Riforma Rai, via libera del Senato. Il ddl passa alla Camera

3 agosto 2015

Venerdì 31 luglio c’è stato il via libera dell’Aula del Senato al disegno di legge di riforma della Rai. Il provvedimento, approvato con 142 voti favorevoli (92 contrari e nessuno astenuto) proseguirà l’iter parlamentare e approderà all’esame della Camera. “Sono soddisfatta, è un primo passo importante. Probabilmente ci saranno altre modifiche alla Camera”, ha dichiarato il ministro per le Riforme Maria Elena Boschi. L’ok è arrivato dopo il passo falso della giornata precedente nel quale la maggioranza è stata battuta dall’approvazione di alcuni emendamenti di minoranza Pd, FI, M5S e Sel, sul quale l’esecutivo aveva dato parere contrario, che hanno eliminato l’art.4 riguardante la delega al governo sulla revisione della normativa sul canone. Tra i punti rilevanti della nuova Rai voluta dal premier Matteo Renzi: i poteri forti del nuovo ad, che non potrà  però contare su una buonuscita d’oro in caso di revoca; la conferma della ‘licenziabilità’ degli amministratori messa nero su bianco e definita in modo più chiaro; la revisione del canone entro un anno.

TAGS