Dada: ricavi a 31,9 milioni di euro (+3%). 530 mila clienti attivi in 7 Paesi

31 luglio 2015

Claudio Corbetta

Dada ha approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2015. Il gruppo segnala come il primo semestre  sia in particolare caratterizzato per la cessione avvenuta in data 23 marzo 2015, da Dada ad Italiaonline dell”intero capitale sociale di Moqu Adv.

“Si è pertanto resa necessaria l’applicazione del principio contabile IFRS 5 relativo alle “attività non correnti possedute per la vendita e attività operative cessate” – si legge in una nota -, il cui effetto principale è stato l’esposizione, dal 1 marzo 2015, di tutte le poste di conto economico riferibili alle società dismesse in un’unica voce dell’utile/perdita da attività dismesse”.

Per omogeneità di raffronto sono stati inoltre rideterminati e riclassificati anche tutti i valori economici ed i flussi finanziari del precedente esercizio. Per contro, i dati patrimoniali relativi al precedente esercizio rimangono esposti secondo la logica delle attività operative. Di conseguenza il Gruppo Dada risulta oggi organizzato attorno alla sola business unit rappresentata dalla divisione “Domini e Hosting”. Si segnala inoltre che in data 30 giugno 2015 è stato finalizzato il conferimento del ramo ProAdv/Simply in 4W Marketplace che ha portato il Gruppo Dada a detenere il 25% del capitale di quest’ultima società. I ricavi conseguiti dal Gruppo Dada nel primo semestre dell’esercizio 2015 si sono attestati a 31,9 mln di euro, in crescita del 3% rispetto ai dati del primo semestre del precedente esercizio quando erano stati pari a 30,9 mln di euro.

L’apporto delle attività estere al fatturato consolidato nel primo semestre del 2015 si è attestato al 55%, in linea con quanto rilevato nel pari periodo del precedente esercizio. Il Margine Operativo Lordo consolidato dei primi sei mesi del 2015, è stato positivo per  6 mln di euro riportando una marginalità sui ricavi del 19%. L’aggregato registra una crescita del 24% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, quando era stato pari a 4,9 mln di euro e riportava una marginalità del 16%. Il Risultato Netto da attività cedute che accoglie i risultati economici riferibili alla divisione Performance Advertising ceduta nel primo trimestre 2015 con effetti economici dal 28 febbraio, online casino dgfev è stato negativo per 0,3 mln di euro (era stato negativo per 0,1 milioni di euro nel pari periodo 2014) dei quali 0,2 mln di euro sono ascrivibili ai costi non ricorrenti sostenuti per l’esecuzione dell’operazione. Il Risultato Netto consolidato nel primo semestre 2015 è stato positivo per 2,5 mln di euro in significativo miglioramento rispetto al risultato del pari periodo del precedente esercizio, negativo per 0,9 milioni di euro.

La dismissione del segmento della Performance Advertising e il conferimento di ProAdv/Simply hanno consentito di completare il processo di focalizzazione sul core business dei servizi professionali per la presenza in Rete, rafforzando il ruolo di Dada come player di riferimento a livello europeo nel settore dei servizi professionali per la registrazione di nomi a dominio e di hosting, dei server virtuali e dedicati e di soluzioni cloud based, per la creazione, la gestione e la visibilità di siti web e di e-commerce rivolti alle PMI europee, nonché nei servizi per la protezione del brand online.

Il Gruppo Dada chiude il semestre con oltre 530 mila aziende clienti e più di 1,7 milioni di domini gestiti complessivamente tra Italia, Spagna, Regno Unito e Irlanda, Francia, Portogallo e Olanda rispettivamente attraverso i marchi Register.it, Nominalia, Namesco, PoundHost, Register365 e Amen. In particolare grazie all’apporto di Italia e Regno Unito, il numero delle nuove registrazioni di domini nel segmento delle PMI ha segnato un 19% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente portando lo stock di domini in gestione in tale segmento ad una crescita del 4%, al netto dei clienti Wholesale