Instagram pronta a lanciare una nuova piattaforma pubblicitaria in Italia

16 luglio 2015

di Fiorella Cipolletta


Con 300 milioni di utenti al mese nel mondo (30% in Usa e 70% fuori dagli Usa) e con più di 70 milioni di foto caricate ogni giorno, Instagram si prepara a sprigionare tutto il proprio potenziale pubblicitario anche in Italia. Il famoso social network fotografico, che già propone offerte commerciali in Usa, Canada, Uk, Germania, Francia, Giappone e Australia, è pronto a sbarcare anche nel nostro Paese con una piattaforma e offerta pubblicitaria che sarà gestita dal team di Facebook. A dare l’annuncio, nella sede di Facebook a Milano, è Amy Cole, Head of Brand Development, EMEA di Instagram. Instagram è un social network che usa un linguaggio universale basato su immagini e video. La sua timeline è un flusso di foto e video. Riuscire a inserire spazi adv è complesso, poiché il messaggio deve ben integrarsi nella colata continua di notizie. Tra un paio di mesi Instagram offrirà agli inserzionisti italiani, incluse le piccole aziende, il modo di sfruttare le nuove capacità di marketing del social attraverso le immagini e i video.

Tra i formati adv annunciati Carousel Ads che permetterà ai brand di raccontare la propria storia in modalità landscape e panoramica, integrate appunto in un carosello. Il formato, che supporta fino a cinque immagini con link, è interattivo e supporta sia il direct response sia il brand awareness marketing. Gli spazi adv saranno disponibili anche su Instagram Ads API e tramite le interfacce di vendita di Facebook. Il formato nuovo Carousel Ads introduce due importanti novità. La prima è la possibilità di caricare più immagini nella stessa inserzione, visibili facendo scorrere la schremata lateralmente come si fa usualmente per le fotogallery, permettendo così di creare delle vetrine online e spaziare sulle nuove strategie pubblicitarie come lo storytelling. La forza di Instagram, che nel solo mercato Uk conta 14 milioni di utenti, sta proprio nella struttura narrativa che il social offre. Immagini e video  accattivanti capaci di incuriosire. La seconda novità è la possibilità di inserire un link che rimanda all’esterno del social.

Finora infatti non era consentito inserire una call to action che permettesse di approdare su una landing page esterna: un vantaggio per il ROI degli investimenti pubblicitari. Inoltre, a breve, le immagini sponsorizzate all’interno della piattaforma Instagram, acquisita da Mark Zuckerberg, sfrutteranno i dati di Facebook per indirizzare al meglio gli annunci pubblicitari. A oggi il social network fotografico utilizza solo i dati legati all’età, il sesso e il paese per ottimizzare la visualizzazione delle pubblicità su Instagram, ma tra qualche mese a questi dati si aggiungeranno le nuove API che consentiranno agli inserzionisti di pubblicare annunci pubblicitari mirati al target che preferiscono. Facebook, che l’anno scorso ha fatturato 12,5 miliardi di dollari, quasi tutti dalla pubblicità, ha acquistato Instagram  nel 2013 per 1 miliardo di dollari.