MINI John Cooper Works ‘vola’ sullo stretto di Messina con M&C Saatchi

29 maggio 2015

In volo sullo stretto di Messina a bordo della nuova MINI John Cooper Works. Questa l’ultima provocazione di M&C Saatchi.Per presentare ‘la MINI più potente di sempre’ la storia di Mimmo e Tonino, due preparatori MINI e della loro impresa: riuscire a far decollare la nuova MINI e unire simbolicamente Calabria e Sicilia. Una sfida nata dalla passione per le MINI e dalla volontà di emulare le gesta del più celebre dei preparatori, John Cooper, padre delle vetture dominatrici al rally di Montecarlo negli anni Sessanta e nome indissolubilmente legato alla storia MINI. Un’auto progettata per restituire la quintessenza del ‘MINI feeling’, un piccolo bolide realizzato per divorare la strada. I due preparatori hanno pensato a quel ponte che ancora non c’è e spingendo le prestazioni dell’auto al limite e sfruttando la sua aerodinamicità l’hanno trasformata in un vero e proprio aereo. A fare da cornice, la costa calabrese di Canitello da dove il volo è partito.

Nella concitazione dei primi momenti iniziano a diffondersi le prime foto e video dell’accaduto. La notizia di ‘un oggetto in volo sopra lo stretto’ rimbalza su tutte le testate giornalistiche locali e viene ripresa immediatamente sui tutti i social network. Immagini del volo accompagnate dalle voci dei testimoni oculari iniziano a fare il giro del web e ci raccontano del singolare evento. Un video documentario racconta tutta la storia (mini.it/flymini).”Si tratta di un’impresa difficile da immaginare, ma non stiamo comunque parlando di fantascienza – spiega Luca Scotto di Carlo, direttore creativo e partner M&C Saatchi -. Volevamo trasmettere le potenzialità di quest’auto con un’idea semplice che facesse parlare di sé. Questa MINI va come un aereo, ci siamo detti, e da qui è nato tutto”. Il branded content video ha ispirato tutta la campagna pianificata da Vizeum per la nuova auto su stampa, affissione/ambient e social.

Hanno lavorato al progetto i creative director Scotto di Carlo e Vincenzo Gasbarro, i deputy creative director Armando Viale e Matteo Grandese, gli art director Armando Viale e Roberto Ardigò, il copywriter Matteo Grandese. La cdp è Basement con la regia di Vittorio Bonaffini.