IAB4Pharma: la quota dell’adv digital al 19%

8 luglio 2015

AB Italia, in collaborazione con HPS – Health Publishing and Services, casa editrice del magazine AboutPharma and Medical Devices, ha dedicato il primo Seminar verticale al mondo del Pharma. L’intervento di Alberto Dal Sasso, TAM and AIS Managing Director Nielsen, che ha seguito l’apertura di Daniele Sesini (nella foto), Direttore Generale di IAB Italia, ha offerto una panoramica sul mercato, utile per analizzare l’impatto dell’innovazione digitale e dei canali social e per individuare gli approcci di comunicazione degli stakeholder nel settore sanitario. Dal Sasso ha evidenziato una crescita del 2.3% della spesa pubblicitaria nel mondo nel 2014, mentre il comparto Healthcare segna un incremento più deciso del 7,6%, confermato anche nel primo trimestre 2015 con un +4%. L’Healthcare risulta quindi essere il terzo settore nel ranking mondiale dell’advertising nel 2014 con una quota pari all’8%. Il panorama italiano offre una situazione ancora più rosea per il Settore Farmaceutico, che chiude il 2014 con un +12% e si attesta come settimo settore nel ranking dell’anno con una quota del 5,2%. La crescita è confermata anche nel primo trimestre 2015.  Il dato particolarmente interessante riguarda la dislocazione degli investimenti pubblicitari, che in Italia vede le aziende farmaceutiche concentrare più della metà dei propri investimenti pubblicitari sul mezzo televisivo. Nielsen stima che la quota destinata al Digital sia pari al 19%, un dato inferiore alla media di altri mercati verticali, e quindi con ampi margini di crescita.

A una settimana dal lancio della vendita online dei farmaci da banco, IAB Italia, in collaborazione con HPS, ha dedicato il primo Seminar verticale al mondo del Pharma, presentando case history di successo e approfondendo in maniera esaustiva la nuova regolamentazione a partire dal recepimento della direttiva 2011/62/UE. Gianluigi Marino, Associate DLA Piper Italy, ha presentato gli obblighi e gli adempimenti in materia di protezione dei dati personali da tenere in considerazione nell’ambito di blog e forum dedicati alla salute, delle app medicali nonché delle attività di comunicazione (e commercio) online delle società farmaceutiche, anche in vista della prossima entrata in vigore del nuovo regolamento europeo sulla privacy. Silvia Sassi, Operations and UX Principal Isobar, ha presentato la case history di Tachifludec, evidenziando le caratteristiche di un brand che ha costruito un messaggio emozionale.

Anche Janine Sonnenberg, Project Manager Digital Marketing Bayer, Fabio Racchini, Presidente E3, e Marco Tinelli, Presidente del Gruppo FullSIX, si sono soffermati su case history di successo, mentre gli interventi di Eugenio Somaini, Digital & New Media Michael Page e Michela Barcella, Healthcare & Life Sciences Michael Page hanno sottolineato le competenze e le skills di comunicazione richieste dal mercato in questo momento. La prima tavola rotonda, dedicata alla comunicazione digitale verso i pazienti, ha affrontato temi sensibili come quello dell’importanza e del valore che il digitale rappresenta per gli stessi. Gli esperti hanno poi sottolineato l’importanza della relazione con i pazienti anche attraverso formule innovative, come il gaming. Su questo tema si sono confrontati Renza Barbon Galluppi, Presidente Uniamo – Federazione Italiana Malattie Rare Onlus, Maurizio Canzonetta, Digital Customer Engagement & SFE Manager Sanofi Pasteur MSD, Riccardo Chiappani, Responsabile Comunicazione Medtronic, Luca Naponiello, Communication Manager Merck Serono, Daniela Poggio, Direttore Comunicazione Italia Sanofi, Massimo Sgrafetto, Sales & Marketing Director Doc Generici.

La seconda tavola rotonda, alla quale hanno preso parte Ilaria Catalano, Executive Director Business Operations & Strategy MSD Italia e Serena Marà, Coordinatore Pubbliche Relazioni Thea Farma, Stefano Zagnoni, Head of Strategic Multichannel and Innovation Janssen – Cilag, si è invece focalizzata sul tema della comunicazione verso i professionisti del settore, con un approfondimento sulle applicazioni sviluppate per medici e farmacisti e un focus dedicato ai temi della formazione, del social marketing e del gaming. “Siamo molto soddisfatti del successo del primo Seminar verticale, a conferma della validità della scelta di ampliare i contenuti e gli ambiti di azione per aiutare a esplorare le numerose opportunità offerte dal digitale, soprattutto in quei settori non direttamente legati al mondo interattivo. Abbiamo deciso di partire da un settore come quello farmaceutico che, come abbiamo visto oggi, ha ampi margini di crescita legati al digitale e può essere di stimolo per tutta la Industry.

I partecipanti interessati e la sala piena dimostrano che stiamo percorrendo la strada giusta – ha dichiarato Daniele Sesini, Direttore Generale di IAB Italia -. In futuro ci impegniamo a entrare sempre più nei mercati verticali per portare il nostro know-how a tutti i settori e mostrare i benefici offerti dall’uso del digitale”. Le tavole rotonde sono state moderate da Marco Montemagno, founder Super Summit e conduttore di tutto l’evento, e da Giulio Zuanetti, General Manager Wichtig Publishing e Board Member HPS – AboutPharma and Medical Devices. Sponsor dell’evento sono Sky come Platinum, E3, Grand Union e Isobar come Gold, DLA Piper, Media For Health, PayPal e Pharmacall come Silver.