/ App

IPG Mediabrands lancia il ‘Data Clean Up Day’

1 settembre 2015

IPG Mediabrands, holding che nel nostro Paese raggruppa sotto di sé le agenzie media UM e Initiative, l’agenzia pure digital Reprise Media e la piattaforma di Programmatic Adv Cadreon, promuove un’importante iniziativa a livello europeo in collaborazione con la startup americana Ghostery. Si tratta del Data Clean Up Day, nato con l’intento di supportare i Brand nella definizione della propria strategia di gestione dei dati online, in un momento in cui tutti parlano di dati, ma quasi nessuno sa come gestirli. La quantità di dati raccolti sul comportamento degli utenti online è in aumento giorno dopo giorno. Ogni utente lascia un’impronta digitale sul web, grazie a tag di tracciamento e cookies che vengono memorizzati in automatico, a prescindere dal fatto che si navighi un qualsiasi sito web o si utilizzi un’applicazione.

I dati registrati vengono poi utilizzati in una frazione di secondo, per ottimizzare l’offerta di contenuti, servizi e messaggi pubblicitari in base ai profili dei singoli clienti. A volte però, i tag sui vari siti web non sono più in uso e vengono facilmente dimenticati. Così, la maggior parte dei Brand non è consapevole della quantità di tag attivi sul proprio sito web, né del fatto che essi stiano ancora raccogliendo dati per conto di altri. Caso peggiore potrebbe essere che player di terze parti stiano ancora raccogliendo dati e profili dei singoli utenti. Questa situazione è sgradevole sia per i proprietari dei siti web sia per gli utenti, molto sensibili quando si parla di utilizzo dei loro dati.

Allo scopo di aiutare le aziende ad agire nella maniera corretta e definire un’adeguata strategia per la gestione dei dati, IPG Mediabrands, in collaborazione con Ghostery, offre ai Brand uno strumento semplice e veloce in grado di individuare cookies e tag dimenticati. Durante tutta la durata del Data Clean Up Day, infatti, basterà che le aziende si colleghino al sito www.dcd15.com per poter poi analizzare le loro homepage e trovare cookies e tag nascosti, sia interni che esterni, e soprattutto sia sicuri che non. L’applicazione aiuta quindi i marketers nel complesso compito di eseguire un’analisi e ottenere una panoramica dei cookies e tag esistenti, nonché dei rischi associati alla loro presenza: prima mossa verso una gestione autonoma dei dati.