Clear Channel, obiettivo chiusura 2015 a +12%

8 luglio 2015

Paolo Dosi

“Il primo semestre si è chiuso con una crescita a doppia cifra – ha dichiarato a Today Pubblicità Italia Paolo Dosi (nella foto), ceo di Clear Channel Italia a margine della presentazione della ricerca di AudiOutdoor -. Siamo in linea con l’obiettivo di chiusura 2015 del +12%”. Su tale crescita in un mercato che è tendenzialmente flat in Italia, mentre l’Europa sta continuando a performare bene, l’Expo ha influito di “circa 2 punti percentuali”. Nel 2014 il fatturato della media company specializzata nell’OOH aveva registrato un +37% superando i 100 milioni di euro, grazie anche al nuovo contratto di ADR-Aeroporti di Roma  oltre a una crescita organica. “Il nostro è un settore che ha una rotazione di clientela molto importante, ogni anno ci dobbiamo reinventare il 30-35% dei clienti. Anche quest’anno il bilancio è positivo. Stiamo investendo molto in impianti digitali, nel 2015 i nostri sono circa 700 su tutto il territorio nazionale a fronte dei soli 50 dello scorso anno”.

Per quanto riguarda la penetrazione sul territorio, il manager ha affermato: “Su Milano abbiamo un patrimonio molto importante, ma la nostra distribuzione ha una crescita abbastanza omogenea. Siamo già presenti in oltre 50 città in tutta Italia, comprese le isole. L’intenzione nel futuro è di sviluppare il bike sharing anche a Roma e a Firenze”. Tra i trend che si stanno delineando sul fronte dell’OOH, tipologie di comunicazione che sono sempre più innovative e creative. Specchio di queste nuove tendenze è la ricerca, che secondo il ceo è sempre più “cross mediale e digitale. L’obiettivo è recuperare informazioni sul journey dei consumatori, che sempre più spesso trascorrono tempo fuori casa”.  (S.P.)