Accordo Sky-FremantleMedia: X Factor e Italia’s Got Talent in esclusiva fino al 2018

1 settembre 2015

I due format di successo, show di punta dell’offerta di intrattenimento di Sky, saranno in esclusiva sulla pay tv fino al 2018 per un totale di tre ulteriori edizioni di X Factor, oltre alla nuova stagione attesa al debutto il prossimo 10 settembre su Sky Uno HD e due nuove edizioni per Italia’s Got Talent in aggiunta alla prossima e già confermata stagione al via a marzo 2016. Grazie all’accordo, entrambi gli show, saranno arricchiti nelle nuove edizioni da contenuti fortemente innovativi. “Sky offre ormai una straordinaria scelta di programmi di grande intrattenimento in Italia, e molto del merito di questo successo è di show come X Factor e Italia’s Got Talent. Questo accordo garantisce ai clienti Sky molte altre edizioni dei loro show preferiti, e prevede anche che continui il costante lavoro di aggiornamento dei format, che ha contribuito in questi anni a far crescere l’appeal di questi programmi”, ha commentato Andrea Zappia, ad di Sky Italia. “Questo accordo fortifica ulteriormente la nostra consolidata relazione con Sky Italia, la partnership creativa e l’ambizione condivisa di realizzare programmi sempre migliori, sempre più rilevanti e di cercare continuamente nuove forme di engagement per il nostro pubblico – ha commentato Cecile Frot-Coutaz, ceo di FremantleMedia -. Siamo orgogliosi di poter offrire per altri tre anni agli spettatori italiani gli show televisivi di maggior successo a livello globale”.

Le novità in arrivo

Dopo la decisione di Mediaset di criptare i propri canali generalisti sulla pay tv (vedi notizia), Sky, che pare non essere turbata dalle decisioni di Cologno, punta ancora una volta sull’intrattenimento arricchendo i format di novità già a partire da quest’anno. X Factor, la cui edizione italiana targata Sky è stata definita dall’ideatore Simon Cowell ‘la migliore del mondo’, già nell’edizione 2015 vedrà gli appuntamenti che precedono il live aumentare infatti di una nuova puntata, 6 settimane per 6 appuntamenti con le selezioni che condurranno alla scelta dei 12 finalisti; e l’edizione italiana dello show inoltre sarà l’unica al mondo in cui il regolamento ha ammesso anche le band. Anche le successive edizioni del talent show si preannunciano ricche di novità, confermando la tendenza di Sky a innovare e sperimentare anche format internazionali di consolidato successo. Una tendenza che ha indubbiamente premiato il programma, sia in termini di gradimento sia negli ascolti, sia nella creazione di interazioni ‘social’: edizione dopo edizione, nella versione Sky X Factor è cresciuto in media del 44% in audience anno su anno, 27 milioni sono stati i voti interattivi cumulati solo nell’ultima edizione e oltre 2 milioni e 400 mila i tweet per la conversazione globale nell’edizione 2014.

Cifre da record che confermano il primato per lo show come il più social e interattivo del panorama tv italiano. Anche Italia’s Got Talent, che ha debuttato nel marzo 2015 con la prima edizione targata Sky, grazie all’accordo siglato con FremantleMedia prevede 2 nuove edizioni del talent show in esclusiva sulla pay tv, che seguiranno l’attesa seconda stagione in programma per marzo 2016. A partire dall’edizione 2016 la trasmissione sarà arricchita da un daily quotidiano, una striscia di approfondimento proprio sul modello di X Factor. Con la prima edizione targata Sky, Italia’s Got Talent ha raggiunto numeri di grande impatto: l’esordio con 1 milione 115 mila spettatori medi segna il miglior debutto per un talent show su Sky (+114% rispetto al debutto su Sky Uno di  X Factor nel settembre 2011 e +157% rispetto a MasterChef, nel dicembre dello stesso anno) arrivando a raddoppiare l’ascolto nei 7 giorni e toccando i 2 milioni di spettatori medi. Lo show, visto da circa 1 milione di spettatori medi ogni giovedì su Sky Uno, si è stabilizzato sui 2 milioni di spettatori medi complessivi a puntata nei 7 giorni successivi, senza considerare le messe in onda in chiaro su Cielo. La finalissima, vista da oltre 1 milione 700mila spettatori medi su Sky Uno e Cielo, il canale del digitale terrestre edito da Sky Italia, ha poi sfondato quota 3 milioni di spettatori medi nei 7 giorni.