Italiaonline e Triboo Media lanciano ReplyAds per le soluzioni di retargeting

31 luglio 2015

Antonio Converti

Italiaonline, la prima internet company italiana e leader nei servizi di display advertising, e Triboo Media, una delle principali aziende italiane indipendenti specializzate nella pubblicità e nell’editoria online di ultima generazione, quotata sul mercato AIM Italia, annunciano la nascita della joint venture ReplyAds, attraverso la quale le due aziende forniranno soluzioni pubblicitarie di retargeting al mercato italiano.

Il retargeting, che sta rivoluzionando l’online advertising, è il meccanismo che permette di raggiungere gli utenti che hanno visitato un sito, mostrando loro annunci con offerte ad hoc sui prodotti precedentemente visionati: una tecnologia basata su cookies che punta su utenti che, per esempio, avevano iniziato un percorso di vendita o di conversione senza terminarlo. ReplyAds farà leva sul vasto bacino di audience fornito da Italiaonline,in particolare i 10,5 milioni di caselle mail attive, la cui profilazione e l’alto returning rate assicurano l’efficacia del progetto di retargeting, e sulle soluzioni tecnologiche proprietarie di ultima generazione fornite da Triboo Media, oltre che sul network delle properties gestite.

“Il retargeting è uno dei segmenti del digital advertising a più forte crescita, in cui crediamo molto. Solo il 2% di chi visita mobile casino un sito di e-commerce effettua un acquisto alla prima visita. Il re-targeting permette di seguire il rimanente 98%, attraverso pubblicità display opportunamente personalizzata”, ha dichiarato Antonio Converti, ceo di Italiaonline.

“L’unione, tra le internet property di Italiaonline con la loro elevata visibilità, unite all’esperienza consolidata di Triboo Media nel campo delle tecnologie di performance-advertising è la strada giusta per scrivere un’altra pagina di successo nel comparto digital Italiano”, ha proseguito Antonio Converti, ceo di Italia Online. La governance della nuova ReplyAds, posseduta al 51% da Italiaonline e al 49% da Triboo Media, sarà costituita da un Cda composto da 3 membri (2 di Italiaonline di cui un amministratore delegato e 1 di Triboo Media).

“Le decisioni strategiche saranno prese totalmente in comune – ha precisato Converti -. E pur essendo formata da due soli soci, la nuova società nasce con l’idea di utilizzare anche l’inventario pubblicitario di terze parti: è quindi un’operazione aperta ad accordi commerciali di vario genere con chiunque vorrà salire a bordo e porterà valore aggiunto per tutti i partner”.

“L’unione delle audience di Italiaonline e Triboo Media, insieme alla tecnologia proprietaria di Triboo Media, elemento su cui investiamo costantemente e che ci ha permesso di raggiungere un posizionamento distintivo sul mercato di riferimento, consentirà alla nuova realtà di assumere fin da subito il ruolo di hub nazionale sul segmento del behavioural retargeting – ha dichiarato Alberto Zilli, amministratore delegato di Triboo Media -. Saremo in grado di fornire un prodotto 100% made in Italy, in uno scenario in cui è forte la presenza di grandi player internazionali, con una formula aperta verso altre realtà editoriali, che permetterà la migliore ottimizzazione dell’inventory pubblicitaria e la massimizzazione degli investimenti pubblicitari dei nostri clienti”.

L’accordo, firmato il 29 luglio 2015, prevede l’inizio immediato delle attività tramite partnership commerciale e la costituzione della società entro il 31 dicembre 2015. I consulenti legali dell’operazione sono stati lo studio NCTM per Triboo Media e lo studio Orsingher Ortu per Italiaonline.