Sec, accordo strategico con PAT per lo sbarco in Iran

30 luglio 2015

Cesare Valli

Offrirà assistenza di comunicazione e public affairs ad aziende, enti e istituzioni, italiane ed europee

A soli sette giorni dal via libera del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite all’entrata in vigore dell’accordo sul nucleare iraniano, il Gruppo Sec ha siglato un accordo di cooperazione con la società iraniana PAT per offrire assistenza ai propri clienti attuali e potenziali sul mercato iraniano, apertosi dopo gli accordi di Ginevra e la conseguente fine delle sanzioni. Il via libera all’accordo sottoscritto con gli Stati Uniti e l’Unione Europea aprirà importanti opportunità commerciali in un’economia che già oggi vale 400 miliardi di dollari e su un mercato borsistico di 100 miliardi di dollari. Osservatori internazionali stimano che nel solo primo anno del dopo-sanzioni sarà investito in Iran circa un miliardo di dollari. La Repubblica iraniana, secondo produttore di gas naturale al mondo e terzo produttore di petrolio, è un Paese con una popolazione inferiore di poco agli 80 milioni di persone e una dimensione economica superiore a quella degli Emirati Arabi Uniti e della Thailandia.

“Un accordo strategico per poter servire tutte le società italiane interessate all’Iran, e attraverso il nostro network, quelle europee che avessero necessità di assistenza nell’area public affairs e relazioni istituzionali in questo importantissimo mercato che si apre al mondo”, ha commentato Cesare Valli, amministratore delegato di Sec. “Questo nuovo accordo – spiega il presidente del gruppo, Fiorenzo Tagliabue – è un ulteriore passo nella strategia di internazionalizzazione che Sec ha intrapreso e che proseguirà con decisione anche nei prossimi mesi. Possiamo guardare con serenità a questi Paesi, e in generale al Vicino e Medio Oriente, perché abbiamo investito in questi anni in risorse specializzate nella conoscenza della cultura, della lingua e della finanza islamica”.

“La nostra società opera da diversi anni con successo nel mercato iraniano, negli Emirati Arabi Uniti e in Italia, favorendo l’interscambio commerciale con l’Iran, fornendo consulenza strategica e formazione alle imprese ha dichiarato Hamidreza Amininasab, managing director di PAT. Con questo importante accordo strategico con SEC allarghiamo la sfera dei nostri servizi all’ambito della consulenza di comunicazione ed estendendo anche la capacità operativa ai paesi Europei dove SEC opera. Insieme potremmo ancor meglio valorizzare le opportunità commerciali, sociali e culturali che la nuova apertura dei mercati potrà portare”.

L’accordo è immediatamente operativo e pone quindi SEC e PAT come interlocutori previlegiati per tutte le aziende, organizzazioni, istituzioni, e persone che abbiano interesse ad approfondire le nuove opportunità che si apriranno in seguito a questo storico sviluppo geopolitico. Il Gruppo Sec Relazioni Pubbliche e Istituzionali ha chiuso il 2014 con un bilancio consolidato superiore a 21 milioni di euro e un Ebitda del 12,5%. Opera in Europa con le controllate Cambre SA a Bruxelles e ACH Cambre a Madrid e, in Italia, con HIT servizi per la comunicazione, SEC and Partners e Curious Design.