Teamradio radicata sul territorio raggiunge 2,5 milioni di ascoltatori

7 agosto 2015

di Claudia Cassino


Teamradio è nata lo scorso febbraio dopo un confronto fra gli editori di tre gruppi radiofonici: Gruppo Sphera Holding (Radio Company, Radio Padova, Radio 80, Easy Network), Gruppo Number One (Radio Number One, Radio Nostalgia, Radio Millenote, Radio Bergamo) e Radio Italia Anni 60. L’obiettivo? Offrire ai clienti non solo pubblicità tabellare, ma proposte di comunicazione integrata: iniziative speciali, contenuti editoriali ed eventi sul territorio.

“Da qualche anno gli editori sentivano la necessità di confrontarsi direttamente col mercato di riferimento, mettendo a disposizione il loro know how, che si basa sull’approfondita conoscenza del territorio – spiega Anacleto Comin, editore di Radio Company e socio di Teamradio -. Ed è per questo che a febbraio di quest’anno è nata la prima concessionaria fatta da editori, che vuole essere un interlocutore chiaro con un sistema certificato”. A circa 6 mesi dal lancio della nuova iniziativa, Comin traccia un bilancio più che positivo dell’esperienza: “Il mercato ha certamente reagito bene: Teamradio, con circa 2,5 milioni di ascoltatori nel giorno medio (Radiomonitor annuale 2014 – Individui +14) rappresenta uno dei riferimenti più importanti in Area Nielsen 1 e 2, dove storicamente i consumi delle famiglie e la concentrazione di attività produttive sono superiori alla media”.

Come hanno reagito le aziende spender? “Sfruttando il buon andamento del settore radiofonico, come indicato dai dati Nielsen sui primi mesi del 2015, anche noi stiamo performando in modo brillante e confidiamo in un ulteriore miglioramento del mercato nel corso dell’anno – continua l’editore -. Per quanto riguarda i principali spender confermiamo quali settori trainanti automotive, grande distribuzione alimentare e non, finanza e assicurazioni”. Ma qual è il target privilegiato dei mezzi Teamradio? “Le nostre radio da sempre godono di ascolti radicati sul territorio; hanno un profilo perfettamente in linea con le radio commerciali (individui 25-64 anni) e sono quindi in grado di generare contatti utili sia per il target consumer, sia per il business. In questi primi mesi di attività i clienti hanno utilizzato Teamradio Network Italia nelle pianificazioni nazionali, a integrazione dei network, come ‘ottimizzatori di GRP’S’”, aggiunge Comin.

E conclude: “La presenza quotidiana sul territorio è il valore aggiunto di Teamradio. Da sempre come editori organizziamo singolarmente eventi in grado di attrarre un pubblico trasversale, molto vasto, anche superiore a 100.000 persone per manifestazione. Ne sono un esempio, tanto per citarne un paio tra i tanti, ‘il Tour delle Alpi’ di Radio Number One e ‘Company Contatto’, il tour estivo di Radio Company.  Entrambe le operazioni hanno visto alcune aziende aderire con entusiasmo e diventare partner dei nostri eventi”.