Netflix: 5 miliardi di dollari di investimenti globali nel 2016

20 luglio 2015

Da ottobre, a rendere più stimolanti le serate degli italiani davanti allo schermo ci sarà anche Netflix. La televisione via web che conta oltre  65 milioni di abbonati nel mondo è pronta a conquistare anche la nostra penisola. Durante l’Ischia global film fest come riportato dall’Agi, Ted Sarandos, chief content officer ha sottolineato che Netflix non costituirà una società ad hoc e l’Italia sarà gestita come gli altri Paesi direttamente dalla società americana attraverso “l’entità europea con base ad Amsterdam. Avremo pochi dipendenti locali per il marketing e le relazioni, e lavoreremo con i fornitori locali di banda larga”.

Per il 2016 l’azienda è pronta a spendere 5 miliardi di dollari per la programmazione globale. L’investimento nei singoli Paesi sarà proporzionato al numero di abbonati e l’andamento globale nel mondo dei prodotti italiani, “ma siamo sicuri  – ha precisato Sarandos  – che la struttura produttiva italiana sia in grado di attrarre una grande parte di questi 5 miliardi”.  Anche sul mercato italiano Netflix è alla ricerca di contenuti locali. Infatti la società californiana crede fermamente che “le voci locali sono potenti”, e laddove individua progetti validi, come è già successo in 17 paesi, investe in proprie produzioni. In Italia  conclude Sarandos “speriamo di avere accordi ancora prima del lancio di Netflix”. Per quanto riguarda i ricavi, nel periodo che si è concluso il 30 giugno scorso Netflix ha registrato 1,64 miliardi di dollari contro gli 1,34 dell’anno precedente.

TAGS