al futuro, verso un 2016 – anno ‘pari’ – che si preannuncia ricco di eventi sportivi acchiappa-spot come gli Europei di Calcio e le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Intanto si rafforza l’offerta radiofonica del servizio pubblico che, come sottolineato dal direttore di Rai Radio Nicola Sinisi, adesso può contare su dieci canali. Ai 5 presenti in FM (Radio1, Radio2, Radio3, Isoradio e Rai GR Parlamento), si aggiungono infatti Radio4 light e Radio5 Classica (in filodiffusione) e le recentissime novità web: Radio6 Teca (che ha iniziato le trasmissioni appena una settimana fa e propone il meglio della programmazione dall’archivio di Radio Rai), Radio7 Live (che partirà ufficialmente il 22 ottobre con il Premio Tenco in partnership con Radio2 e sarà una radio di musica solo live) e Radio8 Opera (vedi notizia qui). Tutte e 10, inoltre, sono su Dab Plus e web “con uno sforzo di riposizionamento importante”, spiega Sinisi.

“Nell’ultimo anno – aggiunge – l’ascolto dei canali del servizio pubblico è cresciuto del 14,8%, a fronte di una crescita della platea radiofonica di poco più del 4%. Cresce anche il pubblico delle App di Rai Radio con 23 milioni di pagine viste tra il gennaio e l’agosto di quest’anno. E siamo leader anche nel podcast con oltre 80 milioni di download”. Sul fronte della rilevazione degli ascolti, inoltre, Fabrizio Serri, vice president sales commercial Centri Media Radio e Web di Rai Pubblicità ha annunciato che la società Gfk, oltre ai dati diffusi dall’indagine RadioMonitor, preparerà per la Rai “una nuova ricerca che ci permetterà di conoscere meglio il profilo degli ascoltatori per ogni singolo programma”.

Durante la serata, condotta da Marco Ardemagni e Filippo Solibello, oltre a presentare i programmi i direttori delle reti sono stati impegnati nella preparazione di ricette ‘su misura’ in compagnia di chef famosi. Per Radio1 Flavio Mucciante ha incontrato Stefan Derflinger, per Radio2 Paola Marchesini si è cimentata ai fornelli con Victoire Gouloubi, mentre per Radio3 Marino Sinibaldi è stato protagonista di una ricetta con Fabio Picchi. Per Isoradio, infine, Lisa Casali – protagonista del ‘Cooking Show’ quotidiano da Expo – ha ‘cucinato’ con il direttore Danilo Scarrone. Numerosi anche i protagonisti dei programmi radiofonici: Giorgio Zanchini, Maria Gianniti ed Emanuela Falcetti per Radio1, Luca Barbarossa e Max Giusti per Radio2, Loredana Lipperini per Radio3. (C.C.)