La stazione di San Siro diventa Mediaset Premium con il project financing pubblicitario

28 maggio 2015

Investimento di 300mila euro l’anno, possibile prolungamento per tre anni. Il 28 giugno in partenza il nuovo spot, ancora in corso la gara creativa

Da ieri, mercoledì 27 maggio, il capolinea San Siro Stadio del Metro5 a Milano ha assunto ufficialmente il nome San Siro Stadio – Mediaset Premium. Non si tratta di una semplice sponsorizzazione. E’ la prima volta in Italia che, grazie alla tecnica di project financing, la realizzazione di una stazione della metropolitana viene sostenuta anche da investimenti privati in comunicazione. L’accordo ha permesso infatti al Comune di Milano di reperire risorse aggiuntive destinate al trasporto pubblico senza pesare sulle casse municipali. L’investimento, che coincide con un appuntamento rilevante per la città come l’Expo, conferma il momento di dinamismo di Milano e assicura vantaggi a tutti gli attori coinvolti, soprattutto ai cittadini. Per Mediaset è l’occasione di associare il marchio della pay tv Premium a un luogo simbolico come la ‘Scala del Calcio’, che nel 2016 ospiterà anche la Finale di Champions League, esclusiva televisiva di Mediaset. La sponsorizzazione da 180mila euro è di durata annuale. “Abbiamo deciso di investire per i prossimi due anni – ha spiegato  a margine della presentazione l’ad di Mediaset Premium Franco Ricci (nella foto) – ma l’intenzione è di continuare anche per il terzo”.

Il costo dell’operazione per Mediaset Premium, comprensivo degli allestimenti, è di circa 300mila euro all’anno. Per il Comune di Milano, aver reperito un primo partner privato disponibile a investire su un’opera pubblica rappresenta un precedente utile a stimolare altri finanziamenti dalle imprese con l’obiettivo di rendere la città sempre più efficiente e vivibile. La presentazione ufficiale della fermata San Siro Stadio – Mediaset Premium ha visto la partecipazione dei nerazzurri Juan Jesus e il capitano Andrea Ranocchia e dei calciatori del Milan Marco Van Ginkel e Giacomo Bonaventura. Presenti anche l’Assessore alla Mobilità del Comune di Milano Pierfrancesco Maran, il presidente di ATM Bruno Rota, i vertici di M5 S.p.A., oltre all’ad di Mediaset Premium Franco Ricci, al direttore dei contenuti Mediaset Premium Yves Confalonieri, al direttore commerciale Mediaset Premium Marco Rosini e al direttore di Premium Sport Alberto Brandi. Per l’occasione la banchina della stazione è stata rivestita da un tappeto di erba sintetica in simulazione del terreno di gioco. ‘Esci dal metrò e sei già in campo’ era il claim. Questa sera alle ore 19.30 su Italia 2 e alle ore 20.30 su Premium Calcio uno speciale dedicato all’evento di oggi. All’interno di San Siro Stadio Premium saranno trasmessi i momenti salienti della presentazione, le interviste ai protagonisti e le immagini di come è cambiata la mobilità attorno allo stadio dal 1926, anno dell’inaugurazione. Per quanto riguarda la strategia della pay-tv “ci immaginiamo una crescita importante degli abbonamenti – ha dichiarato Ricci -. Per ripagare l’investimento dell’acquisto dei diritti sulla Champions League del triennio 2015-2018, Mediaset Premium dovrebbe fare 200mila nuovi abbonamenti e superare i 2milioni di clienti”.

L’ad ha precisato che gli attuali abbonanti alla pay-tv del Biscione sono circa 1 milione e 770 mila ai quali si aggiungono le carte prepagate attive per un totale complessivo di circa 2milioni di utenti. Negata infine qualsiasi trattativa con altri player sui diritti del calcio che “sono nostri e vogliamo tenerceli, non abbiamo alcuna intenzione di scambiarli con Sky”. Intanto, fervono i preparativi per la campagna pubblicitaria con cui Mediaset Premium annuncerà la nuova immagine, che comprende delle modifiche al logo e un nuovo colore, l’arancione, e la nuova offerta di contenuti, come ci ha spiegato Marco Rosini, direttore commerciale e marketing Mediaset Premium. “La campagna pubblicitaria sarà multimediale e partirà ufficialmente il 28 giugno con un primo spot, anticipato da una super anteprima il 6 giugno, in occasione della finale di Champions League – ha precisato Rosini -. I nostri canali tv, stampa quotidiana, radio e digital, con una vasta pianificazione web, saranno i mezzi. Avvieremo anche una collaborazione con Gazzetta dello Sport legata a un tour”. Intanto, è ancora in corso la gara creativa che si concluderà a breve. Le agenzie coinvolte sono stvDDB, Saatchi & Saatchi, Y&R, Leo Burnett e Havas Worldwide Milan. La pianificazione è a cura di Media Italia.