Pearson cede il Financial Times a Nikkei per 844 mln di sterline

24 luglio 2015

Nikkei sarà il prossimo editore del Financial Times. Il Gruppo Pearson ha infatti raggiunto un accordo con la più grande media company giapponese per una somma pari a 844 milioni di sterline (1,32 miliardi di dollari). L’accordo comprende la cessione del quotidiano Financial Times, del relativo sito FT.com e di testate collegate come The Banker e l’Investor Chronicle. L’accordo non prevede, invece, la cessione della sede londinese presso One Southwark Bridge e la quota del 50% detenuta da Pearson nell’Economist Group. Dopo 58 anni, dunque, il Gruppo cede uno dei suo asset più importanti per focalizzarsi sul business dell’education. Nikkei ha così battuto l’editore tedesco Axel Springer, che aveva avviato nei giorni scorsi trattative con il Gruppo Pearson. La società giapponese edita l’omonimo quotidiano giapponese che vanta 3,12 milioni di abbonati ed è il medium più letto dai chief executive del Paese del Sol Levante. Ad aprile la diffusione complessiva del Financial Times è cresciuta del 12% rispetto al pari periodo del 2014 attestandosi a 722.000 copie tra carta e digitale. Gli abbonati al sito FT.com sono saliti del 20% a 522.000, rappresentando il 70% della diffusione totale del quotidiano. In calo invece del 5% la diffusione del cartaceo, pari a 213.000 copie.